Martedi 14 Agosto 2018
MacroambienteAdWords Performance Summit: novità in casa Google

AdWords Performance Summit: novità in casa Google

Google ha annunciato grandi novità per l'utilizzo di Google Adwords: sempre più strumenti a disposizione di brand e marketer per aumentare la misurabilità


A firma di: Annette Palmieri Contributor
AdWords Performance Summit: novità in casa Google

Cosa fare? Dove andare? Cosa acquistare? A queste domande i consumatori danno una sola risposta: Google. Smartphone in tasca e niente è più impossibile, nulla è più sconosciuto. La tecnologia a portata di mano ha ufficialmente superato le ricerche da computer in ben 10 paesi del mondo, tra cui Stati Uniti e Giappone; un’opportunità da non lasciarsi scappare per i brand e i marketer che puntano a raggiungere le persone attraverso interazioni disseminate lungo tutto il percorso che conduce all’acquisto. Dallo scorso anno ad oggi molte cose sono cambiate sotto questo versante: la suite di app promotions tools di Google dà oggi risultati tangibili, anche alla luce di innovazioni quali gli annunci nel Play Store. Uno studio appena pubblicato dimostra infatti che i motori di ricerca e gli app store sono tra i primi canali che i possessori di smartphone consultano per scoprire nuove applicazioni.

Spinti a migliorarsi dalla volontà di immediatezza nel trovare risposte degli utenti, il team Google ha in serbo qualcosa di nuovo per noi. Basandosi sui feedback e sulle intuizioni circa il modo in cui oggi sono effettuate le ricerche di informazioni, è stata messa a punto una generazione del tutto nuova di esperienze pubblicitarie, più ricche, coinvolgenti e progettate specificamente per la consultazione da touch-screen piuttosto che da computer, in grado di soddisfare le esigenze dei consumatori nel momento esatto della consultazione. In particolare l’attenzione è stata volta verso i settori dei mutui, le prenotazioni alberghiere e le automotive.

Mutui: comprare casa è una delle decisioni finanziariamente più importanti della vita e grazie a Google negli Stati Uniti è stata introdotta una importante novità: Google Compare. Chi acquista la prima casa o cerca un rifinanziamento potrà trovare tassi di interesse aggiornati provenienti da molteplici enti di erogazione, ed esaminare un set personalizzato di criteri, tra cui tassi di interesse, scadenze e commissioni. I consumatori potranno fare richiesta di mutuo ai prestatori autorizzati o parlare con un consulente qualificato per avere maggiori informazioni, direttamente dall’annuncio di ricerca di Google.

Prenotazioni alberghiere: ogni giorno milioni di utenti si mettono alla ricerca di un albergo, effettuando ricerche online che equivalgono ad altrettante potenziali prenotazioni. Le informazioni che i consumatori desiderano ottenere comprendono generalmente tariffe, disponibilità, ubicazione, pareri degli utenti, descrizioni, Google Street View e fotografie ad alta risoluzione. Da oggi, Hotel Ads mostrerà gli hotel partner presenti in tutto il mondo, con relativi prezzi in vigore al momento raccogliendoli da una pluralità di fonti; quando il viaggiatore ha deciso, può selezionare “Prenota” per completare la propria prenotazione sui siti partner.

Google Hotel Ads

Automotive: chi acquista un’auto trascorre fino a 15 ore online per effettuare ricerche, confrontare e ottenere informazioni. Quando i consumatori navigano sul web alla ricerca di un’automobile, vogliono vedere immagini e video del modello dei loro sogni. Ecco perché è stato introdotto lo strumento Automobile Ads – un nuovo formato pubblicitario che vi proietta direttamente da Google.com al più bel campionario di immagini del mercato automobilistico, per visionare i diversi modelli sia esternamente che internamente, e vedere, per esempio, come una finitura metallica e lucente si intona con rivestimenti in radica e pelle nera. Toccando l’immagine si ottengono maggiori informazioni sull’auto scelta, tra cui potenza e consumo al chilometro, mentre con un tocco sul link “Rivenditori” si raggiunge una pagina contenente un elenco in cui individuare i rivenditori più vicini.

Tutti questi strumenti rincorrono l’obiettivo che i brand e i marketer si prefissano al momento della scelta di posizionarsi tramite Google Adwords: la misurabilità. Dalla prima impression alla conversione finale il cammino che conduce all’acquisto è lungo e complicato per chi gestisce una o più campagne. L’analisi di tutti i punti di contatto telematici permette a chi opera nel settore di misurare l’impatto complessivo delle rispettive campagne e prendere le decisioni più appropriate per la propria attività. Per aiutare i brand, Google ha dunque introdotto altri tre nuovi strumenti: attribuzione in AdWords, per andare oltre il modello di attribuzione “ultimo clic”, selezionando un modello specifico per ciascun tipo di conversione. La scelta effettuata sarà riflessa nel proprio report di AdWords e integrata nella propria offerta automatica. Abbiamo inoltre introdotto un’attribuzione in base ai dati, che consente di utilizzare i propri dati di conversione per calcolare il contributo reale di ciascuna parola chiave nel relativo percorso; conversioni cross-device integrate con offerte automatiche, per misurare le attività che iniziano su un dispositivo e vengono completate su un altro; esperimenti marketing, per aiutare gli uomini di marketing a misurare l’impatto incrementale generato dai propri annunci Google.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.