Martedi 18 Dicembre 2018

Black friday significato

Black Friday

Il black friday è la giornata che tradizionalmente apre la stagione di acquisti natalizi e segue il Giorno del ringraziamento. Si tratta di una tradizione (nordamericana e poi estesasi in tutto il mondo) che ha grande rilevanza a livello commerciale perché le aziende applicano ai loro prodotti notevoli offerte, ma a tempo limitato.


BLACK FRIDAY: COS’È

Il Black Friday non è più una tradizione soltanto americana: rappresenta l’assorbimento di una cultura da parte del “Vecchio Continente”. Questa ricorrenza cade il venerdì che segue, a livello temporale, il Thanksgiving Day (o Giorno del ringraziamento), festività americana che cade il quarto giovedì di novembre. Per convenzione anche in Europa si è adottato lo stesso giorno. Durante questa giornata le aziende applicano più che notevoli sconti (negli store sia fisici che virtuali) alla propria merce, portando i clienti a fare dei veri e propri affari. Molti acquirenti hanno infatti preso l’abitudine di riservare a questo giorno gli acquisti più onerosi e importanti dell’anno e altri, invece, anticipano gli acquisti del periodo natalizio.

Black Friday: dove nasce la tradizione?

Il Black Friday è nato a Philadelphia, nel novembre del 1924, il venerdì dopo il Giorno del ringraziamento: l’occasione per istituire tale ricorrenza fu la prima parata dei famosi grandi magazzini Macy’s che diede via allo shopping natalizio.

Esistono, poi, varie versioni sull’origine della denominazione: per alcuni deriverebbe dalle condizioni del traffico, da bollino nero appunto, che negli anni Sessanta paralizzavano le strade americane per la corsa ai negozi; secondo altri racconti, invece, avrebbe preso spunto dal colore dei registri contabili degli esercenti che in questo periodo passava dal rosso delle perdite al nero (colore con cui venivano registrate le transazioni in attivo).



Evoluzione del black friday

Se in passato i negozi presentavano le loro offerte per tale ricorrenza aprendo regolarmente il venerdì mattina, attualmente l’attesa per business e consumatori è tale da aver spinto molti store ad aprire alle 3 o alle 4 del mattino o, addirittura, a rimanere aperti anche tutta la notte. L’adesione, negli anni, da parte di molti dei paesi nel mondo ha portato a una giornata equivalente, in termini di offerte speciali, dedicata però soltanto agli acquisti online: si tratta del Cyber Monday (o Lunedì Cibernetico), che corrisponde al lunedì dopo il Black Friday. Questo funge non solo da incentivo per gli eCommerce, ma anche da opportunità per i consumatori che non hanno avuto modo di sfruttare le offerte durante il Venerdì Nero.

Black Friday tra violenza e caos

Chiaramente durante questa giornata gli articoli messi in vendita a un prezzo scontato sono in quantità limitata e per tale motivo soltanto chi arriva per primo (sia fisicamente che virtualmente) riesce ad aggiudicarseli. In riferimento agli store fisici, comunque, durante il Black Friday entrano in gioco i “doorbuster deal“, cioè offerte speciali – spesso per promuovere dei prodotti in numero ridotto – riservate per un periodo di tempo davvero limitato che prevede che ad aggiudicarsi i prodotti sia chi per primo arriva in negozio e li prende. Per tale ragione non sono infrequenti lunghissime code davanti alle porte degli store, molte ore prime dell’apertura o addirittura con persone che scelgono di trascorrere l’intera notte davanti ai negozi per cercare di essere tra le prime.

Questa tipologia di offerta ha spesso portato a litigi tra clienti oppure tra clienti e staff, litigi spesso degenerati in episodi di violenza verbale e fisica e in danni al negozio; in alcuni casi si è addirittura arrivati alla morte dei soggetti coinvolti. Ogni anno, allora, diverse testate giornalistiche descrivono gli incidenti che avvengono per gli sconti durante questa ricorrenza, portando talvolta addirittura il conto, dal 2006, di feriti e morti avvenuti a causa del Black Friday oppure riportando le lesioni più comuni verificatesi durante la giornata di saldi.

Anche psicologi e ricercatori sono scesi in campo per cercare di comprende le ragioni che portano le persone ad assumere tali comportamenti. In “A perfect storm for consumer misbehavior: shopping on Black Friday“, Lennon e collaboratori indicano tra le possibili cause del comportamento aggressivo dei consumatori durante questa ricorrenza l’insoddisfazione e l’ingiustizia provate da chi non è riuscito ad aggiudicarsi l’offerta pianificata.

Black Friday e Cyber Monday: strategie per eCommerce

Non è facile, sia durante il Black Friday che durante il Cyber Monday, per gli eCommerce competere con giganti come Amazon, per esempio.

Durante eCommerce hub 2018, svoltosi il 5 ottobre, uno spazio è stato dedicato proprio al Black Friday, non tralasciando le problematiche più comuni e le strategie più efficaci. A occuparsene è stato il digital strategist Fabio Sutto, che ha offerto una visione più tecnica dell’evento e dedicata soprattutto agli “addetti ai lavori”.

Questo periodo di sconti può (e deve) essere una risorsa. A tale scopo andrebbe seguito, dagli eCommerce, un decalogo composto da strategie e piccole accortezze che possono portare a fare la differenza. Il primo dei suggerimenti proposto da Sutto è comunicare l’adesione all’evento con tre o quattro giorni di anticipo. Come farlo? Per i clienti non presenti nel proprio CRM, potrebbe essere fatto attraverso Lead Ads mediante un social network come Facebook. A chi decide di aderire potrebbe essere inviato un codice sconto (relativo a una notevole offerta) a cui i successivi clienti non avrebbero accesso, accontentandosi di “semplici” prezzi di agevolazione. La stessa comunicazione dovrebbe essere inviata tramite email ai clienti presenti nel proprio CRM, in modo da non farli sentire esclusi e da rafforzare il rapporto di fidelizzazione.

Il giorno prima del Black Friday potrebbe essere utile inviare un reminder con il countdown, magari attraverso SMS (più immediato e visibile). Il risultato? Aumentare il proprio bacino d’utenti (con profili validi e di qualità) e incrementare le vendite.

Il passo successivo potrebbe poi essere prolungare il coupon sconto (inferiore al precedente), per le successive settimane, per chi si è iscritto ma non ha effettuato acquisti: a tal proposito andrebbe comunicata la possibilità di approfittare di tale sconto anche se il valore è minore del precedente.

Infine, per sfruttare questo giorno anche per la fidelizzazione della clientela e per la propria differenziazione, potrebbe essere utile aggiungere qualcosa di unico alle proprie promozioni (oltre al solito sconto), come per esempio l’offerta di un’esperienza: all’interno del suo blog l’azienda di consulenza e creazione di eCommerce Imprimis suggerisce l’aggiunta di un viaggio o di un’esperienza gastronomica all’acquisto di un prodotto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli black friday

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI