Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Resta aggiornato:
Inside Marketing
ComunicazionePer la prima volta questo Natale chiunque potrà ascoltare il discorso della regina Elisabetta su Alexa

Per la prima volta questo Natale chiunque potrà ascoltare il discorso della regina Elisabetta su Alexa

La sovrana non si è mai tirata indietro davanti alle sfide tech: questo Natale sudditi e curiosi potranno ascoltare i suoi auguri per le Feste (sobri, secondo le indiscrezioni, in linea con il momento particolare) direttamente dal proprio assistente vocale.

discorso della regina elisabetta su alexa

Questo Natale sarà ricordato (anche) come il primo Natale in cui sudditi fedeli, appassionati e curiosi della Corona inglese potranno ascoltare direttamente il discorso della regina Elisabetta su Alexa. La notizia, circolata velocemente sui media inglesi e di settore, è stata confermata da Amazon e non dovrebbe stupire poi tanto considerato che già nei mesi scorsi pandemia e misure di contenimento del contagio hanno spostato numerosi impegni ufficiali di “sua maestà” in remoto, sulle piattaforme per video call.

Come ascoltare gli auguri di Natale e il discorso della Regina Elisabetta su Alexa

Se a giugno la si è vista impegnata nel suo primo Zoom, il 25 dicembre 2020 – dalle 3 del pomeriggio, ora locale (GMT) – basterà dire al proprio assistente vocale «Alexa, riproduci il messaggio di Natale della regina!» per ascoltare direttamente gli auguri al Regno. Il primo discorso della regina Elisabetta su Alexa sarà disponibile, infatti, non solo in Gran Bretagna ma per chiunque abbia Amazon Echo settato in lingua inglese, indipendentemente che si trovi in Australia, in Canada o in India, come sottolinea The Guardian.

Non è un mistero che la Corona inglese, i suoi membri, le vicende più o meno pubbliche che li riguardano generano sempre una buona dose di curiosità anche da parte dei non sudditi e del resto del mondo: più di quello degli altri sovrani, il discorso di Natale di Queen Elizabeth è per molti un appuntamento immancabile e capace di dare veramente il via alle feste. Ciò è ancora più vero quest’anno, considerata la complessità dei mesi passati: nonostante saranno con ogni probabilità auguri di Natale non in pompa magna, in linea con la cronaca del periodo, con gli appelli delle autorità a evitare occasioni di contagio e con festività natalizie che per la prima volta la stessa sovrana trascorrerà al castello di Windsor in compagnia solo del marito e di una cerchia ristretta dello staff, «ci sono milioni di persone da tutto il Commonwealth che stanno impazientemente aspettando il messaggio di sua maestà la regina nel giorno di Natale», ha dichiarato alla stampa il direttore di Alexa Europe, e che decisamente lo meritano «dopo tutte le sfide di quest’anno».

Una sovrana high tech (e un tocco di strategia commerciale): così gli auguri della Corona inglese arrivano su Alexa

Proprio a proposito di sfide non si può certo dire che The Queen si sia qualche volta tirata indietro quando si è trattato di affrontarne di tecnologiche. Il discorso della regina Elisabetta su Alexa è infatti solo l’ultimo arrivato di una (lunga) serie di prime volte high tech per la Corona inglese: un altro discorso natalizio di “sua maestà”, quello del 1957, è stato il primo a essere trasmesso in diretta TV sulle neonate reti della BBC; nel 2014 la sovrana ha twittato per la prima volta davanti alla stampa nelle sale dello Science Museum; piuttosto virale è diventato l’annuncio – il primo mai fatto da una famiglia reale – per la ricerca di un social media manager professionista che curasse la presenza digitale della regina, prima ancora che negli ultimi mesi il mondo la vedesse, come già si accennava, alle prese come tutti con Zoom e simili.

Neanche l’interesse di Amazon per il messaggio natalizio della regina è davvero nuovo: nel 2012, racconta ancora The Guardian, una trascrizione era stata rilasciata immediatamente per i lettori Kindle «perché quante più persone potessero godere delle incoraggianti parole di sua maestà». Se di possibilità di raggiungere quante più persone possibile in tutto il mondo si tratta, nella decisione di trasmettere il discorso della regina Elisabetta su Alexa deve aver contato la popolarità, la penetrazione raggiunta in questi mesi dagli assistenti vocali.

Un pizzico di concorrenza, però, e l’intuizione di un’opportunità commerciale potrebbero aver fatto il resto: mentre chi usa un Amazon Echo potrà chiedere al proprio assistente vocale direttamente di riprodurre il messaggio natalizio proprio come ogni giorno gli chiede di accendere e spegnere la TV, di riprodurre le proprie playlist preferite, eccetera, chi usa gli assistenti Google potrà solo limitarsi a chiedere «Ok Google, metti su BBC Radio 4!” a patto, certo, di ricordare che è questa la rete su cui va in onda il discorso della regina e l’ora di inizio dello stesso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

© Inside Marketing 2013 - 2021 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI