MarketingQuali sono (e cosa hanno in comune) i cinquanta brand più amati al mondo

Quali sono (e cosa hanno in comune) i cinquanta brand più amati al mondo

brand love 2022 talkwalker hootsuite

Torna l'appuntamento con Brand Love, la classifica dedicata da Talkwalker alle marche più amate al mondo: stilata con Hootsuite, l'edizione 2022 vede protagonisti soprattutto brand che hanno puntato sulla sostenibilità.

Con brand Love 2022 Talkwalker prova a stilare una classifica dei marchi più amati dai consumatori a livello globale e a individuare, servendosi in questa edizione della collaborazione con Hootsuite, le ragioni più profonde che hanno conferito loro lo status speciale di love brand .

È la sostenibilità che fa innamorare i consumatori in un mondo che cambia

Con poca sorpresa, i brand più apprezzati quest’anno sono stati quelli capaci di mettere al centro di ogni proprio processo aziendale la sostenibilità intesa in senso ambientale, economico, sociale.

I consumatori hanno premiato, cioè, con il proprio amore – che si traduce tanto in un sentiment positivo delle conversazioni in Rete che riguardano i brand quanto in una maggiore fidelizzazione e in una maggiore probabilità di tornare ad acquistare i loro prodotti per esempio – quelle marche che si sono impegnate a compensare l’impronta di carbonio delle proprie attività, hanno intrapreso processi produttivi e distributivi più rispettosi dell’ambiente e si sono approcciati all’economia circolare, hanno certificazioni di sostenibilità e garantiscono la più totale trasparenza ai propri stakeholder , si assicurano del benessere e della soddisfazione dei dipendenti con appositi piani di welfare aziendale e continuano a rinnovare le proprie policy in materia di diversità e inclusione.

In Brand Love 2022 Talkwalker e Hootsuite si sono ritrovati a constatare che non è solo il customer journey dei consumatori che sta cambiando, facendosi progressivamente meno lineare, meno simile a un funnel e più simile a un cosiddetto “messy middle”. Sono i consumatori stessi che stanno cambiando per effetto inevitabile dell’incertezza dei due anni trascorsi: sono più interessati al noi che all’io; auspicano una “nuova normalità” che sia una versione migliore e perfezionata della vecchia normalità a cui erano abituati; hanno aspettative nei confronti dei brand, soprattutto dei brand che amano di più, molto precise. Desiderano, per esempio, riuscire a entrare davvero in connessione con le aziende, facendolo a partire da valori condivisi; si aspettano che le aziende li sorprendano, creando momenti di incontro e una relazione che sia quanto più possibile personalizzata per esempio; allo stesso tempo, però, si vogliono poter fidare delle aziende da cui comprano.

Come diventare un love brand puntando su fiducia, passione, soddisfazione

Fiducia e soddisfazione sono non a caso, insieme a passione, termini chiave quando si tratta di dare una definizione di love brand e di capire soprattutto come si entra nell’Olimpo dei brand più amati dai consumatori.

Quasi la metà dei millennials , come hanno messo in evidenza Talkwalker e Hootsuite in Brand Love 2022, acquistano oggi solo da aziende che trovano allineate con i propri valori: mostrarsi appassionati e impegnati sui temi e le questioni che più stanno a cuore ai propri clienti è, così, il modo migliore per entrare in relazione con i consumatori e per costruire quella base di fiducia che, soprattutto per i consumatori ancora più giovani, quelli della generazione z , sarebbe la discriminante fondamentale nelle decisioni d’acquisto.

Se insieme a ciò si riesce a garantire un’esperienza d’acquisto davvero soddisfacente, la trasformazione in un love brand è compiuta ed è quando conquista questo “status” privilegiato che un brand può contare su una maggiore disponibilità a pagare da parte dei propri clienti più affezionati e su una maggiore propensione degli ultimi a consigliarlo ad amici e conoscenti tramite il passaparola .

Sono quelli di moda e bellezza i migliori candidati a diventare love brand

Dall’analisi svolta per Brand Love 2022 è emerso chiaramente come il discorso sui love brand – come nascono, che caratteristiche hanno, come entrano in relazione con i clienti – non può prescindere da una serie di considerazioni legate al settore in cui ci si muove.

Quest’anno, per esempio, nel settore viaggi e ospitalità hanno fatto particolare fatica a emergere brand che fossero tra i più amati a livello globale soprattutto perché per via delle restrizioni agli spostamenti e delle misure anticontagio, insieme ai viaggi, sono diminuite anche le conversazioni online a tema travel hospitality (la classifica di Talkwalker e Hootsuite dei brand più amati a livello globale si basa proprio sull’analisi delle conversazioni online e su @tag e @menzioni ricevuti dei profili aziendali). È cresciuta, invece, la fiducia riposta sui brand del retail , ossia sui brand si occupano di commercio al dettaglio o ecommerce , e buoni risultati li hanno ottenuti anche i brand del settore media, sport e intrattenimento ma solo alla voce passione (più difficile è stato per loro fidelizzare i consumatori).

Il settore in cui emergono in assoluto più love brand – un terzo della top 50 di Brand Love 2022 – è quest’anno quello della moda e della bellezza: le aziende del campo si sono impegnate, infatti, negli scorsi mesi a sviluppare nuovi prodotti con minor impatto sull’ambiente, spesso coinvolgendo i consumatori in delle operazioni di co-creation; a rendere personalizzata e personalizzabile l’esperienza d’acquisto, spesso utilizzando allo scopo tecnologie e strumenti digitali anche per venire incontro alle nuove esigenze di un consumatore più “phygital” e a promuovere una cultura della diversità, dell’inclusione, della body positivity dentro e fuori dagli ambienti e dalle politiche aziendali.

Le marche più amate al mondo secondo Brand Love 2022

La classifica dei primi cinquanta brand più amati al mondo di Talkwalker e Hootsuite si apre quest’anno con un podio formato da Asics, Illy e Colorbar Cosmetics.

Asics, Illy e Colorbar Cosmetics sono i tre brand più amati al mondo

A convincere di più tra le strategie messe in atto dal brand di attrezzature sportive sembrano essere state le sponsorizzazioni di eventi di pallavolo, atletica, calcio, badminton che hanno portato Asics a «essere presente nei momenti che hanno regalato gioia agli appassionati di sport», si legge nel report Brand Love 2022. L’azienda ha, però, all’attivo anche collaborazioni con altri brand come Pokémon, per una linea di scarpe per bambini da 1 a 3 anni, o come STEPN, un’app per il tracciamento degli allenamenti che permette agli utenti di raccogliere token e premi in nft .

Di Illy convince non solo un approccio “più verde” alla produzione di caffè che si concretizza nell’impegno ad azzerare la propria carbon footprint entro il 2023, nella sostenibilità inserita come valore chiave nello statuto aziendale, nell’adesione a progetti a favore dell’ambiente e nel possesso di adeguate certificazione. I consumatori associano il brand a «un momento […] di piacere, in cui si sentono a posto con la coscienza» e ciò è amplificato da operazioni, come la #IllyArtCollection, che hanno portato il brand a collaborare nel tempo con artisti come Marc Quinn e Marina Abramovic tra gli altri.

Colorbar Cosmetics è diventato il brand più amato nella sezione bellezza, invece, puntando soprattutto su alcuni tratti distintivi sia dei suoi prodotti e sia del modo in cui sono comunicati: sono cosmetici genderless quelli dell’azienda e ottenuti con processi di lavorazione cruelty-free e ci se ne rende conto subito a  guardare i contenuti appositamente realizzati per l’azienda dalla rete, molto ampia, di content creator – youtuber soprattutto – con cui collabora.


La classifica di Brand Love 2022 prosegue con brand come Nuxe, Maisons du Monde, Bonduelle, Jimmy Choo, Kewpie, Fjällräven e MUJI.

I dieci brand più amati in Italia nel 2022

Ci sono, prevedibilmente, importanti differenze se si scende a guardare più nel dettaglio quali sono i brand più amati paese per paese. La top 10 dei love brand in Italia per il 2022 è composta, per esempio, nell’ordine da Aprilia, Abarth, Illy, Prada, Zoom, IKEA, Dolce & Gabbana, Valentino, Gucci, LEGO.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI