Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Resta aggiornato:
Inside Marketing
Risorse e guideCrowdfire: cos’è e quali sono le sue principali funzioni

Crowdfire: cos'è e quali sono le sue principali funzioni

Crowfire

Crowdfire è un social media assistant che consente di creare, programmare e monitorare le performance di contenuti destinati ai social network.

Innumerevoli sono i tool che agevolano le attività di social media managment effettuate da liberi professionisti, digital agency e imprese operanti nei settori più svariati. Per esempio, strumenti come PostPickr e Crowdfire vengono in aiuto di aziende e organizzazioni, consentendo ai professionisti di realizzare e pianificare, in modo facile e veloce, contenuti per diverse piattaforme social.
È possibile, così, soffermarsi su alcuni di questi, approfondendone le caratteristiche e comprendendo, per esempio, come funziona Crowdfire.

Come funziona Crowdfire

Dal sito di Crowdfire si apprende che il tool è disponibile sia in versione app – scaricabile da App Store e Play Store – sia in versione desktop. Più nel dettaglio, per utilizzare la risorsa occorre registrarsi scegliendo una delle opzioni consentite: collegare un account Twitter o Facebook o inserire un indirizzo email valido. In seguito, occorre selezionare le pagine o i profili sui quali operare.

Crowdfire

Lo screen mostra le tre opzioni di registrazione al tool. Fonte: app Crowdfire Android.

Creare, programmare e monitorare i post

Una delle funzioni primarie dello strumento è quella che consente di creare e programmare post. Nella versione desktop dal menù orizzontale è facile individuare la sezione specifica: vi si può accedere cliccando sul bottone “Compose”, messo in evidenza dal colore arancione. A questo punto si può arricchire il post con testo, hashtag e molto altro e si può collegare una nuova pagina social o scollegare quelle selezionate in precedenza tramite l’icona relativa ai canali social che compare in alto a sinistra.

Inoltre, ogni user può scegliere tre opzioni relative al timing di pubblicazione, che consentono di pubblicare immediatamente o di selezionare orari e giorni specifici.

Croedfire

Come creare e programmare post su Crodfire. Fonte: versione desktop Crowdfire.

Se si preferisce utilizzare il tool tramite app è importante considerare che l’iter da seguire è simile. Occorre però sottolineare che non vi è un bottone denominato “Compose”, bensì un’omonima voce del menù visualizzabile nella parte inferiore dello schermo del dispositivo che si utilizza.

Un’altra attività essenziale nella gestione dei social è il costante monitoraggio delle reazioni ai post: i like, i commenti e altre metriche possono essere analizzate tramite Crowdfire. L’utente può accedere a queste ulteriori funzioni selezionando – da desktop e da mobile – la sezione “Analytics”.

Scegliere i contenuti da pubblicare

Le funzioni menzionate non sono le uniche che Crowdfire mette a disposizione: nello specifico, lo strumento agevola l’utente consigliando articoli, in linea con i suoi interessi, da poter pubblicare sui propri social network .

Da desktop accedere a questi contenuti è semplice: dalla sezione ” content curation ” basta cliccare sul bottone “Select topics of interest” e selezionare o cercare una precisa tematica. È possibile visionare, così, le notizie suggerite e, cliccando sul bottone “Share”, condividerle sui social o programmarne la pubblicazione in un giorno e un orario specifici su determinati profili o pagine selezionate dall’utente.

Crowdfire

L’utente può selezionare diverse tematiche e accedere agli articoli che gli interessano. Fonte: versione desktop Crowdfire.

Da mobile si può procedere in modo analogo, ma è importante evidenziare che gli articoli possono essere condivisi sui social desiderati direttamente dalla sezione “Home”.

Una volta appreso come funziona Crowdfire è opportuno fare chiarezza sui social con i quali lo strumento consente di interagire (per esempio, solo per citarne alcuni, LinkedIn, Pinterest, YouTube e Instagram).

Crowdfire Instagram

Sia da mobile che da desktop gli user possono accedere alle attività relative a Crowdfire Instagram. Nello specifico, il tool consente di eseguire sul social operazioni quali:

  • condividere immagini accattivanti per suscitare interesse nei follower ;
  • condividere contenuti in un orario in cui si presuppone che il pubblico sia più ricettivo.

    Crowdfire recensioni e prezzi

Dal sito di Crowdfire si apprende che gli utenti che hanno rilasciato recensioni relative al tool apprezzano di esso soprattutto le funzioni di analisi delle performance dei post, nonché il rapporto qualità- prezzo . Sembrerebbe essere proprio quest’ultimo il fiore all’occhiello dello strumento e ci si potrebbe chiedere, quindi, quanto costa Crowfire.

La risposta al quesito è contenuta nel sito web – alla sezione “Upgrade” – della risorsa digitale, il cui costo oscilla dai 9.99 ai 399 $ per chi intende sottoscrivere un abbonamento mensile, mentre invece per chi intende sottoscrivere un abbonamento annuale il costo mensile è leggermente più basso, andando dai 7.48 ai 299.93 $.

In conclusione, tra le molteplici risorse di social media managment Crowdfire potrebbe essere – nonostante alcune difficoltà che potrebbero nascere quando l’utente vuole reperire alcune informazioni sul tool stesso tramite il sito ufficiale – un valido ausilio per aziende che intendono perseguire obiettivi professionali tramite i social media . Lo strumento offre utili funzioni e soprattutto un’interfaccia grafica intuitiva e semplice.  da utilizzare. Inoltre, considerando anche quanto costa Crowdfire agenzie di marketing e lavoratori autonomi possono farne uso senza investire ingenti somme di denaro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

© Inside Marketing 2013 - 2022 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI