ComunicazioneContro la disinformazione sul voto del 25 settembre su TikTok arriva il Centro Elezioni

Contro la disinformazione sul voto del 25 settembre su TikTok arriva il Centro Elezioni

centro elezioni di tiktok

Raccoglierà al suo interno fonti aggiornate e verificate e risorse ministeriali sul voto: il Centro Elezioni non è, però, il solo strumento con cui TikTok prova a combattere disinformazione e fake news sulle politiche 2022.

In vista delle elezioni politiche italiane diversi sono i politici alla scoperta di TikTok come canale da cui provare a parlare alla fetta più giovane dell’elettorato, ai quali si aggiunge un discussissimo filtro che suggerirebbe agli utenti, dopo aver risposto a un paio di domande, cosa scrivere sulla scheda il 25 settembre 2022[1], non prima di aver “regalato” alla piattaforma dati di cui non si comprendono modalità di raccolta e trattamento. La piattaforma di casa ByteDance, però, per l’occasione ha adottato un approccio che altri social hanno già sfruttato per esempio per le ultime presidenziali americane e per la pandemia da coronavirus: sono nati, infatti, hub informativi in cui trovare fonti ufficiali e verificate sui temi in questione. Per la prima volta, così, fino alla fine della campagna elettorale si può accedere da mobile al Centro Elezioni di TikTok.

Com’è fatto e a cosa serve il Centro Elezioni di TikTok

Il Centro Elezioni contiene informazioni pratiche che riguardano data e modalità di voto, ma anche gli oggetti che è possibile portare con sé al seggio, un countdown colorato e curiosità sul voto che dovrebbero rendere più facile coinvolgere i tiktoker. A questi vengono suggerite, soprattutto, fonti verificate e risorse ufficiali[2], tra cui quelle del Ministero dell’interno e del Dipartimento affari interni e territoriali, utili per tenersi aggiornati durante la campagna elettorale.

È stata la stessa compagnia a ribadire, nel presentarlo, che il nuovo strumento serve a «garantire l’accesso a informazioni autorevoli»[3] e insieme «a proteggere l’integrità della piattaforma» anche in un momento cruciale per il discorso e la vita pubblica di un paese come quello delle elezioni, nella consapevolezza che non è certo in questo frangente che i tiktoker smettono di «condividere contenuti creativi e divertenti».

Se ogni giorno con le proprie policy e linee guida la piattaforma si impegna a mantenere «positiva e ispirata» la community di tiktoker, in campagna elettorale ciò non può non passare anche dal difenderli dalla disinformazione e il Centro Elezioni di TikTok avrà un ruolo cruciale, in effetti, anche all’interno della strategia della piattaforma per combattere le fake news sulle elezioni politiche italiane 2022.

All’hub informativo si potrà accedere in maniera semplificata tramite uno speciale avviso che verrà mostrato ogni volta che si interagirà con tiktok che contengono i tag #elezioni o #elezioni2022, tra i principali hashtag a tema elettorale.

Le misure di TikTok contro la disinformazione elettorale

Un’etichetta segnalerà più in generale i tiktok ad argomento politico ed elettorale, sia che siano pubblicati da utenti comuni, sia soprattutto che siano condivisi dagli account di partiti ed esponenti politici: anche in questo caso sarà suggerito ai tiktoker di approfondire i temi in questione all’interno del Centro Elezioni di TikTok. Un approccio per molti versi simile a quello di Twitter che per le elezioni 2022 ha chiuso ufficialmente una partnership con il Ministero dell’interno.

Ci sarà naturalmente la possibilità per i tiktoker di scegliere di non vedere più mostrati contenuti a tema elezioni, come normalmente è possibile fare per tiktok che contengono determinati termini o per cui sono stati usati determinati hashtag.

La collaborazione con fact checker come quelli di Facta.News permetterà di individuare le informazioni meno accurate condivise sulla piattaforma e ostacolarne la diffusione. Un contenuto a tema elezioni 2022, inoltre, non verrà considerato idoneo per la raccomandazione nella sezione Per Te” se non sarà possibile verificarne autenticità e affidabilità; chiunque voglia interagire o condividere il medesimo contenuto sarà avvisato della sua natura fuorviante – con ogni probabilità con un avviso pop-up – e invitato a riflettere su quanto sia opportuna la sua pubblicazione.

Dei moderatori umani, con il supporto di sistemi tecnologici e automatizzati, si accerteranno che i contenuti a tema elezioni politiche 2022 siano in linea con le policy della piattaforma e cioè che, oltre a non diffondere fake news politiche, non incitino all’odio o a comportamenti violenti e non costituiscano forme di abuso. A loro anche il compito di garantire il rispetto essenziale di altre linee guida della piattaforma, come quelle che vietano di fare pubblicità politica su TikTok, nonostante la piattaforma stia molto spingendo negli ultimi mesi sugli investimenti in ads.

«Promuovere un ambiente autentico» per la community, insomma, sembra venire prima di qualsiasi forma di guadagno (anche perché propedeutico a questo) e in vista di importanti appuntamenti politici ciò non può che passare dal garantire una certa «integrità elettorale», ribadiscono da TikTok.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI