Lunedi 15 Ottobre 2018
Agenda EventiCom’è andato il Web Marketing Festival 2016?

Com'è andato il Web Marketing Festival 2016?

Dalla startup competition agli Awards: tutto quello che è successo alla quarta edizione del Web Marketing Festival a Rimini.

Com'è andato il Web Marketing Festival 2016?

Il Web Marketing Festival 2016 ha visto la partecipazione di circa 4mila utenti, a testimonianza del sempre più forte interesse e della crescente consapevolezza verso il settore del digital marketing. I numeri che ruotano intorno a questo evento sottolineano l’impatto del web sulle aziende italiane che sempre più credono nelle potenzialità del digitale e che hanno compreso l’importanza di una buona presenza online per sopravvivere. Inoltre, questi due giorni a Rimini hanno rappresentato un momento di formazione, ma anche un momento per cogliere tante opportunità grazie al corner dedicato all’incontro tra domanda e offerta, una finestra sullo scenario dell’innovazione in Italia, la pitch competition e i 160 interventi che si sono susseguiti nelle 26 sale a disposizione.

Il digitale quindi viene messo sempre al più centro e viene sempre più discusso non solo degli addetti al settore, ma anche da chi teoricamente lo subisce come cliente. Questo fattore si riflette sul fatto che, come detto da Cosmano Lombardo, chairman dell’evento, il digital marketing gode oggi di una dimensione più ampia di sviluppo che incorpora vari aspetti: crescita imprenditoriale, occupazione, impegno sociale, networking, esperienza formativa, espressione artistica, diffusione culturale, progresso economico e condivisione della conoscenza e del lavoro. Il Web Marketing rappresenta ad oggi una piazza che si sposta dal virtuale al reale dove i professionisti si incontrano per parlare di digitale, andando anche oltre la propria professione, arrivando a discutere dei temi di attualità come le più sofisticate tecnologie.

Chiusura Web Marketing Festival

Fonte Web Marketing Festival

Alcuni momenti importanti del Festival

I momenti che si sono succeduti al Web Marketing Festival 2016 sono stati tanti e di vario genere: andiamo con ordine.

STARTUP COMPETITION
Anche quest’anno si è tenuta la competizione a suon di pitch tra diverse startup, con la partnership de LaStampa.it. Su oltre 200 progetti che hanno provato ad arrivare sul palco di Rimini, soltanto Just Knock ne è uscita vincitrice grazie ai voti dei partecipanti al festival e ai membri della giuria di investitori provenienti da realtà quali TIM #WCAP, Unicredit StartLab, Intesa Sanpaolo, I3P, Digital Magics, IBAN, LVenture Group, StartupItalia, Techno Science Park, ICxT, The Hive, Superpartes, WABA Capital, HFarm.

PROFESSIONI DIGITALI
Ancora opportunità, poi, attraverso i colloqui di lavoro svolti nell’area Digital Job Match del Festival, ideata come punto d’incontro tra candidati in cerca di lavoro nel settore e aziende con posizioni aperte. L’iniziativa ha registrato 210 iscrizioni, suddivisi in 60 aziende e 150 candidati.

WMF ROCK CONTEST
Un po’ di rock ci sta sempre bene, anche se si parla di Digital. E quindi tutti gli occhi sono stati rivolti a Earthist, la band vincitrice del WMF Rock Contest, ideato in partnership con Virgin Radio, che nella mattinata del 9 luglio ha acceso gli animi del Festival, ponendo l’attenzione inoltre sull’impatto del Digital Marketing anche su temi di carattere trasversale, com’è stata in questo caso la musica.

SPORT, TERRORISMO, EDITORIA E PMI
Su questi temi è stato aperto un sipario durante questa edizione del Web Marketing Festival. Tre dibattiti su temi di grande attualità, tutti analizzati nel loro rapporto con l’innovazione e la tecnologia: l’editoria, lo sport, il terrorismo e, più in generale, la disruptive economy.

A PIENO RESPIRO
Durante l’edizione 2016, il Web Marketing Festival è stato scenario di una importante iniziativa: una campagna di raccolta fondi, dal titolo “A Pieno Respiro”, una campagna per aiutare fattivamente la Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica nella ricerca che combatte questa malattia. Alla campagna è stato associato un brano, oltre ad una serie di iniziative, raccolte sotto il nome “Una Nota, un Respiro”, attive fino al 31 dicembre prossimo.

WMF LAB
Presenti, entambi i giorni del Web Marketing Festival 2016, i ragazzi universitari del progetto WMF Lab, che ha combinato la formazione universitaria e di altri enti educativi a un’esperienza concreta, che ha permesso ai giovani di interfacciarsi con i grandi cambiamenti che il digitale sta apportando a livello globale.

WMF AWARDS
A chiudere l’evento, il 9 luglio, i WMF Awards, i Premi del Web Marketing assegnate alle campagne di Advertising e di innovazione che hanno lasciato il segno nel 2016. Anche il sociale è stato messo al centro durante questa fase con la premiazione al sindaco di Riace, Domenico Lucano, introdotto sul palco del Festival dalla band calabrese “Marvanza Reaggae Sound” che si è esibita proponendo il pezzo “Lampadusa”, trattando quindi la tematica degli sbarchi in Italia.

A pieno respiro Web Marketing Festival

Web Marketing Festival 2016: tutti gli speech sui temi caldi del digitale

Come ogni anno il programma è stato ricchissimo grazie alle 26 sale messe a disposizione agli utenti che hanno partecipato. Le tematiche affrontate hanno abbracciato tutti i settori del digitale, senza tralasciare nessun aspetto che lo compone.
Interessanti, in particolar modo, sono stati gli interventi che hanno trattato un tema di cui si discute tanto ma che pochi sembrano saper come usare nella pratica: i big data. Sono stati portati esempi pratici di come sono stati utilizzati per intercettare il percorso dell’utente sull’eCommerce e per migliorare le prestazioni del proprio sito che, grazie a questa tipologia di analisi può meglio rispondere alle esigenze del cliente. E sono stati anche mostrati esempi di come i big data possono migliorare i contenuti prodotti da un’azienda e che possono generare lead in maniera diretta una volta compreso il linguaggio e il racconto che gli utenti vogliono ascoltare.

Interessante anche l’inserimento di una sala interamente dedicata al turismo, dove sono state date pratiche guide per migliorare la presenza online delle strutture alberghiere, per aumentare le prenotazioni nei periodi strategici e per regalare un’esperienza unica all’utente che non cerca più una semplice vacanza ma vuole vivere qualcosa che sia unico e da portare con sé come sounvenir di viaggio.
Anche nella sala Content si sono alternati momenti simpatici, come lo speech in cui è stato affrontato l’approccio analitico di PornHub, vista come un’azienda di data analysis e non solo come un’azienda che produce porno. E poi la sempre affollatissima sala dedicata alla pianificazione strategica ha fornito ottimi spunti da parte di grandi professionisti che hanno mostrato concretamente come utilizzare i dati per stilare una strategia di successo, non solo per grandi aziende quanto per piccole startup che provano a farsi largo nel mercato.

Non solo i nomi dei soliti noti dunque. Il Web Marketing Festival 2016 ha fatto conoscere al grande pubblico tanti professionisti che fino a quel momento erano semi-sconosciuti e che invece hanno mostrato di avere tanto da dire. Si è dato spazio ad alcuni momenti di formazione, ma soprattutto al networking e all’atmosfera che rende unico questo evento. In fondo il #wmf è celebre soprattutto perché riesce a portare tutti dal virtuale al reale senza perdere di vista l’obiettivo finale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Potrebbe interessarti

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.