Enti e ImpreseComprare followers su Instagram? Come aumentare i follower su Instagram a pagamento

Comprare followers su Instagram? Come aumentare i follower su Instagram a pagamento

aumentare follower instagram

Diverse agenzie, come Instapiù, permettono di comprare follower su Instagram nel tentativo di migliorare la conoscenza del brand da parte degli utenti e risultare di maggiore appeal in termini numerici.

Quando si vuole migliorare il grado di conoscenza di un’impresa, un influencer, un libero professionista e, più in generale, di una qualsiasi marca non si può che partire da un’attenta analisi dei luoghi e dei modi di espressione della stessa che include anche la presenza sui social media con pagine e profili dedicati. Su questi è inevitabile guardare ad alcuni numeri, relativi a follower, interazioni alle condivisioni, e così via. La tentazione, in certi casi, specie quando i numeri in questione sono considerati “bassi”, potrebbe essere per esempio di comprare follower su Instagram oppure comprare visualizzazioni su YouTube, aumentando quindi nel modo più semplice e veloce questi stessi numeri. 

Quali vantaggi e quali svantaggi hanno però queste pratiche?

Comprare follower su Instagram? Alcune domande, tra vantaggi e svantaggi

Prendendo come caso specifico il comprare follower su Instagram, sono molte le domande che risulta naturale porsi: conviene comprare follower ai fini di marketing? Gli utenti sono davvero influenzati dai numeri quando si tratta di decidere di seguire un profilo e/o di interagire con un post? Avendo follower acquistati – e non acquisiti in maniera organica – si è penalizzati dagli algoritmi della piattaforma? A quale servizio affidarsi? È legale comprare follower?

La risposta più semplice è proprio quella che riguarda l’aspetto della legalità: al momento, infatti, in Italia c’è un vuoto normativo, che non regolamenta l’acquisizione di follower, né tantomeno quella di interazioni come like, commenti, salvataggi, ecc. Sotto questo punto di vista, quindi, non ci sono limitazioni nel procedere con l’acquisto di follower sul social oggi di proprietà di Meta Platforms.

Neanche dalla piattaforma, del resto, sembrano aver preso misure chiare sia per prevenire il fenomeno, sia per limitarlo/sanzionarlo (al 6 giugno 2022 nelle “Linee Guida della community” di Instagram si legge soltanto un invito a non «non offrire denaro oppure omaggi in denaro in cambio di “Mi piace”, follower, commenti o altre interazioni»).

Più difficile, poi, è dare risposte nette e certe agli altri quesiti. Il motivo principale risiede nel leggere i numeri che riguardano tutte le attività sui social come delle semplici vanity metrics, specie quando non riguardano precisi obiettivi di marketing (fare social selling, avere riscontro per una call to action, fidelizzare, ecc.). Senza contare che ancora non risulta chiarissimo il modo in cui i numeri sui social influenzerebbero il comportamento degli utenti che li frequentano, tanto che per sperimentarne meglio l’influenza subita Instagram ha provato a nascondere i like qualche anno fa.

Sembrerebbero, comunque, ancora rilevanti i numeri degli influencer per le imprese che devono scegliere con chi avviare attività di influencer marketing.

Aumentare i follower su Instagram a pagamento con Instapiù

Nel tentativo di accrescere il proprio appeal agli occhi degli utenti (dei potenziali clienti per le imprese e delle imprese stesse per gli influencer, solo per fare degli esempi), soprattutto nel breve periodo, così, si può decidere di provare a comprare dei follower su Instagram.

Sono diverse le agenzie che offrono questi servizi, come Instapiù che promette, tra le altre cose in modo molto economico, a costi bassi, di offrire sicurezza nel pagamento: come si legge sul sito, hanno infatti creato un sistema di pagamento affidabile che non richiede di condividere con il servizio le proprie credenziali di Instagram.

Per usufruire del servizio ci sono tre step da seguire:

  • si seleziona il servizio specifico, ossia quello per l’acquisto dei follower (l’azienda ne offre altri per acquisto like, commenti e view), si inserisce il numero esatto di follower che si vuole ottenere scegliendo tra più opzioni a disposizione e si digita l’username del proprio brand sul social; qualora, però, si volesse richiedere un piano personalizzato, diverso da quelli offerti, è possibile contattare l’azienda per valutare delle alternative;
  • si procede al pagamento, con la possibilità si scegliere la soluzione che si preferisce (Visa, Mastercard, PayPal, ecc.) e si inserisce soltanto il proprio indirizzo email per ricevere la relativa ricevuta;
  • si monitorano i risultati, ossia si controlla semplicemente che il servizio che si è acquistato abbia portato effettivamente i risultati attesi. Nel caso in cui non si raggiungesse il numero di follower deciso nel tempo stabilito, da Instapiù garantiscono infatti di rimborsare completamente i propri clienti.

Poiché una delle maggiori preoccupazioni quando si opta per l’acquisizione di follower a pagamento è quella di avere soltanto profili falsi – che, del resto, è una delle caratteristiche dei numeri di tanti fake influencer –, l’azienda assicura di vendere soltanto follower reali profili Instagram genuini e autentici»), garantendo assistenza 24h/24h tutti i giorni.

Comprare follower su Instagram, comunque, non è il solo modo per aumentare il numero di persone che segue il proprio profilo e interagisce con i propri contenuti: resta sempre importante fare attenzione ad alcuni aspetti, quali la qualità delle proprie condivisioni per il pubblico di riferimento, l’utilizzo corretto degli hashtag e l’interazione con chi commenta post, stories, reels e dirette.

Altre notizie su:

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI