Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Resta aggiornato:
Inside Marketing
MacroambienteSei consigli per dare il via a una carriera nel marketing digitale

Sei consigli per dare il via a una carriera nel marketing digitale

scrivere curriculum digital marketing

In che modo avviare una carriera nel marketing digitale? Alcuni consigli per avere successo e ottenere visibilità nel settore.

Una carriera nel digital marketing è probabilmente tra le più ricercate al mondo negli ultimi anni.
L’aumento esponenziale degli individui che utilizzano la Rete nel mondo ha portato a integrare strategie di marketing “tradizionali” con nuovi metodi digitali. Diverse aziende, sia B2B che B2C, si affidano ormai a strategie digitali/online per raggiungere i loro potenziali clienti. Questo ha portato a un’enorme domanda di professionisti del marketing digitale che possono aiutare le aziende a rendere solida la loro presenza online.

Prima ancora di cimentarsi in consigli per divenire un professionista in questo settore può risultare utile comprendere come scrivere un curriculum adeguato per il marketing digitale. Compreso come adeguare il curriculum, è possibile far propri alcuni suggerimenti.

Avviare un proprio blog

Il blog è il modo migliore per mostrare il proprio talento e la propria esperienza e, inoltre, consente di imparare proprio mentre questo viene sviluppato. Rappresenta, inoltre, il modo migliore per mostrare il proprio impegno e le proprie capacità anche ai potenziali datori di lavoro.

Attraverso un blog è possibile inoltre imparare come ottimizzare un sito web per ottenere una migliore user experience e in ottica SEO. Inoltre, può rappresentare un aiuto durante un colloquio di lavoro: è possibile infatti mostrare di essere molto attivi e mostrare all’intervistatore il proprio blog/sito web, l’articolo ottimizzato scritto usando parole chiave e analisi dei concorrenti, i dati relativi al traffico mensile.

Imparare la terminologia e gli acronimi utilizzati nel marketing digitale

Da marketer digitali è necessario essere a proprio agio con gli acronimi e le terminologie utilizzate nel settore, per esempio apprendendo acronimi come PPC, CPC, eCPC, vCPM o termini ed espressioni come “metriche”, “cannibalismo di parole chiave”, “rete di visualizzazione”, “pubblico”, “traffico”, “tasso di rimbalzo”, “sessioni”, ecc.

Rimanere aggiornati sulle ultime tendenze

Il marketing digitale è in rapida crescita e in continua evoluzione. È necessario fare degli sforzi per stare al passo con le ultime tendenze, conoscere gli ultimi strumenti, le politiche delle app, le tecniche pubblicitarie, ecc.

Lavorare nel marketing digitale è impegnativo, perché le tendenze cambiano rapidamente. È necessario, quindi, tenersi aggiornati consultando la Rete, i social, gli hashtag, per poter proporre poi eventualmente queste tendenze sui propri account; risulta utile anche tenere sotto osservazione i fenomeni del momento (per esempio le sfide sui social, come, solo per nominarne una, la sfida Kiki) per valutare, di volta in volta, se è opportuno o meno proporre delle iniziative in linea sui propri account.

Costruire il proprio brand

La carriera nel marketing digitale è altamente competitiva. È necessario, quindi, distinguersi dalla folla per raggiungere i potenziali clienti e la cosa migliore per questo è costruire il proprio brand personale ed è necessario creare e promuovere se stessi come se si stesse promuovendo un prodotto/servizio.

Fare esperienza

La conoscenza teorica che si acquisisce è inutile se non la si può usare per fare qualche esperimento. Acquisire esperienza è fondamentale in un settore così dinamico. È possibile cimentarsi in progetti finti o anche stage per ottenere abbastanza esperienza per il ruolo. Inoltre, a ciò si aggiungono corsi Google Academy o Facebook Blueprints, così come video su YouTube. È possibile fare esperienza anche con il proprio blog, eventualmente investendo in pubblicità a pagamento su Facebook o Google Ads. Utile conoscere anche il funzionamento di Google Tag Manager.

Creare una presenza online

I social media sono diventati una parte significativa del marketing digitale ed è necessario imparare come usarli nel modo migliore. I consumatori tendono a non fidarsi di aziende che non hanno profili sui social. Bisogna imparare come usare questi canali per costruire la reputazione del proprio brand e la relazione con i clienti target. Esistono diverse piattaforme, utili in questo settore, come Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn, Pinterest, Reddit, Quora (domande e risposte).

È possibile utilizzare queste piattaforme per imparare come promuovere organicamente il proprio brand.

Creare il profilo LinkedIn

Come accennato in precedenza, LinkedIn è un social, in cui però i recruiter cercano candidati per l’azienda. È necessario quindi innanzitutto creare il proprio profilo e, quando se ne possiede già uno, ottimizzarlo al meglio, aggiornandolo con successi raggiunti e certificati ottenuti. Un profilo aggiornato permetterà ai recruiter di sapere che si ha una conoscenza rilevante in un campo specifico, cosa che consentirà di trovare un buon lavoro.

LinkedIn consente di conoscere persone, anche persone che lavorano nel digital marketing. È possibile creare connessioni con le risorse umane e i recruiter e iniziare una conversazione con loro. È, inoltre, un luogo in cui si può imparare dagli esperti e rimanere aggiornati sulle ultime tendenze del marketing digitale.


Il digital marketing, in conclusione, è un vasto settore che offre diverse opportunità per tutti coloro che hanno zelo e potenziale. È necessario, però, compiere un passo alla volta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

© Inside Marketing 2013 - 2022 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI