Lunedi 25 Giugno 2018
MarketingDa Torino a Berlino a piedi per la finale di Champions: tutta colpa di un hashtag!

Da Torino a Berlino a piedi per la finale di Champions: tutta colpa di un hashtag!

Quando la passione calcistica ti fa twittare cose folli e la tua squadra del cuore ti sfida a realizzarle


A firma di: Carla Panico Contributor
Da Torino a Berlino a piedi per la finale di Champions: tutta colpa di un hashtag!

La Rete non dimentica, si sa, e qualche volta finisce anche per prenderti sul serio e sfidare te stesso. È quello che è accaduto a Nicolò De Marchi quando ha deciso di rispondere a un hashtag della sua squadra del cuore, la Juventus. Nel giorno del ritorno della semifinale di Champions League contro il Real Madrid, il canale twitter dei bianconeri fa partire l’hashtag #SeAndiamoinFinale.
Tanti tifosi juventini rispondono all’iniziativa dicendo che cosa sarebbero disposti a fare se la Juventus riuscisse nell’impresa di approdare alla finale di Berlino. Ma tra i supporter bianconeri ce n’è uno che si è spinto più in là di tutti: si tratta di Nicolò De Marchi che, da tifoso sfegatato qual è, ha commentato proponendo una sfida ai limiti del possibile: “Se andiamo in finale vado a Berlino a piedi“.

Magari pensava di aver detto una delle solite esagerazioni da tifoso del calcio, una di quelle frasi che non puoi prendere sul serio. E invece ecco che, qualche giorno dopo il passaggio della Vecchia Signora in finale di Champions, appare un bel tweet di risposta del team social della Juventus FC che gli ricorda la sua promessa, con tanto di mappa per mostrargli il persorso che dovrà fare da Torino a Berlino.

tweet 2
Ma Nicolò non sembra il tipo da farsi spaventare e sfida a sua volta la Juve: “Se mi date un biglietto per la finale parto anche domani!

finale di champions
Detto fatto. Appuntamento per il giorno dopo allo Juventus Stadium di Torino, dove il giovane tifoso ha ricevuto una bici in dotazione per la sua traversata di 1100 km verso Berlino. Non solo: nella storia si inseriscono anche i due principali sponsor della Juve. Prima Jeep, che aiuterà il ragazzo a percorrere le Alpi, con un bonus di 440 km da poter fare in auto sulle strade più accidentate; poi Samsung, che dota il ragazzo di un S6 nuovo di zecca per permettergli di testimoniare la sua impresa.

Nicolò ha tutto quello che gli serve e parte. Ovviamente il tutto non lascia indifferenti gli utenti di twitter. C’è anche chi dice che fosse già tutto organizzato, dato il poco preavviso concesso al ragazzo per la partenza.

Vero o falso che sia, resta l’impresa di Nicolò, che attraverserà in bici le Alpi e 4 Paesi (Italia, Svizzera, Liechtenstein e Germania) per un totale di 8 tappe, con arrivo previsto a Berlino entro il 4 giugno. E resta soprattutto la capacità di creare una bella storia da condividere con il proprio target, uno storytelling perfetto, che coinvolge in prima persona un tifoso e che alimenta la partecipazione e l’interesse anche degli altri utenti, curiosi di capire se Nicolò arriverà o meno a Berlino in tempo per godersi la finale di Champions Juventus – Barcellona. E anche noi seguiremo la sua impresa!

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti
Iscriviti alla newsletter!

Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e recensione libri
Potrai anche usufruire di offerte esclusive per libri, eventi e corsi.
Cosa aspetti?!

Iscriviti