Chef e presenza online: quali i più influenti sui social network?

Blogmeter individua gli chef che operano sul mercato italiano più presenti sui social. Non è solo popolarità, ma influencer marketing.

Chef e presenza online: quali i più influenti sui social network?

Attorno al mondo del cibo, anche nella sua versione “hi-tech”, gira un business fiorente. Non si tratta solo della mania del food porn che riempie le timeline di piatti succulenti, dimostrandosi un’ottima strategia di promozione per chi opera nell’eno-gastronomia, né della rivoluzione digitale del food delivery che, pure, sembra essere uno dei settori più promettenti.

Quello del cibo è, come quello del fashion, il regno per eccellenza dell’influencer marketing. Blogger, ristoratori, manager, esperti di salute e nutrizione, infatti, hanno un ruolo fondamentale nel diffondere una cultura della buona alimentazione, quando non responsabili di veri e propri trend e manie alimentari. In un panorama come questo, anche gli chef sembrano avere un ruolo non indifferente: sempre più popolari, grazie anche a programmi e format televisivi che li sdoganano al grande pubblico, hanno in genere grandissimo seguito e ciò li rende, di fatto, trend setter e influencer di rispetto. Chi opera nel settore, insomma, non può ignorarli.

Le aziende alimentari, per esempio, potrebbero avere forte interesse a cercarli per endorsement e sponsorizzazioni, non prima, certo, di aver valutato il loro reale seguito e le loro social performance per accertarsi dell’utilità dell’investimento rispetto a coerenza con il proprio brand, capacità di comunicare con i propri clienti, etc..

A questo sembra servire lo studio di Blogmeter, “Top Social Celebrities“: analizzando l’attività quotidiana sui canali Facebook, Twitter e Instagram ufficiali di 38 grandi chef che operano sul mercato italiano, si è cercato di individuare i più influenti, quelli che avevano più seguito, quelli che riuscivano meglio nella gestione della community.

Chi è lo chef più influente?

Il premio di chef più influente va, secondo Blogmeter, a Marco Bianchi. È lui, infatti, il campione di engagement: nel solo periodo giugno-agosto 2016 ha ottenuto oltre 1 milione di interazioni, di cui almeno 53mila sono citazioni da parte di fan/follower. A rendere così efficace la sua strategia social una presenza costante su quasi tutte le piattaforme, con contenuti che variano dal promozionale all’informativo – tra i temi più “partecipati” c’è non a caso il vaccino – non tralasciando la sfera privata e familiare e il rapporto diretto con la propria community; lo chef-divulgatore spesso, infatti, condivide esperienze, ricette, soluzioni alimentari e di salute consigliategli dai suoi fan.

Il secondo posto è, invece, di Chef Rubio. In questo caso, però, il grosso delle interazioni – in totale quasi 840mila – è con account mediatici e aziendali, nello specifico quello di DMAX, canale che trasmette la trasmissione più nota dello chef di Frascati, e quello di Birra Peroni di cui è testimonial.

E quello più seguito?

Medaglia di bronzo per quanto riguarda l’engagement ad Antonino Cannavacciuolo che è campione, però, in termini di ampiezza della community: lo chef napoletano ha, infatti, almeno 1.6 milioni tra fan e follower. Tra i più seguiti in assoluto, comunque, anche Carlo Cracco e Alessandro Borghese.

chef-italiani-piu-influenti-sui-social

Fonte: Blogmeter

I social a prova di chef

Interessante è, poi, il tentativo di Blogmeter di individuare i social maggiormente “a prova” di chef. Come sempre quando si parla di social network, infatti, vale il principio della specializzazione, di piattaforme più idonee ai contenuti e alle attività in questione. Con un po’ di sorpresa, anche per gli chef il social che garantisce più engagement è Facebook, segue Instagram e, per ultimo, Twitter.

Quali sono stati i post con più interazioni?

Per i più curiosi, infine, il social listening di Blogmeter ha individuato anche i post più popolari. Su Facebook vince il post di Pasquetta di Cannavacciuolo: la grigliata dello chef ha raccolto, infatti, oltre 64mila like, 3mila commenti e mille condivisioni, per un totale di oltre 67mila interazioni. Il tweet che ha fatto registrare più engagement è, invece, quello con cui è stata annunciata la premiazione di Massimo Bottura per un progetto di solidarietà durante le Olimpiadi di Rio 2016 (940 like e 326 retweet). Ancora di Bottura è, infine, il post con più engagement su Instagram: nello scatto da oltre 23mila like e 746 commenti lo chef è a New York in compagnia di Robert De Niro.

post-chef-italiani-piu-engagement

Fonte: Blogmeter


Virginia Dara
A cura di: Virginia Dara Autore Inside Marketing
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni
MarketingChef e presenza online: quali i più influenti sui social network?