Venerdì 27 Novembre 2020
MacroambienteEmail marketing professionale: una questione di concretezza

Email marketing professionale: una questione di concretezza

Deliverability, personalizzazione e reattività tra i fattori determinanti per la scelta di un tool per l'email marketing professionale.


Angela Rita Laganà
A cura di: Angela Rita Laganà Segreteria Redazione
Email marketing professionale: una questione di concretezza

Se scegliere uno strumento di email marketing professionale si rivela un’impresa difficile poiché il mercato mette a disposizione degli utenti una moltitudine di prodotti, sapersi districare in questa giungla di proposte diventa una skill fondamentale per chi desidera ottimizzare i tempi decisionali in azienda. “Concretezza” è la parola chiave dietro a una campagna di email marketing professionale efficace, ma è anche la capacità di chi ha ben chiaro un obiettivo e necessita di uno strumento che gli permetta di raggiungerlo. Esistono dei fattori di cui un’azienda deve tener conto nella scelta di un tool e questi possono concretamente contribuire alla realizzazione di una campagna efficace e all’ottimizzazione del tempo per la sua realizzazione.

Perché investire nell’email marketing?

Uno di questi fattori nasce dalla domanda sul perché investire nell’email marketing e anche se le risposte potrebbero essere molteplici, quella che campeggia fra tutte è sicuramente la capacità dell’email marketing di creare un legame tra chi la invia e chi la riceve e di conseguenza innescare meccanismi di brand loyalty. Una buona strategia di email marketing infatti permette di fidelizzare i propri clienti e ciò si traduce in un’ottimizzazione del ritorno sugli investimenti effettuati fino a quel momento.

Lo strumento che l’azienda andrà a scegliere deve essere capace di concretizzare questo legame attraverso la capacità di personalizzazione e segmentazione di ogni singola operazione. Si deve poter personalizzare il contenuto e il layout dell’email che si sta inviando, scegliendo uno strumento che mette a disposizione template ma anche pratici editor per la creazione da zero delle proprie missive digitali. Inoltre, ciò che è necessario è anche poter personalizzare l’audience delle proprie campagne attraverso database segmentati e facili da gestire. Infine, si deve poter personalizzare lo strumento di lavoro affinché meglio si sposi alle esigenze di chi lo utilizza e si integri perfettamente con gli strumenti già presenti in azienda.

LE analytics dell’email marketing: il lato concreto delle campagne

Cosa succede una volta che l’email è stata creata con il layout personalizzato e inviata al database segmentato? Entra in ballo un altro fattore determinante nella scelta di uno strumento di email marketing professionale ed è la deliverability. Le email inviate vengono tutte consegnate? Non sempre, perché “email inviata” non è sinonimo di “email recapitata”. Scegliere uno strumento che garantisca un alto tasso di deliverability significa affidarsi a chi ha scelto un solido server SMTP che permetta alle email inviate di raggiungere la casella di posta in arrivo dei destinatari, riducendo al minimo ostacoli come filtri, blocchi impostati da provider e sistemi antispam e quindi di diventare delle email recapitate. Per scendere ulteriormente nei dettagli, è bene che per ogni campagna vengano realizzati rapporti dettagliati in cui si analizzi questo dato in funzione di aperture, rimbalzi e click.

L’importanza di un servizio di assistenza tecnica reattivo

La presenza di un servizio di assistenza tecnica in grado di risolvere i problemi nel più breve tempo possibile è uno di quei fattori che passa in secondo piano fino a quando non nascano situazioni particolari in cui l’elevata reattività diventi un punto di forza. I tool per l’email marketing professionale sono delle soluzioni di marketing automation i cui processi corrispondono a rigidi protocolli standardizzati. Le operazioni sono dunque controllate step by step cercando di ridurre al minimo la presenza di errori o cattivi funzionamenti. Questi sono però inevitabili, quindi si può affermare che nella scelta di un tool, il migliore non è quello che promette un funzionamento totalmente privo di problemi, ma quello che in caso di problemi, concretamente, c’è.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

Altre notizie

© Inside Marketing 2013 - 2020 è un marchio registrato ® P.iva 07142251219
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI