Martedi 16 Ottobre 2018
MarketingCome creare un pixel di tracciamento su Facebook

Come creare un pixel di tracciamento su Facebook

Monitorare le conversioni per capire se il nostro investimento sta ritornando, ma come? Facebook ci permette di usare il pixel di tracciamento


A firma di: Annette Palmieri Contributor
Come creare un pixel di tracciamento su Facebook

Se vi occupate di pubblicità su Facebook non potete non conoscere questo strumento. Quando leggete “monitoraggio delle conversioni” potreste trovarvi spiazzati, ma tranquilli perché in realtà non è poi così complicato. Certo, esistono delle metodologie più avanzate che includono Google Analytics, ma l’effettiva creazione e applicazione di un pixel di tracciamento è piuttosto semplice.

Perché è importante monitorare le conversioni su Facebook?

Il monitoraggio delle conversioni aiuta le aziende a misurare il ritorno sugli investimenti rispetto ai loro annunci su Facebook, per capire come le persone hanno risposto a una determinata ads. Gli inserzionisti possono creare pixel per tracciare le conversioni, aggiungerli alle pagine del proprio sito web in cui questa si concretizzerà e poi tenerne traccia. Il monitoraggio delle conversioni aiuta anche le aziende ad ottimizzare i costi mostrando gli annunci agli utenti che hanno maggiori probabilità di “essere convertiti” via Facebook.

Cos’è una conversione?

Una conversione è un’azione che una persona compie su un sito web come il check-out, la registrazione, l’aggiunta di un prodotto al carrello o la visualizzazione di una pagina specifica. Praticamente qualsiasi pagina del vostro sito web può rappresentare una conversione ed è possibile creare e aggiungere il codice di monitoraggio delle conversioni in qualsiasi pagina di esso.

In poche parole, con l’aiuto di un pezzo di codice (pixel) che Facebook genera in modo da poterlo posizionare su una determinata pagina del sito, è possibile tenere traccia delle conversioni. Inoltre, Facebook mostrerà il vostro annuncio agli utenti che più probabilmente eseguiranno un’azione. Infine, si sarà in grado di monitorare il successo o il fallimento della propria campagna in base ai risultati effettivi.

Come creare un pixel?

1. Utilizzare Power Editor

È attualmente necessario utilizzare Power Editor per creare un pixel di tracciamento. All’interno di Power Editor fate clic su Pixel in alto a destra:

Pixel di tracciamento

Creare Pixel di Tracciamento
Vedrete a questo punto un messaggio che vi informerà circa la creazione del pixel. Fate clic sul pulsante “Visualizza codice Pixel”. Vi verrà presentato con un pezzo di codice, che dovrete selezionare tutto e copiare. Il codice deve essere inserito nella pagina del sito web che possa essere indicativa per una conversione (solitamente si posiziona nella thank you page che appare dopo l’avvenuto acquisto). Dopo aver aggiunto il pixel, aggiornate la pagina Facebook per assicurarvi che il pixel sia attivo.

A questo punto tutto dovrebbe avere un senso. Quando si esegue un annuncio che spinge le persone a una pagina di prodotto si desidera che Facebook sia in grado di dirci se l’ads ha generato un acquisto o meno.

Adesso è il momento di creare il vostro annuncio nella consueta maniera, stando attenti all’utilizzo delle immagini e al copy. Dalla Creativity Tab sarà possibile selezionare la voce “Offsite conversion pixel”. A questo punto, quando visualizzerete il rendimento del vostro annuncio, leggerete solo le azioni che hanno realmente portato ad una conversione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Potrebbe interessarti

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.