Lunedi 13 Agosto 2018
MacroambienteDalla Commissione Europea l’idea per migliorare le competenze digitali

Dalla Commissione Europea l'idea per migliorare le competenze digitali

La Commissione Europea avvia una coalizione per contrastare la mancanza di competenze digitali dei cittadini e dei lavoratori europei.


A firma di: Giovanna D'Urso Contributor
Dalla Commissione Europea l'idea per migliorare le competenze digitali

Il mondo del lavoro negli ultimi anni sta cambiando velocemente con conseguenze rilevanti per i lavoratori di tutti i settori. Le tecnologie e il digitale stanno infatti contribuendo al profondo mutamento di numerose professioni, per molte delle quali  è necessario essere in possesso di nuove competenze. Formare lavoratori e cittadini con nuove competenze di base, quindi, è necessario per la crescita e la competitività dell’economia globale. Per questo motivo il 10 giugno 2016 la Commissione Europea ha adottato una nuova agenda per le competenze per l’Europa per promuovere tra gli Stati Membri il miglioramento della qualità e della pertinenza delle competenze per il mercato del lavoro.

Secondo gli studi della Commissione Europea sono circa 70 milioni gli europei a non avere adeguate competenze di lettura e scrittura e in numero ancora maggiore sono coloro con scarse competenze matematiche e digitali. Oltre alla carenza di competenze di base, è molto diffuso anche il fenomeno di skill mismatch ovvero la non corrispondenza tra le competenze richieste per una determinata mansione e quelle realmente possedute dal lavoratore. Un altro problema è legato al fatto che ben il 40% dei datori di lavoro europei afferma di non riuscire a trovare le persone con le qualifiche giuste per innovare e crescere.

Le iniziative della Commissione Europea

Questi motivi hanno spinto la Commissione Europea a decidere di avviare dieci iniziative per contrastare tutte le diverse criticità legate alle competenze: dal riconoscimento nel mercato del lavoro alla formazione in scuole e università. È nata, a tal proposito, la Digital Skills e Jobs Coalition con l’obiettivo di aiutare i cittadini europei non solo nella loro carriera ma anche nella vita quotidiana. Sono oltre 30 le organizzazioni e i gruppi – tra cui European Digital SME Alliance, ESRI, SAPECDL e Google – che si sono impegnate a lavorare per ridurre il deficit di competenze digitali a tutti i livelli, da quelle specialistiche a quelle di base per vivere e partecipare in un’economia e una società sempre più digitali.

Le competenze digitali comprendono una vasta gamma di capacità di cui tutti i cittadini possono avere bisogno per cercare informazioni in Rete o scambiare messaggi, per creare e pubblicare contenuti digitali, per proteggere dati e contenuti personali negli ambienti digitali e, infine, per individuare gli strumenti giusti per risolvere problemi, innovare processi e prodotti. In Europa manca il personale con competenze digitali adeguate per ricoprire ruoli in tutti i settori economici e, stando alle previsioni, questo vuoto fino al 2020 sarà pari a 750.000 professionisti qualificati nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT). La situazione attuale vede più di un terzo della forza lavoro e, più in generale, circa il 45% dei cittadini europei possedere solo competenze digitali di base.

La mission della coalizione per le competenze e le occupazioni digitali è migliorare le competenze digitali di tutti i cittadini europei sulla scia del lavoro fatto dal 2013 dalla campagna sulle competenze elettroniche per l’occupazione e sulla strategia per l’istruzione e la formazione 2020.

La Commissione Europea coordinerà le attività della Digital Skills e Jobs Coalition promuovendo le partnership con organizzazioni e imprese e favorendo lo scambio delle best practice. Entro il 2020 il lavoro dovrebbe permettere di formare 1 milione di giovani disoccupati per ricoprire i posti di lavoro digitali disponibili, ma anche sostenere il miglioramento continuo delle competenze e la riqualificazione della forza lavoro, incentivare la digitalizzazione del mondo della formazione, sensibilizzare la collettività sull’importanza delle competenze digitali per l’occupabilità, la competitività e la partecipazione alla società.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.