MacroambienteÈ partita la Call for Digital Creators del WMF 2022

È partita la Call for Digital Creators del WMF 2022

Call for Digital Creators del WMF 2022

La Call for Digital Creators del WMF si chiuderà il 10 maggio, ma è solo una delle iniziative del Festival sull'Innovazione per la valorizzazione del lavoro dei creatori di contenuti digitali.

Per il secondo anno consecutivo il Festival sull’Innovazione, il WMF, ha lanciato la Call for Digital Creators, un’iniziativa per la valorizzazione delle nuove professioni digitali rivolta in particolare ai creator, coloro i quali usano cioè le piattaforme digital (YouTube, TikTok, Instagram, Spotify, Twitch, Spreaker, ecc.) per la diffusione di contenuti. 

Come partecipare alla Call for Digital Creators del WMF 2022

Può partecipare alla call chiunque realizzi contenuti digitali di diversa natura, ossia di tipo informativo, di intrattenimento, di sensibilizzazione e così via, che mixino creatività e attitudine imprenditoriale.

Per iscriversi i creator dovranno compilare il semplice form della Call for Digital Creators del WMF 2022 entro e non oltre il 10 maggio 2022. 

Saranno poi selezionati otto best creator finalisti che parteciperanno al WFM 2022, in programma dal 16 al 18 giugno alla Fiera di Rimini. Proprio in occasione dell’evento, infatti, si terrà la fase finale della call, durante la quale i creator potranno presentare le loro idee al pubblico presente.

A scegliere il migliore creator della Call for Digital Creators del WMF 2022 sarà, così, il pubblico del WMF 2022 insieme a una giuria dedicata. È inoltre previsto un premio anche al migliore podcaster.

Il premio per i due vincitori sarà – come si legge nella nota stampa diffusa – quello di essere «supportati nella promozione del loro progetto lavorativo attraverso attività di collaborazione con il Festival durante il WMF2023».

Il WMF si sta impegnando per una normativa dedicata ai digital creator

La Call for Digital Creators, comunque, è soltanto una delle iniziative di valorizzazione dell’imprenditoria digitale del WMF. Riconoscendo l’importanza del lavoro dei creator digitali nella comunicazione odierna – come confermano anche le presenze di numerosi noti creator nelle precedenti edizioni del Festival sull’ innovazione (dai The Jackal a Casa Surace e agli Gli Autogol, oltre a tanti altri) –, il WMF si sta infatti impegnando in diversi modi affinché sia riconosciuto anche più “istituzionalmente”.

Nello specifico, durante il WMF sarà dedicato uno spazio anche a un nuovo tavolo di lavoro tra creator e istituzioni, con l’obiettivo di elaborare una proposta normativa che tuteli i digital creator; si porterà avanti in questo modo un tema già discusso nell’edizione 2021 dell’evento e che ha fatto sì che il 9 marzo la Commissione Lavoro della Camera dei Deputati, riprendendo la proposta del WMF dello “Statuto dei lavoratori del web”, pubblicasse un documento conclusivo dell’indagine sui creator.

Altre notizie su:

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI