Alcune curiosità su Twitter che (forse) non conoscevi

Al suo decimo anniversario, una serie di curiosità che non tutti conoscono o ricordano sul social network dai cinguettii "immediati".

Alcune curiosità su Twitter che (forse) non conoscevi

Twitter, avvalendosi della necessità di sintesi e del concetto di “immediatezza” del messaggio, ha contribuito a rivoluzionare, assieme ad altre piattaforme, il mondo dei social media. Come ogni marchio conosciuto, anche il social dei cinguettii ha la sua storia e i suoi “momenti memorabili”. Ecco alcune delle curiosità che lo hanno reso insostituibile:

  • Esattamente il 21 marzo del 2006 è online il primo tweet, inviato dal co-fondatore del social network Jack Dorsey, con il logo dell’uccellino azzuro che diventerà una vera e propria icona;
  • L’uccellino, Larry Bird, è stato chiamato così in onore della leggenda della pallacanestro dei Boston Celtics;
  • Nel 2009 grazie a un tweet viene individuato e arrestato Daniel Knight Hayden, che tentava di provocare il popolo internauta incitando all’assassinio di forze dell’ordine;
  • Il 25 giugno del 2009, come molti ricorderanno, è la data della morte dell’icona pop Michael Jackson. Twitter lo ha visto menzionare con una media di cinquemila volte al minuto, oltre ad aver quell’anno raggiunto il milione di tweet. Oggi, però, si raggiunge il milione in sole 48 ore;
  • Durante i Mondiali del 2010, per la finale Olanda-Spagna la pornostar Bobbi Eden promette ai suoi fan, in caso di vittoria della prima formazione, piacevoli sorprese. I followers rimangono a bocca asciutta poiché il campionato viene vinto dalla Spagna;
  • Nel 2012 il presidente venezuelano Hugo Chavez raggiunge i tre milioni di followers grazie ad una ragazza a cui come ricompensa regala una casa;
  • Nel 2013 appare sull’Associated Press un tweet del presidente Barak Obama che dichiara di essersi ferito in un’esplosione alla Casa Bianca: è opera di un hacker che, seppur scoperto in breve tempo, ha causato un danno di circa 130 miliardi di dollari al mercato azionario;
  • L’8 aprile 2013 circola la notizia su Twitter della morte di Cher: in realtà ad essersene andata è Margaret Thatcher;
  • Il 21 dicembre 2013 la pr americana Justine Sacco pubblica un tweet che le costa il licenziamento: «Sto andando in Africa e spero di non beccarmi l’Aids. Sto scherzando, io sono bianca».

Francesca Paola Esposito
A cura di: Francesca Paola Esposito Autore Inside Marketing
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Download White Paper

white paper lusso e moda
Le vostre Opinioni
CuriositàAlcune curiosità su Twitter che (forse) non conoscevi
Iscrizione Newsletter Settimanale

Vuoi essere sempre aggiornato su ciò che avviene nel mondo del marketing e della comunicazione? Iscriviti alla newsletter di Inside Marketing

Acconsento ed ho letto Privacy Policy

Grazie per esserti registrato!

A breve riceverai una mail di conferma per attivare la tua registrazione.

Se non ricevi la mail di conferma, controlla nella cartella "posta indesiderata" ed aggiungi insidemarketing.it ai mittenti attendibili

In caso di problemi puoi contattarci all' indirizzo redazione[at]insidemarketing.it