MacroambienteEmployerland: il videogioco per fare carriera (su Facebook)

Employerland: il videogioco per fare carriera (su Facebook)

Employerland è il primo videogioco per mettere alla prova le proprie competenze professionali e ottenere colloqui (veri) con le aziende

Employerland: il videogioco per fare carriera (su Facebook)

Si chiama Employerland, è uno dei tanti giochi disponibili su Facebook ma, invece di far esplodere caramelle e coltivare terreni, promette di far vivere la propria “esperienza professionale”.

Dopo aver scelto e personalizzato un avatar, creato un profilo con tanto di titoli, esperienze e competenze lavorative, infatti, entrato nella realtà virtuale di Employerland, all’utente è data la possibilità di scegliere tra una serie di compagnie quella in cui desidera ‘far carriera’. Una volta ‘dentro’, le sue skills vengono messe alla prova con (veri) test attitudinali, gli è richiesto di leggere e organizzare l’organigramma aziendale, rispondere a e-mail d’ufficio, preparare presentazioni e ascoltare le richieste dei colleghi. In cambio? Si accumulano punti utili a scalare la classifica dei top player, si può ‘gareggiare’ direttamente con i propri amici o contatti social e, ovviamente, condividere i successi ottenuti.

A rendere unico, però, Employerland – nato ormai due anni fa in seno all’omonima start up romana fondata da Gabriele Lizzani– è il confine labile tra virtuale e reale, tra gioco e vere opportunità di carriera. Grazie alla partnership con alcune importanti firme internazionali –tra le altre Luxottica, Bnl, Procter&Gamble, Bosch, Unilever, Golden Lady, Msd, Elica- il primo “professional game” offre, infatti, ai giocatori la possibilità di entrare in contatto con chi si occupa ogni giorno di recruiting, grazie agli incontri che periodicamente le aziende coinvolte riservano ai migliori classificati – i prossimi in programma quelli con Elica il 15 maggio a Milano, Unilever il 28 maggio a Roma, Luxottica il 12 giugno ad Agordo e Bosch il 23 giugno a Milano.

I più bravi al gioco, poi, possono sperare in un vero e proprio colloquio e (magari!) in una collaborazione con l’azienda preferita, com’è già successo a una giovane campionessa di Employerland, selezionata tra gli oltre dieci mila giocatori per uno stage nell’area Value Health & Regional Access dell’azienda farmaceutica MSD Italia. Come ha spiegato al CorSera il CEO Gabriele Lizzani, del resto, la vera novità di Employerland sta nell’essere “un sistema che punta ad innovare e stravolgere le modalità con le quali azienda e candidati si sono incontrati fino ad oggi. Il problema dei giovani che non trovano lavoro è veramente un’emergenza nazionale e i numeri della disoccupazione giovanile tendono ad aumentare. Tramite il gioco e la nostra app si possono avere due possibilità: quella di conoscere meglio l’azienda, le sue dinamiche, i suoi valori e quella di sostenere un colloquio di lavoro se si riesce ad entrare nella classifica dei Top Gamer”.


Virginia Dara
A cura di: Virginia Dara Autore Inside Marketing
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni