Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Resta aggiornato:
Inside Marketing
MacroambienteLa collezione di NFT lanciata da Coca-Cola rende omaggio al brand ma ha anche uno scopo benefico

La collezione di NFT lanciata da Coca-Cola rende omaggio al brand ma ha anche uno scopo benefico

Coca-Cola ha recentemente messo all'asta una collezione di NFT, un'iniziativa che ha scopo di beneficienza ma punta anche a celebrare l'identità dello storico brand. Non è l'unica marca a usare i token non fungibili con questo proposito.

Coca-cola lancia una collezione di NFT

L’asta avrà inizio venerdì 30 luglio, giorno in cui si festeggia la giornata internazionale dell’amicizia, tema centrale della nuova iniziativa di quest’azienda: Coca-Cola lancia una collezione di nft che richiamano diversi elementi rappresentativi della marca e che potranno essere acquistati entro il 2 agosto.

Coca-Cola lancia una collezione di NFT che richiamano l’identità del brand

Elementi diventati quasi onnipresenti come la famosa bottiglia di vetro, iconiche pubblicità e il font inconfondibile di Coca-Cola hanno ispirato la creazione della prima collezione di non-fungible token firmati dall’azienda che vuole sfruttare gli NFT per «reinterpretare il patrimonio» del brand per il mondo virtuale come si legge nel comunicato stampa pubblicato il 28 luglio[1].

Mentre rende omaggio al passato, Coca-Cola lancia una collezione di NFT che racchiude anche la volontà di tenere il passo con le nuove tendenze. Infatti, come ricorda Oana Vlad, global senior brand director della marca, «la Coca-Cola ha giocato un ruolo attivo e autentico nella cultura pop nel corso degli anni» e la decisione di puntare sugli NFT rappresenta un tentativo di adeguarsi alle nuove tecnologie e ai nuovi trend che caratterizzano la cultura di oggi.

Per Coca-Cola, però, la decisione di creare dei token non fungibili ispirati al brand racchiude un significato più profondo. La brand identity di Coca-Cola è stata sempre associata alla creazione di momenti di gioia e di condivisione tra le persone: così, «visto che gli NFT sono creati per essere permanenti e non transitori, abbiamo voluto sviluppare qualcosa di dinamico, degli NFT “vivi” che possono essere apprezzati più e più volte nel corso del tempo, proprio come la Coca-Cola».

In cosa consiste la prima collezione di NFT di Coca-Cola?

La giornata Internazionale dell’Amicizia è sembrata così l’occasione perfetta per raccogliere dei fondi a favore di un «partner e amico» di lunga data di Coca-Cola, come fatto notare nel comunicato stampa: per questa ragione, tutti i soldi ricavati dall’asta verranno donati alla Special Olympics International, organizzazione sportiva per le persone con disabilità intellettiva.

Sarà dunque possibile partecipare all’asta facendo un’offerta sul marketplace OpenSea per l’acquisto del “NFT Coca-Cola Friendship Box“, una versione digitale del distributore automatico vintage di Coca-Cola che verrà accompagnato da altri tre NFT.

Su una pagina creata ad hoc, Coca-Cola presenta i differenti NFT della collezione appena lanciata.
Uno di questi è la Friendship Card ossia una versione delle famose trading card di Coca-Cola sotto forma di NFT, ispirata all’amicizia.

Fonte: Coca-Cola

C’è inoltre la “Coca Cola Bubble Jacket Wearable“, una giacca futuristica ispirata alle classiche uniformi di consegna della Coca-Cola, che comprende anche una versione di questo capo che può essere indossato dagli utenti – o, meglio, dai loro avatar – all’interno della piattaforma social di realtà virtuale Decentraland.

Infine, c’è il “Coca-Cola Sound Visualizer“, un NFT ideato per «catturare l’esperienza di condivisione di una Coca-Cola tramite l’uso di indizi sonori facilmente riconoscibili» (come quello dell’apertura della bottiglia o di bere un sorso rinfrescante).

Sounder visualizer e giubbotto sotto forma di NFT. di Coca-Cola. Coca-Cola lancia una collezione di NFT

Fonte: Coca-Cola

Con una iniziativa simile, anche Campbell punta sugli NFT

Recentemente un altro iconico brand ha deciso di cavalcare l’onda degli NFT: Campbell Soup ha messo all’asta (sempre su OpenSea) un NFT ispirato alla famosa lattina di zuppa[2] e anche in questo caso i ricavi verranno donati a Feeding America, organizzazione impegnata nella lotta contro la fame.

Un altro aspetto che hanno in comune l’iniziativa di Campbell e di Coca-Cola è che entrambe sembrano riflettere la volontà di celebrare due brand storici, con un ruolo non indifferente nella cultura occidentale.

A questo proposito, in un comunicato pubblicato il 27 luglio, Linda Lee, la chief marketing officer meals & beverage Campbell Soup Company, ha parlato del percorso di Campbel per «reimmaginare questa marca iconica e renderla accattivante per le nuove generazioni di consumatori»: [3]

Lo sviluppo della nostra prima opera d’arte NFT rende omaggio al nostro posto nell’arte e nella cultura pop, celebrandolo attraverso il mezzo artistico più moderno fino a oggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

© Inside Marketing 2013 - 2021 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI