Giovedi 16 Agosto 2018
MarketingAlla scoperta del social seller

Alla scoperta del social seller

Il fenomeno del social seller è risultato essere una delle principali innovazioni proposte allo Smau. Scopriamo questa interessante tendenza.


A firma di: Vincenzo Rusciano Contributor
Alla scoperta del social seller

Cos’è il social seller? Se ne è parlato alla tappa partenopea dello Smau con un workshop formativo dedicato all’argomento. Il relatore dell’evento, Michele Rispoli, attraverso una breve ma esaustiva presentazione ha condotto i partecipanti alla scoperta di questa interessante tendenza. La nuova figura nasce in un contesto di profondi mutamenti, caratterizzato dal boom dei social network con conseguente cambiamento nei modi di comunicare delle comunità, divenuti notevolmente più veloci. L’abitudine alla condivisione consente di far viaggiare le informazioni in maniera rapidissima, nello spazio di un click. La mission di eShopManager (questo il nome della startup di cui Rispoli è il CEO)  è dunque quella di far incontrare la domanda e l’offerta con la medesima velocità dei nuovi mezzi di comunicazione.

Il social seller ha delle precise caratteristiche: è una persona giovane, con spiccate attitudini alla condivisione di informazioni online, in particolare attraverso i social network. Credenziale indispensabile: ottima web-reputation. Probabilmente è anche una persona non ancora occupata, ma che potrebbe rendere produttivo anche da un punto di vista economico il tempo speso online. La persona iscritta a eShopManager avrà l’opportunità di condividere una o più attività economiche con gli altri social sellers e ogni click raggiunto sarà monitorato e accreditato/addebitato agli attori coinvolti. Dunque il sito (attualmente in versione alfa) garantirà ai singoli social sellers una pagina personale per monitorare i dati legati ai pay per click.

Il social seller ha un grande vantaggio: la conoscenza profonda dei propri amici. Dunque è in grado di comprendere meglio di chiunque altro quale tipo di offerta può fare al caso loro e può sfruttare gli strumenti social per negoziare in maniera diretta. Non solo. Il vantaggio da parte dell’imprenditore consiste nel condividere la propria attività con persone della propria vita, remunerandoli in base ai risultati raggiunti. In più, i link riescono a suscitare maggiore interesse poichè condivisi da persone con cui abbiamo una relazione e che condividono le nostre esperienze.

La volontà del progetto è, dunque, ambiziosa. Rimettere al centro degli scambi commerciali l’uomo e la sua rete di relazioni, creando un connubio tra social e commerce. Macchine e algoritmi risultano essere sempre più sofisticati, ma non sempre in grado di collegare al meglio i bisogni della domanda con le offerte. E soprattutto, non sempre capaci di fare leva su un aspetto importantissimo: quello emotivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.