Domenica 24 Giugno 2018
ComunicazioneEveryday trash

Everyday trash

Il caso di Nova gelaterie a Ravenna: metti una donna che lecca un gelato in locandina, aggiungi una frase ammiccante sotto ed è subito trash.


A firma di: Stefania Zona Contributor
Everyday trash

“Noi lo facciamo tutti i giorni.” Cosa? Il gelato ovviamente! Questo lo slogan di Nova, una gelateria artigianale di Ravenna, che ha scatenato non poche polemiche nella cittadina emiliana.

Si sa il trash non va mai in vacanza, anzi pare che con il caldo la voglia di farlo aumenti. Così ecco che in giro per Ravenna appaiono locandine pubblicitarie raffiguranti una donna che lecca un cono gelato e subito scattano le accuse di sessismo contro il titolare della gelateria. Già perché stavolta il trash è cascato proprio male, infatti in prima linea contro la pubblicità si è schierato l’osservatorio immagini amiche di Ravenna, un gruppo di sensibilizzazione e monitoraggio delle pubblicità e delle immagini commerciali, composto da rappresentanti di alcuni settori dell’amministrazione Comunale.

Richiamiamo la gelateria – scrive l’Osservatorio – a utilizzare forme di pubblicità non sessiste, e invitiamo tutti i cittadini e le cittadine a manifestare su Facebook il proprio sdegno verso questo tipo di pubblicità volgare e offensiva”. La vicenda è dunque subito diventata caso politico, vedendo da una parte schierato il PD e i Democratici a sostegno dell’osservatorio, dall’altra Cna, Forza Italia e Movimento 5 stelle a supporto della Nova. Mariella Mantovani (PD) dice di smetterla con queste pubblicità sessiste e Patrizia Strocchia (Dem) addirittura ha chiesto di boicottare la gelateria in questione: “Basta usare pezzi di corpo femminile per vendere ammiccando. Il gelato non è un simbolo sessuale“. Jimmy Valentini, responsabile del settore Alimentare di Cna, difende la gelateria: “Noi come associazione siamo da sempre vicini alle realtà cittadine che si occupano di donne, e proprio per questo non abbiamo paura di dire che questa volta si è esagerato”. Anche Pietro Vandini (M5S) ha risposto alla campagna di boicottaggio indignato affermando che si è superato il limite e che chi ha un ruolo istituzionale non può permettersi di fare affermazioni così pesanti contro una regolare attività commerciale solo a causa di una pubblicità.

Il titolare Giulio Bertozzi ha messo fine alle polemiche rimuovendo le immagini della campagna, ma specificando in un post sulla pagina ufficiale della gelateria che lo ha fatto solo per non offendere la sensibilità della cittadina, perché le immagini in questione non erano offensive ed è ingiusto limitare la libertà di espressione. “Viviamo in un mondo dove ogni giorno si vedono tette e culi ovunque ( giornali, TV e cartelloni pubblicitari )  e il problema è una ragazza che lecca un gelato?!! – aggiunge il titolare – Se nella foto fosse stato un uomo a leccare il gelato si parlerebbe comunque di sessismo?“.

nova_post

Post riasciato dal titolare della gelateria.

Insomma il trash marketing è usato ogni volta come capro espiatorio per far emergere degli argomenti caldi e le relative posizioni a riguardo dei partiti politici. Nel 2015 è giusto parlare ancora di sessismo per una pubblicità? Siamo un paese di stampo religioso e forse ci portiamo dietro ancora dei preconcetti un po’ bigotti, ma la realtà è un’altra. Del resto il marketing è un modo per posizionare i prodotti, il che implica trovare le giuste leve per interagire con una fetta di mercato. Se il sesso appartiene all’immaginario collettivo perché deve essere censurato come forma di linguaggio per comunicare un prodotto? Come dice Bertozzi è limitante. La pubblicità non è nient’altro che la fotografia di questa comunicazione, cosa c’è di male a scherzarci un po’ su? Se in seguito alla polemica e alla rimozione delle immagini si è registrata una fila significativa di cittadini che si è recata in gelateria per esprimere solidarietà ai titolari, vuol dire che si è esagerato ed è bene che si continui a farlo tutti i giorni, il gelato, il trash e non solo!

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti
Iscriviti alla newsletter!

Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e recensione libri
Potrai anche usufruire di offerte esclusive per libri, eventi e corsi.
Cosa aspetti?!

Iscriviti