Sabato 23 Giugno 2018
MarketingDigital marketing tool: gli strumenti indispensabili per la propria attività

Digital marketing tool: gli strumenti indispensabili per la propria attività

Una panoramica sulle funzionalità dei digital marketing tool Google Analytics, Google AdWords e Facebook Ads.


A firma di: Francesco Setaro Contributor
Digital marketing tool: gli strumenti indispensabili per la propria attività

Che cos’è il processo d’acquisto? Per capire come far funzionare delle campagne di digital marketing online bisogna prima comprendere che il compratore attraversa tre fasi per arrivare alla conversione: awareness, consideration e decision. L’ormai consolidato concetto di inbound marketing permette ai marketer di concettualizzare questo percorso come un framework, per creare dei contenuti che siano mirati per ognuna di queste fasi. Quali sono i digital marketing tool indispensabili per segnare la rotta durante la fase di analisi delle campagne? Google Analytics, Google AdWords e Facebook Ads sono i tre strumenti di cui un business online non può fare a meno per pianificare e monitorare tutti i passaggi che l’utente compie durante il suo viaggio.

Come usare Google Analytics per prendere delle decisioni di marketing?

Tra i digital marketing tool indispensabili vi è Google Analytics; quali sono, però, i dati di cui tenere traccia? Spesso si parla di traffico al sito, ma non è questa la metrica che ci indica quanto un sito sta fatturando. La cosa più importante da monitorare sono le conversioni. Per conversione non si intende necessariamente una vendita, ma si può parlare di conversione anche per la raccolta di lead. Queste metriche sono facilmente misurabili impostando gli obiettivi in Google Analytics.

Supponiamo che ci sia un modulo di iscrizione per il download gratuito di un contenuto; gli utenti compilano il modulo e fanno click su “Invia“. Una volta completato con successo, arrivano alla “thank you page”. Ognuna di queste persone è ora un lead che potrebbe trasformarsi in un potenziale cliente.

In Google Analytics, comunque, è possibile impostare fino a 20 obiettivi; a ogni obiettivo deve corrispondere un’azione, come la compilazione di un modulo per il download. Grazie a questo si potrà sapere, ad esempio, che un lead su dieci diventa poi effettivamente un cliente e si può quindi attribuire un valore economico a questa conversione. Negli obiettivi di GA, poi, è possibile assegnare un importo in denaro a ciascun obiettivo completato e tracciare il valore potenziale.

Canalizzazioni di Google Analytics

Una volta stabiliti gli obiettivi, si può fare un ulteriore passo avanti e attivare la canalizzazione. Con questo termine si intende il percorso tipico che l’utente compie per raggiungere determinati obiettivi. Ad esempio: visita la homepage, passa alla pagina di richiesta di download, completa il modulo e arriva alla “thank you page”. Con la canalizzazione, inoltre, è possibile sapere quante persone sono arrivate a ogni step del nostro percorso e quante sono andate via senza completare tutti gli obiettivi. Se tutti escono alla seconda pagina, evidentemente ci sarà un problema su quella. Queste caratteristiche spiegano perché Google Analytics è prezioso per un’attività di digital marketing.

Traffico e frequenza di rimbalzo non significano molto, ma le conversioni sì; il punto in cui un visitatore anonimo alza la mano e dice “OK, sono dentro!” è un’informazione fondamentale che va seguita perché potrebbe trasformarsi, lungo il percorso, il possibilità di monetizzazione. 

Come Google AdWords può far crescere il proprio business?

Gli elementi da prendere in considerazione per stabilire il successo di Google AdWords sono molteplici. Vi sono sicuramente le parole chiave: queste si riferiscono alle parole che attivano gli annunci, quando gli utenti eseguono una ricerca su Google, mostrandoli come risultati rilevanti.

Un altro elemento importante è l’orientamento geografico. Con esso è possibile aumentare l’importanza delle campagne e ottenere una campagna PPC (Pay Per Click) di successo. Inoltre, Google AdWords dà l’opportunità di creare una segmentazione specifica in base agli interessi dell’azienda e questo è importante per determinare la posizione in cui verrà visualizzata la campagna. Si immagini questo scenario: un cliente ha bisogno di acquistare una custodia per il suo cellulare Dove la cercherà? Ovviamente in rete. Supponiamo che l’azienda venda questo tipo di prodotto, ma questo potenziale cliente non potrà saperlo a meno che quest’ultima non appaia su Google quando si esegue la ricerca. Come detto in precedenza, non bisogna prestare attenzione al traffico generato dalle campagne ma al traffico di qualità che deriva da esse. Google AdWords si rivela dunque uno strumento che genera più opportunità per contattare i clienti realmente interessati con un investimento appropriato.

Ecco tutti i vantaggi di Google AdWords:

  • mette in contatto con i clienti che sono interessati ai prodotti o servizi;
  • si possono posizionare gli annunci sulla prima pagina di Google, con una corretta strategia di marketing online;
  • si può potenziare la portata del messaggio, non importa quanto sia competitivo il mercato.

L’importanza delle Facebook Ads per un business online

Con oltre due miliardi di persone che usano Facebook, non c’è da meravigliarsi se la pubblicità sia uno strumento così efficace per le aziende.

Perché, allora, bisogna includere gli annunci di Facebook tra le proprie attività di marketing?

  • Targeting con audience molto dettagliate: le campagne su Facebook consentono di essere molto specifici circa il pubblico cui viene mostrato l’annuncio e in questo modo si ha il controllo sul settaggio di una audience realmente interessata. Si può scegliere come target qualsiasi luogo, sesso, età, interesse, professione, titoli di studio o abitudini di viaggio.
  • Misurabilità: uno dei tanti vantaggi degli annunci di Facebook è proprio la possibilità di misurare il successo utilizzando le informazioni fornite da Facebook o da Google Analytics. Usando queste statistiche si è in grado di calcolare facilmente il costo dei tassi di conversione.
  • Budget: quando si crea un annuncio di Facebook, è possibile impostare il budget su ciò che si desidera spendere. Un’altra cosa interessante delle Facebook Ads è che più le persone interagiscono con un annuncio più altre persone lo vedranno gratis sul loro newsfeed.

La capacità di integrare

Una volta acquisita la giusta padronanza (non necessariamente così approfondita) questi digital marketing tool è infine fondamentale riuscire ad integrarli e sfruttarli al meglio all’interno di un piano. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti
Iscriviti alla newsletter!

Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e recensione libri
Potrai anche usufruire di offerte esclusive per libri, eventi e corsi.
Cosa aspetti?!

Iscriviti