Martedi 16 Ottobre 2018
MacroambienteCompetenze digitali: una Coalizione nazionale per ridurre il gap

Competenze digitali: una Coalizione nazionale per ridurre il gap

Gli italiani risultano ancora in ritardo sulle competenze digitali rispetto alla competizione globale. La Coalizione italiana ha l'obiettivo di accorciare questo divario


A firma di: Marianna Cadoni Contributor
Competenze digitali: una Coalizione nazionale per ridurre il gap

Una Coalizione per favorire la promozione, il supporto e il monitoraggio di progetti digitali sul territorio nazionale e colmare il gap che distanzia l’Italia dal resto d’Europa. La Coalizione per le competenze digitali nasce in Europa nell’ambito dell’iniziativa “Grand Coalition for Digital Jobs” ed è aperta alle “istituzioni pubbliche nazionali e locali, comunità professionali, organizzazioni no profit, associazioni datoriali e sindacali e altri soggetti privati” che intendono partecipare allo sviluppo di un percorso condiviso per lo crescita delle competenze digitali.

Attualmente la coalizione è composta da 127 organizzazioni tra associazioni, imprese e pubbliche amministrazioni che hanno all’attivo 80 progetti con l’obiettivo di supportare la rivoluzione del digitale in Italia e stare al passo con la competizione globale. In un contesto europeo dove circa il 90% della forza lavoro richiede competenze digitali minime e quasi la metà delle imprese non è in grado di sfruttare il digitale, la Coalizione si propone di lavorare assieme affinché un maggior numero di cittadini e di imprenditori sappia trarre vantaggio dall’uso delle nuove tecnologie, tra cui i social media, i big data e l’internet of things, le mobile apps, il cloud.

I progetti attualmente coinvolgono circa 864.000 cittadini in attività di alfabetizzazione di base, mentre per 72.600 dipendenti della PA e 16.000 della Pmi sono state previste attività di formazione avanzata sulle competenze digitali, e per 6.400 gli imprenditori percorsi per l’acquisizione di competenze di e-leadership.

Per favorire il successo dei progetti di Crescita Digitale non bastano processi che digitalizzano l’analogico, per questo la Coalizione è orientata verso “un digitale che abilita una conoscenza 4.0: connessa, diffusa, ubiqua, rapida, flessibile”, per garantire occupazione, competitività e crescita. Oltre a sostenere ogni sinergia possibile e rafforzare l’efficacia delle iniziative intraprese, per il 2016 la Coalizione delle competenze digitali prevede l’individuazione di ulteriori linee di sviluppo che garantiscano il riconoscimento di obiettivi misurati sulla base dei principali indicatori internazionali e l’avvio di gruppi di lavoro con le Regioni per definire progetti nell’ambito della programmazione locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Potrebbe interessarti

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.