Social Media Marketing Day Italia 2016: rinnovarsi per innovare

Social Media Marketing Day Italia 2016: innovare per restare al passo con i tempi offrendo formazione e informazione di alta qualità.

Social Media Marketing Day Italia 2016: rinnovarsi per innovare

L’entusiasmo dell’edizione del Social Media Marketing Day Italia 2015 ci ha portato nuovamente a Milano per la quarta edizione, consapevoli di aver vissuto una piacevole esperienza formativa e informativa, ma anche di aver avuto la possibilità di confrontarci con esperienze e protagonisti di spicco del settore Social Media. Al Social Media Marketing Day Italia 2016 siamo entrati in contatto con un team di lavoro preparato e pronto a far fronte a tutte le piccole difficoltà che possono sorgere, che ci ha accolto e ha reso possibili tutte le nostre richieste, dall’accesso in sala plenaria al contatto con tutti gli speaker. Come è andata quest’anno?

Lo raccontiamo partendo da un termine preciso: ‘rinnovarsi‘, da sempre sinonimo di apertura al confronto e di adeguamento ai tempi che cambiano. Soprattutto, però, rinnovarsi è nel proprio piccolo un modo per innovare.

Innovare al Social Media Marketing Day Italia 2016 è materiale informativo ben presentato

Design rinnovato per l’immagine coordinata del Social Media Marketing Day Italia (SMMdayIT). Le slide, le brochure e i contenuti social rispondono al “Less is more”, di conseguenza meno overload informativo che ha caratterizzato le precedenti edizioni e più spazio alla comunicazione grafica. Grande spazio anche alle vignette e alle cartoline che raccontano i singoli speech attraverso le immagini, una valida integrazione alla comunicazione in tempo reale svolta dalla sala social dell’evento.

Unico piccolo neo, volendo proprio essere pignoli, la presenza di qualche refuso nel materiale distribuito in sala. Per citarne uno, Luigi Contu, direttore Agenzia Ansa, presente su Twitter con nome utente @_luigicontu è diventato in molti tweet @luigicontu, signore romano involontariamente reso partecipe del Social Media Marketing Day 2016.

Innovare al SMMdayIt è accorciare le distanze

La diretta streaming ha permesso di partecipare all’evento anche a chi non poteva essere fisicamente a Milano, una scelta strategica e motivata dalle numerose richieste di partecipazione. Il Social Media Marketing Day ha registrato un “tutto esaurito” in sala plenaria e per questo motivo, in un primo momento anche i Media Partner – come da diretta esperienza – non hanno avuto accesso alla sala neanche per scattare delle foto. Il potere del digital, però, accorcia le distanze e in poco tempo, grazie all’attenzione del social team coordinato da Stefania Rivetti, la nostra richiesta è stata accolta. Come lo scorso anno, due sale della sede de “Il Sole 24 ore” sono state dedicate al SMMdayIt facendo una distinzione fra partecipanti e giornalisti. Unica pecca l’assenza di un hashtag dedicato per le domande. Nel flusso di #SMMDayIt anche il social team più attento può perdere dei tweet rivolti dal pubblico da casa (e dai giornalisti dalla sala streaming che non possono avere il microfono in sala) ed è stato davvero un peccato, vista la disponibilità degli speaker ad interagire.

Innovare al SMMdayIt è riuscire a presentarsi sempre in forma nuova

Grandi nomi che ritornano al Social Media Marketing Day Italia 2016, ma l’essere grandi ha permesso loro di raccontare la propria esperienza sotto altri interessanti punti di vista. È il caso di Renato Vichi, Head of Media Relations Italia di Unicredit, che anche quest’anno ha presentato il caso dei Social Media Unicredit, offrendo al pubblico nuovi interessanti spunti come quello delle 3U: Understand (prendi il senso), Unveil (svela il punto di vista) e infine Unify (riunisci più voci amiche). Allo stesso modo, anche Federico Smanio, Responsabile Area Digital e Relazione con i tifosi Lega Nazionale Professionisti B, ha parlato della ricerca dei Social Media Official Supporter: ‪‎tifosi che raccontano la vita della loro ‪‎squadra e la loro passione attraverso i canali della Lega Serie B. Anche Change.org quest’anno è stata ospite del SMMDay e anche quest’anno, attraverso i numeri e le testimonianze dei protagonisti, ha mostrato come i social media diano voce a chi non ne ha e come Internet rappresenti la parte attiva e partecipativa di chi ha voglia di cambiare le cose.

Innovare al SMMdayIt è riuscire a tenere alta l’attenzione

Nonostante 16 speech e 8 ore di interventi non siano semplici da gestire, il ritmo incalzante e l’abilità degli speaker è riuscita a tenere alta l’attenzione fino alla conclusione dell’evento. L’hashtag #SMMdayIT è rimasto stabilmente ai primi posti nei trend topic su Twitter in Italia e verso le 17.30, ultimo monitoraggio reso pubblico, era stato twittato oltre 17.161 volte da 1582 utenti unici, ricevendo più di quasi 65 milioni di impression.

In conclusione, la mattinata del Social Media Marketing Day Italia 2016 non è iniziata nel migliore dei modi per noi come media partner alle prese con l’impossibilità di entrare in sala plenaria per svolgere al meglio il lavoro tra reportage fotografico e live, ma il Social Media Marketing Day Italia si è dimostrato poi senza dubbio un evento all’altezza delle aspettative: il tema chiave è declinato in tutte le sfumature possibili e anche quest’anno i km percorsi per partecipare all’evento organizzato da Andrea Albanese ci hanno permesso di arricchire il nostro bagaglio di conoscenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni
Agenda EventiSocial Media Marketing Day Italia 2016: rinnovarsi per innovare