Enti e ImpreseInvestire in digitale è sicuro e conviene: ecco le soluzioni di Gianluca Poggi di G-Network Italia

Investire in digitale è sicuro e conviene: ecco le soluzioni di Gianluca Poggi di G-Network Italia

G-Network investire digitale

Spesso gli investimenti in digitale risultano più sicuri di quelli tradizionali e scalabili alle esigenze dei singoli: G-Network Italia aiuta aziende e freelance a progettarli e renderli più remunerativi fase dopo fase.

Dal digitale proviene oggi un gran numero di opportunità: lo sanno bene le aziende che, anche in seguito alla pandemia e ai suoi effetti ad ampio raggio, hanno accelerato i processi di digitalizzazione e continueranno a farlo nel futuro immediato (secondo delle stime, grazie ai fondi del PNRR potrebbero aumentare del 4% gli investimenti in ICT)[1]. Anche per privati, liberi professionisti, piccoli imprenditori, però, investire in digitale sviluppando un software, un’app o qualsiasi altro progetto “2.0” può essere molto remunerativo a fronte, peraltro, di un rischio davvero moderato.

Gli investimenti tradizionali non sono (sempre) sicuri come sembrano

Quando si parla di investimenti il pensiero continua a correre veloce alla finanza, eventualmente anche nella sua versione “tech”: titoli, azioni, obbligazioni e – ancor di più –  criptovalute o NFT sono, però, strumenti con cui bisogna avere grossa familiarità perché risultino davvero remunerativi e che, soprattutto, non di rado sono volubili non solo alle dinamiche interne del settore ma anche a una serie di eventi “esterni” di cronaca, di geopolitica e via di questo passo.

Quasi sempre investire in maniera tradizionale richiede assumersi un rischio considerevole che non può non essere compensato da una buona conoscenza della materia finanza e dello strumento specifico su cui si decide di puntare e dal riuscire a restare sempre aggiornati sull’andamento dei propri investimenti, monitorandoli scrupolosamente ed eventualmente rimodulandoli. In altre parole, gli investimenti finanziari non sono investimenti per principianti: non a caso tra i consigli che gli addetti ai lavori danno più frequentemente a chi vuole iniziare a investire in sicurezza c’è diversificare quanto più possibile gli strumenti con cui si decide di farlo.

Investire in digitale conviene: ecco perché

Contrariamente agli investimenti finanziari, si può cominciare subito a investire in digitale, con le giuste precauzioni e i giusti alleati come G-Network Italia, ma senza necessariamente dover padroneggiare o conoscere a menadito le dinamiche e gli ultimi trend del digitale.

Gli investimenti digitali hanno, infatti, tra le caratteristiche chiave quella di essere personalizzabili e riuscire ad adattarsi al meglio alle singole esigenze. Per un giovane professionista che abbia bisogno di costruire il proprio brand investire in digitale può voler dire, per esempio, cominciare dal creare un sito web personale e impostare una strategia di presenza sui social network. Per una piccola azienda a conduzione familiare, invece, digitalizzare potrebbe significare innanzitutto digitalizzare le vendite attraverso la realizzazione e la messa in funzione di un eCommerce. Ancora, investire in digitale potrebbe avere a che fare con il creare nuovi progetti media completamente online per un editore tradizionale, così come con il rilasciare una nuova app con funzionalità diverse da quelle già presenti sui play store per uno sviluppatore informatico.

Oltre che personalizzabili, gli investimenti digitali sono nella maggior parte dei casi anche modulabili: si può decidere, cioè, di investire nel digitale con le sue diverse sfaccettature gradualmente e a seconda di quelle che sono le proprie disponibilità, senza rischi eccessivi e assicurandosi sempre un certo ritorno dai propri investimenti.

Oggi anche quelli digitali a disposizione di una piccola azienda, un libero professionista o qualsiasi altro tipo di business sono da considerare, infatti, a tutti gli effetti degli asset strategici: possono essere implementati anche in un secondo momento e contribuiscono al valore all’impresa.

Così G-Network Italia aiuta i business che vogliono investire in digitale

Come si accennava, anche investire in digitale, però, richiede alcune accortezze e, a meno di avere un team interno dedicato alla transizione digitale, la principale e più importante di queste è chiedere l’aiuto di professionisti come quelli di G-Network Italia.

Gianluca Poggi G-Network Italia

Gianluca Poggi, founder G-Network Italia

La società neonata (è stata fondata a inizio 2022 da Gianluca Poggi, che ne è attualmente socio unico e amministratore) ha come missione assistere, a 360 gradi, chiunque abbia un progetto digitale e voglia svilupparlo ottenendo buoni risultati e in poco tempo.

Della “rete” di G-Network Italia fanno parte, infatti, numerosi professionisti specializzati in aree diverse: tecnici informatici, commercialisti, avvocati, notai, operatori di call center, esperti marketing. Loro è il compito, innanzitutto, di valutare la fattibilità del progetto digitale presentato dall’azienda o dal professionista: è una fase che può richiedere dai 30 ai 45 giorni, anche a seconda della complessità della proposta ricevuta, e durante la quale viene in genere stabilito in accordo con il cliente anche il budget da investire e come allocarlo tra le diverse voci.

Una volta approvata la proposta – e dalla società promettono di valutare ogni anno solo un numero limitato di proposte per poter garantire sempre la qualità del proprio lavoro – sarà il team di G-Network Italia a occuparsi materialmente e praticamente della realizzazione del progetto digitale, anche quando questo richieda coinvolgere esperti e professionisti esterni.

Questa fase di sviluppo può prolungarsi anche diversi mesi, dai 6 ai 12 nel caso di un software per esempio, ma la garanzia è per il cliente il ritrovarsi al termine con in mano qualcosa di concreto, tangibile, immediatamente funzionale. Investire in digitale tramite le soluzione di G-Network Italia è reso ancora più sicuro, peraltro, dalla possibilità di affidare ai suoi esperti non solo la programmazione finanziaria dell’investimento, ma anche la  promozione tramite pubblicità e campagne di marketing del progetto digitale una volta finito per dei risultati assicurati e convenienti fino in fondo.

Altre notizie su:

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI