Arriva la Barbie 2.0

La Barbie tradizionale si trasforma e diventa 2.0. La Mattel ci presenta Hello Barbie, la prima bambola in grado di interagire grazie al collegamento wi-fi.

Arriva la Barbie 2.0

Il sogno di tutte le bambine sta per avverarsi.
L’icona dello stile e della bellezza, dal fisico statuario e dai vestiti Cool, si trasforma e diventa 2.0.

Ebbene sì, la splendida e vecchia Barbie, nata nel 1959 per mano di Ruth Handler, simbolo di intere generazioni e compagna di giochi, lascia il posto ad Hello Barbie, la prima bambola Mattel in grado di conversare, cantare canzoni e raccontare barzellette.

“La richiesta numero uno che riceviamo dalle ragazze di tutto il mondo”, ha detto un portavoce di Mattel, “è poter avere una conversazione con Barbie. Ora, per la prima volta, la richiesta potrà essere soddisfatta”. 

Presentata per la prima volta alla Fiera del giocattolo di New York e realizzata grazie alla collaborazione con la startup americana ToyTalk, la nuova digital doll sarà connessa a internet tramite wi-fi ed avrà un microfono, un altoparlante e un piccolo computer interno. Potrà inoltre adattare le proprie risposte nel tempo e avrà batterie ricaricabili nelle gambe, della durata di un’ora. Il bottone presente sulla cintura, se premuto, consentirà alla barbie di svegliarsi e cominciare a parlare, e, se pigiato per più tempo, attiverà il microfono interno.

Le risposte saranno registrate e monitorate dai server della ToyTalk, e potranno essere inviate via e-mail ai genitori per garantirne la sicurezza.

“Le registrazioni potrebbero essere usate, trascritte e conservate per aiutare il sistema a sviluppare, testare e migliorare la tecnologia di riconoscimento vocale, gli algoritmi di intelligenza artificiale e per altre ricerche e sviluppi interni”, ha affermato l’azienda.

La Barbie 2.0 dovrebbe servire a rilanciare il marchio Mattel, in crisi da tempo e verrà immessa sul mercato in autunno per un valore di 75 dollari.

Le piccole native digitali tra qualche mese potranno interagire con la loro prima Hello Barbie, ma sarà davvero positiva questa trasformazione tecnologica dei giocattoli tradizionali?


A firma di: Anna D'Acunzo Contributor
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni
MacroambienteArriva la Barbie 2.0