Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Resta aggiornato:
Inside Marketing
CampagneCon la campagna “Ticket to Tokyo” Microsoft ha organizzato un tour virtuale nella città giapponese, su Teams

Con la campagna "Ticket to Tokyo" Microsoft ha organizzato un tour virtuale nella città giapponese, su Teams

La campagna "Ticket To Tokyo", lanciata in occasione delle Olimpiadi, ha permesso a Microsoft di mettere in risalto l'utilità di Teams a fini di intrattenimento e svago, oltre che per il lavoro da remoto.

Immagine relativa alla campagna di Microsoft Ticket to Tokyo per promuovere Microsoft Teams

Negli ultimi mesi, la diffusione delle nuove varianti del virus ha portato diversi paesi ad adottare nuove norme orientate al contenimento dei contagi. Il Giappone in particolare è tra quelli con misure più restrittive per quanto concerne i viaggi e difatti, a fine luglio 2021, è vietato l’ingresso di cittadini provenienti da oltre 150 stati[1]. Con l’avvicinarsi delle Olimpiadi di Tokyo 2020 diversi turisti avevano pensato di recarsi nel Paese, ma a inizio luglio il Comitato Olimpico ha annunciato che l’evento si sarebbe svolto senza pubblico per evitare la diffusione del virus[2]. Pensando a tutti i viaggiatori che quest’anno non hanno potuto esplorare la bellezza di Tokyo è nata la campagna Microsoft Ticket to Tokyo, che ha consentito agli utenti di scoprire virtualmente la città, grazie a un tour condotto attraverso la piattaforma Microsoft Teams.

La campagna Microsoft “Ticket to Tokyo”: un viaggio virtuale attraverso Teams

«Ciò che le persone amano delle Olimpiadi non sono soltanto gli sport ma lo scambio culturale, il modo in cui culture e persone diverse si incontrano e ti permettono di imparare qualcosa sul Paese e in particolare sul Paese che ospita l’evento» ha spiegato Kathleen Hall, corporate VP of brand, advertising and research di Microsoft[3].

Il video, creato dall’agenzia pubblicitaria statunitense Mccann, si apre con la testimonianza di diverse persone che avevano acquistato i biglietti per Tokyo e i cui viaggi sono stati cancellati a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia. Per questa ragione, con la campagna Microsoft “Ticket to Tokyo“, l’azienda ha permesso a diversi utenti di conoscere meglio la città olimpica, “viaggiando tramite Teams. Le persone del posto hanno guidato i turisti alla scoperta della città di Tokyo.

Ticket to Tokyo | Microsoft Teams
Ticket to Tokyo | Microsoft Teams

«Quando le persone non sono potute andare a Tokyo, Teams ha portato Tokyo da loro» si può leggere nello spot in cui cinque residenti della città in questione mostrano a diversi utenti sparsi per il mondo strade, locali e tradizioni, usando la piattaforma Microsoft Teams.

Oltre allo spot principale sono stati creati diversi video più brevi, in cui si vedono più nel dettaglio locali e tradizioni, presentati dai differenti “host virtuali“. Tra le diverse “mete” del tour virtuale, il gruppo di utenti che ha partecipato alla videoconferenza ha potuto esplorare, insieme a Rikarin, una ragazza giapponese che lavora nella moda, uno dei diversi Cat Café presenti a Tokyo: si tratta di Mocha, un bar in cui potersi rilassare e bere qualcosa in compagnia di gatti e altri animali, benvenuti in questo genere di locale.

Ticket to Tokyo: Cat Café | Microsoft Teams
Ticket to Tokyo: Cat Café | Microsoft Teams

A guidare il tour c’era anche Amy che, come Rikarin, lavora nell’industria della moda e vive in Giappone. Tra i luoghi e i costumi che ha scelto di mostrare durante il tour virtuale vi è un dolce tipico giapponese, molto apprezzato in estate: si tratta del Kakigori, presentato ai turisti in un locale tradizionale in cui questo dessert viene realizzato in gusti diversi.

Ticket to Tokyo: Kakigōri | Microsoft Teams
Ticket to Tokyo: Kakigōri | Microsoft Teams

Come in una vera e propria videochiamata di Teams, i video creati per la campagna Microsoft “Ticket to Tokyo” mostrano immagini riprese dai cellulari e dai computer delle guide, ma anche le reazioni degli utenti che avrebbero dovuto recarsi di persona a Tokyo e che hanno avuto in questo modo un piccolo assaggio della città.

Microsoft punta a un target diverso: Teams non serve solo per il lavoro da remoto

Dall’inizio della pandemia Microsoft ha sviluppato diversi prodotti e iniziative pensati per aiutare le persone a lavorare da remoto (grazie all’uso di Teams e al lancio della piattaforma Microsoft Viva, per esempio). Ora, in un nuovo spot pensato per essere trasmesso durante la cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Tokyo, l’azienda ha messo in evidenza l’utilità di Teams anche ad altri scopi, come permettere ai viaggiatori di esplorare una città in cui non ci si è potuti recare a causa della pandemia.

La paura dell’aumento dei contagi nel Paese ha generato alcune polemiche, portando per esempio Toyota a ritirare in Giappone gli spot ideati per le Olimpiadi. Se da un lato alcuni brand hanno preferito evitare eventuali polemiche, Microsoft invece ha trovato l’occasione perfetta per promuovere la propria piattaforma, in un modo diverso rispetto alle campagne precedenti.

Sembra infatti che il gigante tech stia cercando di riposizionare questo prodotto sul mercato, presentandolo come una piattaforma che può rivelarsi utile non solo in ambito lavorativo ma anche a fini di svago.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

© Inside Marketing 2013 - 2021 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI