Venerdì 06 Dicembre 2019

Cosa è il Costo per Acquisizione? e come si calcola nelle campagne display?

Definizione di Cpa

Il cost per acquisition (Cpa) è una metrica utilizzata per la valutazione dell’efficacia delle campagne pubblicitarie. Attraverso il CPA si misura il costo unitario necessario per ottenere una determinata azione obiettivo, come un click, una vendita o la generazione di un lead.


CPA: COS’È

Nello stabilire l’efficacia di una campagna pubblicitaria si fa ricorso a diversi parametri che aiutano a comprendere l’andamento delle performance e a modificare la propria strategia in corso d’opera per ottimizzare le risorse da investire. L’espressione “cost per acquisition” (CPA) è utilizzata per indicare una metrica che valuta l’efficacia di una campagna pubblicitaria, mettendo a confronto il costo della campagna stessa e il numero di azioni che ha generato. Il risultato ottenuto da questo rapporto è il costo unitario che l’investitore andrà a spendere per il completamento di un’azione obiettivo o per ottenere una conversione.
L’espressione cost per acquisition è utilizzata sia nell’ambito delle campagne pubblicitarie su media tradizionali sia nell’ambito delle campagne pubblicitarie online. In quest’ultimo caso si può considerare un elemento utile per la pianificazione delle strategie da applicare e per comprendere in media il costo dell’acquisizione di un nuovo cliente.

COME SI CALCOLA

La formula per calcolare il CPA di una campagna è molto semplice e tiene conto di due elementi chiave: il costo della campagna e il numero di azioni ottenute. Il cost per acquisition si ottiene allora dal rapporto fra il costo totale della campagna pubblicitaria e il numero di azioni generate dalla stessa. Se si ipotizza una campagna dal costo di 3000 euro che genera 100 azioni, il valore del CPA sarà di 30 euro.

CPA NELLA DISPLAY ADVERTISING

All’interno di una campagna di display advertising, il CPA è l’importo reale addebitato all’inserzionista per una conversione generata dal suo annuncio e viene calcolato dividendo il costo totale delle conversioni per il numero totale di conversioni.

Il CPA target di Google Ads

Il CPA target è il valore di una conversione stabilito da un inserzionista. In quest’ottica, ottimizzare una campagna in base al CPA target significa attuare una strategia di smart bidding che, facendo ricorso al machine learning, riesce a generare il maggior numero di conversioni a un prezzo pari o inferiore a quello impostato per la campagna. L’ottimizzazione delle offerte con CPA target si può utilizzare sia come strategia standard per una singola campagna che come strategia di portafoglio per più campagne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
© Inside Marketing 2013 - 2019 è un marchio registrato ® P.iva 07142251219
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI