Giovedì 14 Novembre 2019
ComunicazioneAggiornamenti YouTube 2019: la ricerca vocale non è mai stata così veloce

Aggiornamenti YouTube 2019: la ricerca vocale non è mai stata così veloce

Tra gli ultimi aggiornamenti YouTube 2019, una funzione per migliorare la ricerca vocale e la riproduzione dei contenuti video.


Simona Rossi
A cura di: Simona Rossi Autore
Aggiornamenti YouTube 2019: la ricerca vocale non è mai stata così veloce

Uno dei siti web più visitati al mondo, ma anche una piattaforma di video sharing, un motore di ricerca, una piattaforma pubblicitaria e un social mediaYouTube è questo e molto altro ancora. Su YouTube, infatti, è possibile creare un canale all’interno del quale caricare video e monetizzare, entrare a far parte di una community, seguire gli influencer più noti (i cosiddetti “youtuber”), ascoltare musica, guardare un episodio della propria web serie preferita e promuovere la propria attività, tutto questo senza mai uscire dalla piattaforma.

Fondato nel 2005 e acquisito nel 2006 da Google, oggi YouTube conta circa 2 miliardi di utenti attivi ogni mese e oltre un miliardo di ore di video guardate ogni giorno. Numeri impressionanti che hanno reso la nota piattaforma di streaming il secondo sito più visitato al mondo e il secondo motore di ricerca più utilizzato. Nonostante la presenza di numerosi competitor, infatti, quando si parla di streaming e condivisione di video quello di YouTube è sicuramente il primo nome a balenare nella mente degli utenti, confermandone l’assoluta leadership di mercato.

In quasi 15 anni di onorato servizio, il colosso di Big G è sempre stato al passo con l’evoluzione tecnologica, adeguandosi alle richieste degli utenti prima e delle aziende poi, con nuove feature e aggiornamenti continui.

Aggiornamenti YouTube 2019: la ricerca vocale non è mai stata così veloce

(GIUGNO 2019)

L’ascesa degli assistenti vocali digitali, da Alexa a Siri, passando per Bixby e Cortana, ha reso la ricerca vocale un metodo di ricerca e di approccio ai motori di ricerca sempre più centrale per l’esperienza utente. Facile da utilizzare, più intuitiva e veloce, la vocal search, grazie anche all’implementazione dell’intelligenza artificiale, consente di tradurre il linguaggio naturale in una richiesta specifica dell’utente ed è uno dei settori in cui le aziende del mondo tecnologico stanno investendo maggiormente. Lo sa bene Google, uno dei pionieri di questa tecnologia, che, dopo la notizia del nuovo Google Assistant presentato al Google I/O 2019, ha annunciato in tal senso miglioramenti anche per l’app di streaming YouTube.

Secondo quanto riportato da Android Police, a partire dalla versione 14.20.54 dell’applicazione di streaming video, la ricerca vocale su YouTube sarà più veloce e intelligente. Grazie al nuovo aggiornamento, infatti, la piattaforma sarà in grado di riconoscere e interpretare istantaneamente la richiesta dell’utente. Inoltre, invece di limitarsi a fornire una lista dei possibili risultati, l’applicazione riprodurrà in modo immediato il contenuto video ricercato senza dover avviare manualmente la riproduzione.

Per utilizzare la nuova funzione di ricerca vocale, che sembra essere limitata alla lingua inglese, si dovrà accedere all’applicazione dal proprio dispositivo, cliccare sull’icona del microfono in alto a destra e dire “play”, parola seguita dal nome del contenuto che si desidera riprodurre, che si tratti di un titolo specifico o di una ricerca più generica. La novità più interessante dell’ultimo degli aggiornamenti YouTube 2019 è proprio questa: non sarà necessario conoscere con esattezza il nome del video che si vuole guardare, ma si potranno fare anche delle richieste più complesse, dall’ultimo singolo del proprio artista preferito al trailer del film vincitore del premio Oscar. L’intelligenza artificiale alla base della nuova funzione di ricerca vocale, sarà in grado non solo di riconoscere le singole parole, ma anche di interpretare la richiesta, fornendo il contenuto video più adatto a soddisfarla.

A cambiare non è solo l’algoritmo su cui si basa la vocal search, ma anche l’interfaccia grafica che diventerà più semplice e intuitiva. In particolare, è possibile notare come il nuovo assistente vocale di YouTube occupi tutto lo spazio dello schermo e abbia un microfono rosso anziché blu.

Se la nuova interfaccia utente è già disponibile su tutti i dispositivi Android, non si può dire lo stesso delle nuove funzioni di riconoscimento vocale che, difatti, sembrano essere ancora in una fase di test.

Arriva Bumper Machine

(MAGGIO 2019)

YouTube Bumper Machine è l’ultima novità lanciata dal colosso di Mountain View nell’ambito del Google Marketing Live, evento annuale di Google per gli inserzionisti tenutosi il 18 maggio 2019 presso il Moscone Center di San Francisco.

L’ultimo degli aggiornamenti YouTube 2019 consente di generare clip di pochi secondi partendo da materiale video di maggiore lunghezza. Come? Attraverso avanzati modelli di machine learning in grado di identificare le scene più interessanti del video in questione (come scene d’azione o scene contenenti riferimenti a un brand o a un prodotto in particolare) e rielaborarle in formati pubblicitari di appena 6 secondi. Prima di salvare l’annuncio definitivo, l’utente può scegliere tra le diverse varianti e apportare delle modifiche.

Come dichiarato da Vishal Sharma – Vice President of Product Management di YouTube – sul blog della società, « da quando nel 2016 abbiamo introdotto i bumper ads da sei secondi per aiutare i nostri clienti a raggiungere un numero maggiore di utenti sui dispositivi mobili, ci siamo accorti che questa tipologia di annunci si è rivelata molto più efficace di quanto ci aspettassimo. […] Tuttavia, produrre video da sei secondi richiede tempo e risorse di cui non tutte le aziende dispongono. Ed è qui che Bumper Machine […] può essere d’aiuto».

Dal punto di vista commerciale sono proprio agenzie creative, piccole e medie imprese il bersaglio dell’ultimo aggiornamento di YouTube, che vuole proporsi come una risorsa indispensabile per produrre contenuti video di qualità in modo estremamente semplice e veloce.
Secondo quanto riportato nel post ufficiale, le agenzie e le medie imprese, che hanno già capacità e risorse per creare dei bumper ads a partire da zero, potranno utilizzare il nuovo strumento per produrre velocemente anteprime e test degli annunci pubblicitari. Quanto alle piccole imprese, grazie a YouTube Bumper Machine, saranno in grado di arricchire la propria libreria di contenuti originali e testare le sequenze di annunci video.
Un duro colpo per le strutture di produzione e una grande opportunità per tutti gli inserzionisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Iscriviti alla newsletter! Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e recensione libri
Potrai anche usufruire di offerte esclusive per libri, eventi e corsi.

Iscriviti

Altre notizie

© Inside Marketing 2013 - 2019 è un marchio registrato ® P.iva 07142251219
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI