MacroambienteLa nuova campagna ActionAid “Non chiederti quanto costa, chiediti quanto vale” parla di solidarietà e racconta il viaggio in Ghana dei The Jackal

La nuova campagna ActionAid “Non chiederti quanto costa, chiediti quanto vale” parla di solidarietà e racconta il viaggio in Ghana dei The Jackal

Campagna The Jackal e ActionAid per il 2022
Fonte: canale YouTube ActionAid.

La campagna The Jackal e ActionAid per il 2022, attraverso un mood leggero e ironico, stimola il pubblico a riflettere su delicate tematiche sociali quali il valore dell'adozione a distanza e la lotta contro la povertà.

Ancora una volta il sodalizio tra The Jackal e ActionAid ha dato vita a una campagna: “Non chiederti quanto costa, chiediti quanto vale” è un’iniziativa che mira a sensibilizzare il pubblico circa una precisa tematica, ossia il valore dell’adozione a distanza.

Per supportare il progetto è stato divulgato un video ad hoc e sono state affiancate alla campagna The Jackal e ActionAid per il 2022 iniziative collaterali come una diretta su Twitch del 1°dicembre con Gianluca Colucci (in arte Fru), Aurora Leone, Simone Ruzzo e l’attrice Michela Giraud, tesa a sottolineare l’importanza di sostenere comunità in difficoltà – e unintervista al gruppo di comici italiani.

Lo spot della campagna The Jackal e ActionAid per il 2022 racconta una reale esperienza di vita in Ghana

Il commercial, on air sui canali digitali di The Jackal e di ActionAid, dallo scorso 30 novembre, nasce dal forte desiderio di alcuni membri dei The Jackal, ossia Aurora Leone, Fru e Simone Ruzzo, di fare visita di persona a Mariam, una bambina africana che il gruppo di comici ha adottato a distanza.

Più nello specifico, la volontà dei The Jackal era quella di guardare con i loro stessi occhi la realtà territoriale e le relative condizioni di vita, condividendo con la bambina un giorno molto importante per lei: la sua cerimonia di inizio anno scolastico celebrata nella città di Tamale, capitale della regione settentrionale del Ghana.

In particolare, lo spot ActionAid 2022 si apre con un interrogativo che i The Jackal pongono a loro stessi e ai propri spettatori: quanto denaro si può spendere durante un weekend? Successivamente, vengono evidenziate le spese sostenute in un fine settimana trascorso in Italia e a Tamale, tra acquisti e cene fuori. Non mancano, a tal proposito, varie scene, dall’inconfondibile tone of voice ironico dei The Jackal, in cui i ragazzi si concedono un po’ di svago e visitano Tamale.

Anche se il commercial sembra essere apparentemente improntato sulla domanda «quanto costa un weekend in Ghana?» in realtà la vera natura dello spot viene svelata allo spettatore nella parte centrale del video, quando vengono mostrati i comici mentre visitano una scuola africana inaugurata da ActionAid nel 2021. L’edificio non è per i bambini del Ghana solo un luogo fisico dove poter studiare e ricevere cure mediche, ma è simbolo di speranza per i bambini e soprattutto per le bambine, purtroppo costrette spesso a rinunciare all’istruzione.

I ragazzi del gruppo comico si sono, poi, immersi nella cultura locale provandone i sapori, sentendone gli odori e condividendo con la comunità momenti dedicati al ballo, al gioco e al canto.

I The Jackal hanno incontrato, inoltre, non solo Mariam e altri bambini ma anche donne che, come si apprende dalla nota stampa rilasciata dall’ente no profit, «grazie al supporto di ActionAid hanno avviato imprese agricole con cui sostengono tutti i giorni le loro famiglie».

Campagna The Jackal e ActionAid per il 2022

Nello spot ActionAid 2022 Aurora Leone visita una scuola africana inaugurata nel 2021 da ActionAid. Fonte: canale YouTube ActionAid.

In questo contesto le parole di Aurora Leone mettono in evidenza la situazione attuale delle comunità del Ghana; è proprio lei, infatti, a spiegare agli spettatori come l’adozione a distanza e le attività di ActionAid possano davvero comportare un mutamento concreto e tangibile – come hanno potuto constatare di persona i The Jackal – in positivo, nella vita quotidiana dei bambini che vivono in Africa, Asia e America Latina.

Il commercial, quindi, stimola in realtà lo spettatore a riflettere su quanto vale, e non su quanto costa un fine settimana, concetto rimarcato dal nome della campagna e dello spot stesso, che indica come sia possibile investire denaro destinato ad attività futili come un fine settimana in cose davvero importanti che riguardano il futuro dei ragazzi bisognosi.

Infine, il filmato si chiude con alcune utili informazioni relative alle adozioni e con un frame che mostra il nome dell’iniziativa, il logo e quello che potrebbe essere considerato il payoff di ActionAid, ossia “Realizza il cambiamento“, e una call che sottolinea ancora il valore della solidarietà: «adotta un bambino a distanza. Cambia la sua vita e anche la tua!».

Non chiederti quanto costa. Chiediti quanto vale.
Non chiederti quanto costa. Chiediti quanto vale.

L’intervista ai The Jackal in merito alla partnership con ActionAid

I The Jackal non sono nuovi a iniziative di comunicazione volte a supportare il terzo settore: dal 2016, infatti il team di comici collabora con ActionAid sostenendo la causa al punto tale da adottare a distanza 10 bambini, a partire dal 2018.

L’intervista al gruppo di comici, divulgata questo dicembre sul canale YouTube di ActionAid, racconta la collaborazione con l’ente no profit e dà voce alle forti emozioni provate dai tre comici durante il loro fine settimana a Tamale, nel corso del quale hanno potuto constatare le enormi difficoltà che affrontano ogni giorni bambini e adulti del posto.
Al tempo stesso, l’intervista mette in luce i motivi alla base della collaborazione tra il gruppo di attori e comici e ActionAid: questa partnership nasce, citando le parole di Simone Ruzzo, «dall’obiettivo di sensibilizzare sul sostegno a distanza tramite un linguaggio […] più leggero e più ironico!».

Diversi sono, infatti, i video realizzati dal gruppo di comici che mostrano un connubio vincente di due tone of voice diversi, cioè quello ironico e quello emozionale: ne sono un valido esempio sia il commercial per la campagna The Jackal e ActionAid per il 2020 sia lo spot ActionAid 2022, analizzato sopra.
Quest’ultimo filmato, infatti, da un lato mette in scena alcune buffe performance dei comici, in grado di strappare un sorriso allo spettatore, ma anche un TOV emozionale che descrive il vero messaggio sociale che vuole trasmettere lo spot: come l’adozione a distanza possa essere un gesto semplice, ma in grado di donare tanto, non solo alle comunità del mondo in difficoltà ma anche al donatore stesso, in termini di sensazioni inestimabili.

L’intervista prosegue, poi, con le parole di Fru che sottolineano come sia possibile mescolare la comicità alla divulgazione. Si potrebbe dire che quest’ultima è una formula vincente, messa in atto non solo per lo spot ActionAid 2022, ma ormai collaudata dal gruppo di comici italiani che, nei propri video, amano contrappore a scene di intrattenimento, scene di natura informativa ed educativa. Lo stesso avviene, per esempio, nel video realizzato da i The Jackal e Ferrarelle per diminuire l’utilizzo della plastica.

Infine, l’intervista si chiude, così come lo spot della campagna, con i simboli relativi a ActionAid, descritti sopra.

Intervista ai The Jackal, al fianco di ActionAid dal 2016.
Intervista ai The Jackal, al fianco di ActionAid dal 2016.

Lo spot ActionAid 2022 mostra, ancora una volta, come il gruppo di comici italiani riesca, anche in contesti particolarmente delicati, ad attirare l’attenzione del pubblico e, al tempo stesso, promuovere cause sociali importanti.
Inoltre, se si considera la notorietà dei The Jackal, la scelta di renderli protagonisti insieme ai bambini del Ghana dell’iniziativa “Non chiederti quanto costa, chiediti quanto vale”, aumenta le probabilità di dare visibilità e risonanza alla tematica della lotta alla povertà tramite l’adozione a distanza, promossa dallo spot ActionAid 2022.

Credits Campagna The Jackal e ActionAid per il 2022


Ideato, scritto e prodotto da
: The Jackal
Autori: Alessandro Grespan, Federico Melia, Alfredo Felco, Filippo Di Loreto, Gianluca Colucci, Aurora Leone, Francesco Ebbasta, Ciro Priello e Fabio Balsamo
Produttore esecutivo: Simone Russo
Aiuto regia: Luca Silvestre
Coordinatrice di produzione: Anna Chiara De Filippis
Head of the jackal management: Anna Manzo
Digital project manager: Melissa Farina
Montaggio, post produzione e grafiche: Nicola Verre, Mario Rotili e Alfredo Felco
Amministrazione: Arianna Avolio, Antonella Tommasini, Rosita Venutie Raffaele Sodano

Troupe Ghana
Operatore video: Matteo Contessi

Troupe Italia
Regia: Alessandro Grespan e Federico Melia
Direttore della fotografia: Peppe de Muro
Assistente operatore: Deborah Veneziano
Elettricista: Antonio de Muro
Scenografia: Miriana Palomba
Reparto audio: Giorgio Durantino, Federico Blasi e Federica Spiteri
Trucco: Antonello Astarita

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI