Martedi 18 Dicembre 2018
MacroambienteGli abitanti della Rete: un po’ di numeri

Gli abitanti della Rete: un po’ di numeri

Un’infografica di Statista dà un po’ di numeri sugli utenti della Rete, il loro comportamento, le aree geografiche maggiormente connesse e tanto altro


Virginia Dara
A cura di: Virginia Dara Autore Inside Marketing
Gli abitanti della Rete: un po’ di numeri

Quanti sono gli utenti della Rete, come sono cresciuti rispetto agli albori del Web, come risultano distribuiti tra le varie arie geografiche e cosa fanno quando sono connessi? A dirlo è un’interessante infografica realizzata da Statista originariamente per “Forbes” e ripresa in questi giorni da “Repubblica”. La cifra più impressionante? Quella dei 2.923 miliardi di utenti unici: circa il 40% della popolazione mondiale e quasi dieci volte di più rispetto al 2000, quando i connessi erano ‘solo’ 394 milioni. A guadagnarsi il podio delle aree geografiche con maggior numero di connessioni l’Asia Orientale con il 41% del totale, l’Europa ferma al 26% e il Nord America con appena il 14%. Tradotto in numero di utenti? Dei quasi 3 miliardi del totale, 760 milioni provengono dai paesi asiatici e poco più di 320 milioni, invece, sono europei.

Diverso lo scenario per quanto riguarda la velocità media di connessione a Internet: il paese più veloce è la Corea del Sud con 24.6 megabyte al secondo. Male, invece, per i paesi europei: tra i risultati migliori quelli di Paesi Bassi, Svezia e Lettonia che non superano però i 14 megabyte al secondo, mentre l’Italia è ferma ai 4.9. Confermato, inoltre, il trend dell’aumento di connessioni mobili: gli accessi da smartphone per il 2013 hanno superato il 73.4% e, secondo una proiezione, nel 2017 saranno oltre il 90%. Asia e Africa coprono da sole circa il 75% delle connessioni mobili con rispettivamente il 37% e 38% degli utenti e con una crescita annua di quattordici punti percentuali nel caso del continente asiatico e di dieci per quello africano.

Parte consistente dell’infografica è dedicato, inoltre, alla distribuzione per attività del traffico totale: in Europa vincono entertaiment (che copre da solo oltre il 32.7% del totale delle connessioni), social (con il 19.6%) e connessioni private (19.2%). Statista ha inoltre categorizzato il totale degli accessi da smartphone in termini di utilizzo delle maggiori app: primeggiano i giochi su cui viene speso almeno il 32% del tempo online; seguono i social network cui si dedica il 28% del tempo di connessione (il più amato rimane Facebook con il 17%, mentre Twitter si ferma al 1.5%) e una serie di attività classificate come business -che vanno dal consumo di notizie (3%) ad altre utilities (8%)- che in totale raccolgono il 18%. Un po’ meno meglio, invece, per  l’intrattenimento da mobile che copre solo l’8% degli accessi totali con grande protagonista Youtube, che da solo raccoglie il 4% degli accessi.

Un occhio alle previsioni per il triennio a venire, infine, confermano le ipotesi di una crescita irrefrenabile del consumo di Internet: secondo Statista nel 2018 il traffico globale sarà, infatti, di 83.299 petabyte –l’ordine di grandezza è di dieci alla quindicesima.

 

Infographic: Global Internet Usage By the Numbers | Statista
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Potrebbe interessarti

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI