Martedi 14 Agosto 2018
MacroambienteSpedizioni eCommerce: 3 tips per scegliere il corriere migliore!

Spedizioni eCommerce: 3 tips per scegliere il corriere migliore!

Il migliore servizio di spedizioni eCommerce? Alcuni consigli per individuare il servizio più efficace, veloce e conveniente.


Carla Panico

A cura di: Carla Panico Autore Inside Marketing

Spedizioni eCommerce: 3 tips per scegliere il corriere migliore!

Avere un negozio online significa dover inviare ogni giorno tanti pacchi di dimensioni diverse e ad indirizzi regionali, nazionali o anche esteri: come fare per cavarsela strappando il miglior prezzo possibile?

La rivoluzione di Internet ha aperto grandi, nuovi orizzonti per le vendite online, non solo ai grandi marchi internazionali, ma anche e soprattutto a quelle piccole imprese artigiane che sono le fibre del tessuto industriale del nostro Paese. La maggior parte delle imprese italiane, infatti, ha dimensioni piccole e medie e l’avvento degli eCommerce ha permesso loro di avere una vetrina in più per mostrare i propri prodotti ai clienti che acquistano online.

All’inizio a guidare il cambiamento sono stati i marketplace online, come eBay o Etsy (per oggetti artigianali e di design), adesso, invece, una buona fetta delle piccole aziende italiane è in grado di vendere al cliente direttamente dal proprio sito oppure si sta attrezzando per digitalizzarsi al meglio. Tutto ciò ha portato una fattiva trasformazione anche delle modalità con cui il prodotto arriva nelle mani del cliente: nel caso di un eCommerce, infatti, avere un servizio di spedizioni efficace, veloce e conveniente è essenziale per rassicurare il cliente che riceverà la merce nei tempi previsti e senza intoppi.

Tutti i principali corrieri espressi sono attrezzati per venire incontro alle esigenze delle piccole imprese che commerciano su Internet, ma alle volte, proprio a causa della grande offerta di spedizionieri, si fa fatica a capire a quale conviene affidarsi e perché. Proprio a questo scopo sono nati siti di confronto, come Packlink, che consentono di scoprire qual è il servizio di corriere espresso che fa al caso nostro, tenendo conto di alcune imprescindibili punti che possono far variare la tariffa della spedizione.

Di seguito 3 domande da porsi per scegliere il corriere migliore:

  • Qual è il volume di spedizione della mia azienda?

Anche qui, come spesso accade, la regola dell’economia di scala vince: se si inviano molti pacchi al mese, si sarà in grado di strappare al corriere un prezzo di spedizione più basso, con tariffe scontate per volumi più alti.

  • Invio solo in Italia o anche all’estero?

È importante valutare anche l’ampiezza della rete dei corrieri: se devo fare spesso anche degli invii all’estero, allora opterò per uno spedizioniere che abbia filiali in Europa o nel mondo, in modo da non far lievitare troppo i costi.

  • Quali sono le dimensioni dei pacchi che invio normalmente?

La maggior parte dei corrieri invia senza problemi pacchi piccole o medie dimensioni, ideali per negozi di gioielli o accessori, ma non per aziende che vendono elettrodomestici oppure oggetti molto fragili: queste ultime dovranno per forza affidarsi a spedizionieri che abbiano le giuste attrezzature per il tipo di consegna previsto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.