Farmacie online: alcuni consigli per aprirne una

Gestire un eCommerce non è semplice, soprattutto se si tratta di farmacie online. Alcuni consigli per operare al meglio in questo settore.

Farmacie online: alcuni consigli per aprirne una

Sebbene le statistiche affermino che il 97% delle vendite sia ancora effettuata nei negozi, l’eCommerce è una realtà che continua a crescere in doppia cifra, anno dopo anno ed in molti settori viene affiancata con successo alla vendita tradizionale. Dall’1 Luglio 2015 è possibile vendere farmaci da banco sul web e questo ha aumentato il numero della presenza di farmacie online ed anche parafarmacie, rendendo quasi saturo il settore. Non è detto, però, che non ci siano comunque opportunità anche se l’eCommerce in questi campo risulta essere un’attività piuttosto complessa e molte farmacie si trovano a gestire un business con logiche e dinamiche molto differenti dal retail, spesso incontrando grosse difficoltà.

Farmacie online: dieci consigli per aprirne una

  1. Il farmacista deve formarsi per guidare un eCommerce: l’eCommerce è un’attività complessa che può essere delegata solo in parte e necessita di conoscenze specifiche per ogni ruolo e per ogni attività. Il farmacista non deve diventare un marketer, ma deve avere chiari gli obiettivi e conoscere almeno a livello strategico quali sono i passi da compiere per scalare il business e portarlo a profitto.
  2. Strutturare un team interno: un eCommerce non vende da solo e una volta messo il sito online va gestito, promosso e curato costantemente. Non è consigliabile delegare tutte le attività esternamente, infatti sarebbe meglio formare risorse interne in ruoli chiave come la gestione del catalogo, la scrittura dei contenuti, il customer care. Una agenzia esterna non potrà mai avere la sensibilità e la profondità in conoscenza del settore di un know-how interno.
  3. Replicare l’esperienza d’acquisto offline: come ogni farmacia esplica il proprio valore aggiunto all’interno del negozio grazie ai propri servizi e ai suoi farmacisti e al loro rapporto umano con i clienti, allo stesso modo l’online può differenziarsi aumentando la qualità del servizio offerto ai suoi visitatori. Non solo vendita, ma assistenza e cura del cliente con consigli, guide pratiche e contenuti davvero informativi ed utili per chi visita il sito. Il cliente può essere facilmente fidelizzato se troverà nelle farmacie online lo stesso valore umano dell’offline.
  4. Offrire facili e veloci forme di contatto: il visitatore deve avere la possibilità di chiedere facilmente. Per questo motivo si sentirà agevolato a chiedere a farmacie online alcune tipologie di prodotto per cui diventa più difficile informarsi nel negozio fisico. Oltre al numero verde, potrebbe essere utile sfruttare live chat per essere sempre presenti e disponibili per i clienti.
  5. Vendere fuori zona e non solo: le farmacie hanno accesso a diverse tipologie di prodotto, dalle creme ai solari agli integratori, etc. e grazie alla Rete possono estendere la loro vendita non solo in tutta Italia ma anche in Europa. Al di là del prezzo, se si lavora bene sul rapporto con i clienti e si scelgono i giusti canali marketing è possibile aumentare i fatturati grazie all’online e internazionalizzare la propria vendita. Le farmacie online per molti possono rappresentare una valida opportunità di espansione.
  6. L’equazione “più prodotti = più vendite” non sempre funziona: la maggior parte delle farmacie ha cataloghi vastissimi con migliaia di prodotti. Più i cataloghi sono grandi e più sono impegnativi in termini di gestione ed aggiornamento. Tenere aggiornati prezzi, descrizione e disponibilità di migliaia di prodotti non è così semplice soprattutto se non ci sono integrazioni con i gestionali che permettono modifiche massive. Meno prodotti significa potersi dedicare al meglio su ognuno aumentando la qualità e la profondità oltre ad approcciare in maniera più facile le varie attività di marketing.
  7. Smarcarsi dalla concorrenza: la concorrenza nel settore è molto vasta e la prima difficoltà che incontrano le farmacie online è relativa proprio al posizionamento rispetto al mercato ed ai suoi competitor. I siti generalisti (che vendono un po’ di tutto) oggi sono molto in difficoltà perché non riescono a farsi riconoscere come specializzati in qualche campo. Focalizzarsi su una nicchia di mercato può permettere di restringere il target e di avere meno concorrenza specifica. Le farmacie online spesso sono portate a vendere tutto (dai solari agli integratori, fino ai prodotti per animali) mentre può essere una possibilità focalizzarsi su una sola di queste categorie.
  8. Quali canali scegliere: sicuramente è importante decidere di portare avanti il proprio business sfruttando i social media, oltre a sfruttare il remarketing per chiudere più vendite possibili su utenti che hanno effettuato azioni significative sul sito (aggiunta al carrello, iscrizione alla newsletter, etc). Altri canali da sfruttare sono l’email marketing e la personalizzazione del sito a seconda dei visitatori.
  9. Prepararsi ad un altro tipo di lavoro: gestire un eCommerce è tra i lavori più difficili, impegnativi e dispendiosi poiché include una moltitudine di attività e molto lavoro operativo. Il farmacista si troverà ad avere a che fare con programmazione, budget per il marketing, indicizzazione sui motori di ricerca, hosting, etc. Uno dei modi migliori di affrontare questa nuova attività è formarsi in materia a livello strategico per poter guidare il proprio business verso il successo.
  10. La scelta del partner: non è mai facile scegliere il giusto partner. Nel nostro Paese ci sono quasi più agenzie che clienti, è importante quindi scegliere chi offre reali case history, testimonianze credibili del proprio lavoro e possibilmente skill nel settore di riferimento ed esperienze pregresse significative.

A firma di: Sara Vetrano Contributor
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni
MacroambienteFarmacie online: alcuni consigli per aprirne una