Big Data: la professione del Data Scientist

Un po' tutti sappiamo cosa sono i Big Data, ma quali sono le figure professionali che operano in questo campo?

Big Data: la professione del Data Scientist

Nell’ultimo periodo si sente sempre più spesso parlare di Big Data; le professioni legate a questo settore sono, però, ancora avvolte da un alone di mistero. Una delle figure professionali più utili in questo campo è, sicuramente, quella del Data Scientist.
Chi è il Data Scientist? Ma, soprattutto, di cosa si occupa?
Scopriamolo insieme.

Il Data Scientist si occupa di analizzare dati che produrranno informazioni che saranno utili al management per assumere decisioni e disegnare strategie. La figura del Data Scientist si è dimostrata utile non solo alle grandi aziende, ma a qualsiasi realtà, dalle piccole e medie imprese fino alle multinazionali.

Il Data Scientist è molto vicino alla figura del manager, anche dal punto di vista della retribuzione. Sicuramente possiamo dire che è una figura professionale nuova, ancora in via di definizione. Oltre ad essere un analista, è anche un information manager e uno esperto in strategie di business. Le sue analisi sono sempre trasversali a tutti i reparti dell’azienda; i dati vanno sempre trasformati in informazioni comprensibili e semplici, solo in questo modo potranno essere utilizzate al meglio da tutti.

La figura del Data Scientist deve, quindi, possedere molte e varie competenze.Innanzitutto, deve saper gestire, acquisire, organizzare ed elaborare i dati. Inoltre, deve avere competenze statistiche per poter capire quali dati estrarre e come farlo. Infine, è fondamentale che sia un ottimo comunicatore. Questa figura deve essere obbligatoriamente dotata di tre set di skill: deve possedere una preparazione informatica molto solida,deve avere una buona comprensione degli aspetti tecnologici e allo stesso tempo deve essere un conoscitore degli aspetti aziendali. In Italia sono molti gli atenei e centri studio che offrono questo tipo di preparazione; si tratta, soprattutto, di master. Un esempio sono i master istituiti dalle Università di Pisa e dall’Università Luiss di Roma.

Tutti ora si chiederanno, perché questa figura dovrebbe essere utile ad un’azienda? La risposta è molto semplice ed è legata ai concetti di cambiamento e produttività. In un’epoca in cui cambiano i modelli di business delle aziende, le loro politiche economiche e i mercati, per un’azienda diventa fondamentale aumentare la produttività e i relativi profitti che da essa derivano. Per raggiungere quest’obiettivo non si può, quindi, fare a meno delle informazioni elaborate da questi specialisti.


A firma di: Floriana Russo Contributor
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni
MacroambienteBig Data: la professione del Data Scientist