Banche e social, tra minacce ed opportunità.

Le banche e il mondo social, un'indagine di DML analizza un rapporto in crescita, tra rischi e prospettive di sviluppo.

Banche e social, tra minacce ed opportunità.

Quello tra istituti bancari e social è un rapporto in continua crescita e alla ricerca di un equilibrio. Lo certifica, tra gli altri, uno studio elaborato da DML e presentato all’Abi, da cui emerge una forte espansione dell’utilizzo dei canali social da parte delle banche italiane.

Nel 2014 il 62% delle banche ha aperto un profilo social, un aumento vertiginoso rispetto al 55% registrato nel corso del 2013. Dall’indagine emerge che la piattaforma più gettonata è quella di LinkedIn, seguita a ruota da YouTube. Restano indietro Facebook e Twitter, considerati più interattivi e con il maggior rischio di commenti negativi e un ritorno meno efficace in termini di visibilità. Quest’ultimo aspetto apre le porte al dibattito sulla corretta gestione del livello della comunicazione e spinge le banche ad affidarsi con crescente continuità a professionisti ed agenzie che curino il profilo social coerentemente e coinvolgendo l’utente in tutte le vie possibili.

L’attenzione delle banche per i social, infine, sembra certificata anche dal prossimo workshop DML in cui verrà presentata una guida al corretto utilizzo dei social network. Emerge, dunque, la necessità di elaborare un piano di comunicazione coerente e che non si traduca in una replica social delle tradizionali azioni di marketing. A tal proposito, sembra emergere con spinta una vera e propria branca di Social Media Banking. Alcune banche hanno scelto di puntare su passioni e hobby dei propri clienti creando social pages su cinema e tennis (BNL) e altre hanno deciso di focalizzarsi sull’informazione specializzata (Mediolanum). La parola d’ordine, in ogni caso, è coinvolgere.

Il mondo social è dunque una grande opportunità, con un bacino di utenze potenzialmente enorme e da sfruttare sapientemente. Sembra che anche il mondo delle banche italiane abbia imparato a metterlo in conto.


A firma di: Michele Decio Strizzi Contributor
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni
MacroambienteBanche e social, tra minacce ed opportunità.