MacroambienteDal PKMF alcune letture consigliate da Kotler

Dal PKMF alcune letture consigliate da Kotler

Nel corso della prima parte del suo intervento al PKMF di Milano, Philip Kotler ha trattato rapidamente alcuni degli ultimi suoi libri sul marketing.

Dal PKMF alcune letture consigliate da Kotler

Nello speech di apertura della mattinata del Philip Kotler Marketing Forum a Milano il 15 maggio, Philip Kotler, straordinario teorico e guru del settore, ha innanzitutto espresso la sua ammirazione per l’Italia dove, da oltre 12 anni, promuove la sua idea di marketing agli addetti ai lavori nostrani.

Nella prima parte dell’intervento Kotler ha brevemente illustrato al pubblico studi innovativi come Market Thing, l’ultimo nato della premiata ditta Bellavista–Scott, mostrando grande entusiasmo per questo libro di cui è il prefazionista. La particolarità di quest’opera, conclusasi dopo un lavoro settennale, è il suo abbinamento con un programma online che consente di affiancare, pagina dopo pagina, teoria e pratica, per migliorare concretamente così la propria strategia di mercato.

Sempre nella prima parte Kotler ha inoltre ironicamente accennato alla tendenza dei traduttori italiani di modificare il titolo delle sue opere facendo riferimento al suo ultimo lavoro Winning Global Markets (letteralmente: I mercati mondiali vincenti) che in Italia è stato tradotto come Il futuro del marketing, ed ha affermato che:

Al termine della prima parte il teorico americano ha esposto la sua nuova analisi del capitalismo attraverso la presentazione del suo libro Confronting Capitalism: Real Solutions For a Troubled Economic System. Partendo dai suoi studi sull’economia Kotler giunge qui alla conclusione che il libero mercato necessita di una regolamentazione. Infatti, nonostante Kotler consideri il capitalismo come un buon sistema di sussistenza, esso fallirebbe nel momento in cui le nazioni si dovessero trovare prive di un elevato potere d’acquisto. Nel suo libro egli propone la soluzione a questo problema: garantire ai lavoratori un buon profitto. E a tal proposito afferma che: “stiamo cercando di far comprendere alle compagnie che se tratti bene i tuoi dipendenti, se rispetti la società, se sei una società ‘buona’ oltre che una buona società, se pratichi la sostenibilità, probabilmente ricaverai di più che continuando a praticare il vecchio sistema”. Kotler quindi, a suo dire, non propone l’abolizione del capitalismo ma la salvezza dal suo auto-fallimento.


Raquel Baptista
A cura di: Raquel Baptista Autore Inside Marketing
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni