Enti e ImpreseQuali benefici hanno ottenuto i brand che nel 2022 hanno adottato algoritmi di media buying personalizzati?

Quali benefici hanno ottenuto i brand che nel 2022 hanno adottato algoritmi di media buying personalizzati?

Scibids intelligenza artificiale personalizzabile

Il technology player Scibids si occupa dello sviluppo di soluzioni di intelligenza artificiale per aumentare il ROI del marketing digitale. Perché e in che modo soluzioni come questa potrebbero essere utili?

Il 2022 è stato un anno di difficile lettura per brand e retailer, che, a causa della situazione contingente, hanno dovuto fare i conti con una diminuzione della fiducia e del potere di acquisto di gran parte della propria audience di riferimento.

Allo stesso modo stanno progressivamente sparendo i dati sulle abitudini dei consumatori, utilizzabili per poter ottimizzare le campagne adv; si stima che questo scenario rimarrà di stretta attualità anche nel 2023. 

Con i budget marketing in calo sarà fondamentale avere degli strumenti in grado di agevolare il raggiungimento di KPI precisi. In tal senso, la crescita di Scibids, technology player che si occupa dello sviluppo di soluzioni di intelligenza artificiale per aumentare il ROI del marketing digitale nel rispetto della privacy del consumatore,  è la piena dimostrazione di tale situazione. 

Durante il 2022 Scibids, già socio di IAB Italia, ha consolidato la propria presenza sul mercato italiano, arrivando a collaborare con 7 agenzie media e 34 brand, per un totale di 960 campagne annue e una media di 80 campagne al mese. 

Numeri importanti, raggiunti grazie alla versatilità della tecnologia dell’azienda, facilmente utilizzabile anche senza alcuna competenza di programmazione da parte dell’utilizzatore finale, e quindi perfetta per integrarsi all’interno di modelli di business preesistenti. Gli algoritmi di intelligenza artificiale personalizzabili, infatti, possono essere adottati in maniera trasversale sulle principali DSP di mercato fra cui DV360, Xandr, TheTradeDesk, MediaMath, YouTube.

«La mission di Scibids è quella di aiutare i brand a ottenere il massimo dalla loro spesa per i media digitali e creare strategie scalabili e sostenibili in grado di rispondere al meglio alle sfide di quest’anno – afferma Michele Marzan, country director Italia di Scibids –. Grazie alle grandi competenze del nostro team internazionale aiutiamo i marketer a cogliere al meglio le opportunità del mercato, mettendo loro a disposizione una tecnologia che consente per  esempio un aumento del 30% sui KPI di conversione di una campagna eCommerce, rendendo i dati proprietari e di misurazione di brand e retailer utilizzabili nel processo di acquisto del media; analoghe performance si ottengono in ambito di KPI di brand equity.»

Basandosi su tutte le variabili disponibili a livello di log level data delle DSP, inoltre, gli algoritmi personalizzabili del technology player permettono una maggiore selettività nell’utilizzo del media buying, generando come conseguenza positiva, affermano dall’azienda, un aumento medio degli investimenti pubblicitari del +20%.

Fondamentale è anche l’ottimizzazione garantita in termini di tempo speso, con un risparmio che, stando ancora alle dichiarazioni dell’azienda, è di almeno il 50% del monte ore dedicato alla gestione delle campagne. In questo modo è possibile concentrarsi su attività di maggior valore, come lo studio di nuovi KPI e l’integrazione negli algoritmi di dati di prima parte, che grazie a Scibids possono ottimizzare i processi di media buying in tempo reale sfruttando nuovamente l’integrazione nelle DSP.

Altre notizie su:

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI