Facebook: Intelligenza Artificiale descrive foto ai non vedenti

Su Facebook arriva il testo alternativo automatico, funzione che descrive le immagini per i non vedenti grazie all’intelligenza artificiale.

Facebook: Intelligenza Artificiale descrive foto ai non vedenti

Ogni giorno vengono caricate su Facebook almeno due milioni di foto. Non a caso i post visivi sono ancora considerati da casa Zuckerberg l’aspetto che, più di tutti gli altri, ha contribuito a rendere il social network in questione quella creatura da un miliardo d’utenti giornalieri quale è.

È sicuramente difficile immaginare un Facebook senza immagini – come lo è stato anche prima che venisse introdotta l’apposita funzione di upload –, ma è quello a cui sono abituati gli utenti non vedenti o ipovedenti.

Negli anni la tecnologia ha reso il web sempre più accessibile anche a chi convive con disabilità visive, grazie ad esempio all’utilizzo di software di riconoscimento visivo in grado di identificare gli elementi sullo schermo e interagire con essi. Diventa, però, impossibile con oggetti più complessi, come allegati e immagini appunto: “solitamente senti il nome del file – ha raccontato a The Verge Matt King, un ingegnere cieco che lavora per Facebook – ma non sai mai se è cliccabile o di che natura è”. Almeno fino alle scorse ore, quando il team che si occupa di accessibilità in casa Zuckerberg ha lanciato la funzione di automatic alternative text.

Al momento disponibile in inglese e solo per iOS (ma presto dovrebbe esserlo anche per Android e desktop, ndr), grazie all’uso dell’ intelligenza artificiale e di speciali algoritmi predittivi, il testo alternativo servirà a identificare gli oggetti presenti nelle foto e, tramite l’impostazione VoiceOver, ne fornirà una descrizione all’utente non vedente.

In altre parole Facebook saprà raccontare perfettamente e in tempo reale tutto ciò che scorre sulla timeline. O quasi. Al momento, infatti, l’automatic alternative text sembra possa riconoscere solo figure che rientrano nelle categorie trasporti, natura, sport e cibo, con maggiori dettagli quando si tratta di volti – Facebook sembra essere in grado di distinguere, per esempio, un bimbo da un adulto e un sorriso da un’espressione triste – e con una funzione di riconoscimento per i selfie.

Per attivare il testo alternativo, al momento, è necessario spuntare l’apposita voce di descrizione per non vedenti quando viene pubblicata una foto. In più, almeno per questa fase beta, l’automatic alternative text verrà fornito solo se ci sarà almeno un 80% di sicurezza riguardo alla corrispondenza tra contenuto della foto e descrizione: questo serve a Facebook per tutelarsi da eventuali scivoloni come quello che, qualche tempo fa, costrinse Google a fare ammenda per una foto di due uomini di colore taggati come “gorilla”.

Entro la fine dell’anno, comunque, la divisione accessibilità di Facebook potrebbe arrivare a due altri grossi traguardi, sulla scia del testo alternativo per non vedenti: il riconoscimento degli oggetti presenti nei video e una speciale funzione di “visual Q&A” che, secondo indiscrezioni, dovrebbe permettere agli utenti di chiedere maggiori informazioni su foto e immagini in timeline, come ad esempio “chi c’è in quella foto?”, ricevendo una risposta direttamente dall’intelligenza artificiale di Facebook.

Già da anni del resto il team di Facebook lavora per rendere il social più alla portata di utenti con disabilità fisiche: il font più leggibile e impostazioni specifiche di cattura video sono solo alcuni degli strumenti già messi a disposizione agli utenti ipovedenti e non vedenti. “Lavorare a questo – spiegano i responsabili ancora a The Verge – significa dir loro: ‘la vostra possibilità di partecipare alle conversazioni social che avvengono in tutto il mondo è davvero importante per noi’. Ancora, è come dire: ‘come persona tu conti, e noi ci prendiamo cura di te. Vogliamo creare inclusione e faremo ciò che serve per includere chiunque’”.


Virginia Dara
A cura di: Virginia Dara Autore Inside Marketing
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni
MacroambienteFacebook: Intelligenza Artificiale descrive foto ai non vedenti