MacroambienteCybersecurity per le aziende: tre consigli da seguire

Cybersecurity per le aziende: tre consigli da seguire

Cyber security aziendale

Per le piccole e medie imprese la sicurezza informatica può sembrare spesso un qualcosa di costoso e complesso. Ecco tre consigli per aumentare il livello di sicurezza in azienda.

Quando ci si trova a dirigere una piccola o media impresa si desidera sempre che i propri sistemi informatici siano sicuri e affidabili in ogni situazione. Grazie a soluzioni di intelligenza artificiale, come il penetration test software Zaiux di Pikered, e alla formazione dei dipendenti si può raggiungere questo traguardo. È possibile, così, innanzitutto seguire tre consigli.

Pianificare il cambio delle password almeno una volta l’anno

Vi sono delle cattive abitudini che riguardano la sicurezza informatica, come non cambiare mai la propria password e utilizzarne una uguale per l’accesso ai propri profili sui social network, ma anche al proprio conto bancario o alle email. Anche se si sceglie di utilizzare una password ritenuta “sicura”, non cambiarla mai la può rendere compromessa e quindi completamente insicura.

Quando si ha un’azienda, ma lo stesso ragionamento può valere nel privato, è bene pianificare il cambio di tutte le password almeno una volta l’anno.

Se si vuole creare una password sicura è bene:

  • evitare nomi o parole collegati alla propria vita;
  • avere una password di almeno otto o dieci caratteri;
  • utilizzare simboli, lettere e numeri in modo casuale;
  • scegliere sempre una password che non è mai stata utilizzata in precedenza.

Per chi ha più account di posta o più software potrebbe essere utile gestire le password grazie a un software di password manager.

Rendere sicure le proprie connessioni di rete

Uno dei canali più utilizzati per rubare dati o password dagli hacker è rappresentato spesso dalle connessioni di rete, che siano private o pubbliche. Se la rete offre l’accesso a dipendenti o ospiti è bene dotarsi di un efficace sistema di protezione, hardware o software.

È importante che sia affidabile e che permetta di eseguire scansioni per verificare sempre la sicurezza di tutto il network.

Istruire il personale in azienda

Spesso quando si parla di sicurezza informatica le persone vengono indicate come anello debole della catena. Una persona – in questo caso specifico un dipendente o un collaboratore – che non riflette adeguatamente sulla scelta della password o sulla possibilità di cliccare su un link in una email dal contenuto dubbio può diventare il tramite attraverso cui accedere a tutta la rete aziendale. Ciò può portare a problemi di sicurezza e/o perdita di dati.

Fornire le giuste “istruzioni” al personale aziendale è una delle migliori azioni da compiere per rendere più sicuro tutto il network. Istruire i dipendenti su come scegliere una password, riconoscere le email che nascondono insidie ed eseguire dei controlli di sicurezza saltuari renderà il proprio network più sicuro da subito, anche senza investire budget in software o apparecchiature hardware specifiche.


Questi tre consigli permettono di incrementare sensibilmente il livello di sicurezza informatica della propria azienda. Questo è un fattore sempre più importante, perché non è infrequente che aziende e diverse realtà subiscano furti dati o di file dai propri sistemi.

In ogni caso, anche se si è proattivi e si seguono questi consigli può essere utile dotarsi di programmi o tecnici capaci di verificare lo stato di salute del proprio sistema ed eventualmente porre rimedio a problematiche legate alla sicurezza dei dati.

Altre notizie su:

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI