Mercoledì 23 Ottobre 2019

Cpm

Definizione di Cpm

CPM

Il cost per mille (in acronimo: Cpm) è una metrica utilizzata per stimare il costo di una campagna pubblicitaria per mille visualizzazioni della stessa. Questo indicatore si determina moltiplicando per mille il rapporto fra costo della campagna e numero di contatti raggiunti.


CPM: COS’È

Fra i parametri utilizzati nel marketing per il calcolo del costo di una campagna pubblicitaria, il cost per mille è quello che permette di stimare il costo di una campagna ogni mille visualizzazioni della stessa. In ambito pubblicitario con l’espressione cost per mille si fa riferimento al costo per migliaia di impression. La metrica cost per mille però non va confusa con Cost per impression (CPI). In “Marketing metrics: the definitive guide to measuring marketing performance” si evidenzia una sostanziale differenza fra le due metriche ed emerge che con CPI si indica il costo a cui va incontro l’inserzionista per ogni potenziale cliente che visualizzerà l’annuncio, mentre con CPM si indica il costo che l’inserzionista sosterrà ogni mille potenziali clienti che visualizzeranno l’annuncio.

COME SI CALCOLA

Il cost per mille indica il costo stimato di una campagna ogni mille visualizzazioni e si determina attraverso la divisione del costo della campagna o dell’annuncio per il numero di contatti raggiunti. Il risultato di questa divisione si moltiplica per mille.

c p m

cpm marketing

IL CPM NELLE CAMPAGNE GOOGLE (SEM)

Nelle campagne di display advertising (Pay-Per-View) gli inserzionisti che utilizzano annunci CPM hanno la possibilità di impostare il prezzo addebitale per la pubblicazione di 1000 annunci e di conseguenza pagare per ogni volta che un annuncio viene visualizzato. Questa tipologia compete con gli annunci cpc (Pay-Per-Performance) nell’asta degli annunci e l’inserzione che viene scelta è quella per la quale si prevedono le entrate maggiori.

Le offerte vCPM per la brand awareness

Se l’obiettivo della propria campagna è quello di aumentare la brand awareness senza necessariamente aumentare il traffico verso il proprio sito web, la soluzione proposta da Google è quella di utilizzare le offerte vCPM. Questa tipologia di offerta manuale consente di impostare l’importo massimo che si è disposti a pagare per mille impressioni visibili dell’annuncio ed è utilizzata nel caso in cui la strategia preveda di dare priorità alle impressioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
© Inside Marketing 2013 - 2019 è un marchio registrato ® P.iva 07142251219
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI