Mercoledi 17 Ottobre 2018
MarketingGoogle Quality Rater: le nuove linee guida per i “valutatori umani”

Google Quality Rater: le nuove linee guida per i "valutatori umani"

Contenuti e pagine web di alta qualità, ma soprattutto attenzione ai dispositivi mobile nella nuova versione delle linee guida per i quality rater di Google.


A firma di: Marianna Cadoni Contributor
Google Quality Rater: le nuove linee guida per i

Recentemente Google ha diffuso la versione aggiornata delle Search Quality Rating Guidelines, ovvero le linee guida attraverso cui i suoi quality rater valutano la qualità ed il posizionamento dei siti web nelle ricerche.
La novità è stata annunciata direttamente sul Webmaster Central Blog, dove è stato pubblicato il documento di 160 pagine contente le nuove linee guida per il Quality Ranking di Google, ovvero i criteri attraverso cui il noto motore di ricerca valuta la qualità di un sito, collegata al suo posizionamento sul web.
Il principale elemento di novità rispetto al precedente documento, stilato nel 2013, è rappresentato dalla maggiore attenzione riservata all’aspetto mobile. L’aumento del traffico e delle ricerche effettuate da smartphone e Tablet piuttosto che da desktop, ha reso quest’ultima versione delle linee guida completamente orientata ai dispositivi mobili. La struttura “non mobile-friendly” di un sito influenzerà certamente in maniera negativa sulla qualità percepita e di conseguenza determinerà una valutazione più bassa dai quality rater di Google, così come in un app verranno attentamente valutati elementi quali la facilità di installazione e gli in-app content nei risultati di ricerca.

Il colosso di Mountain View ha precisato che il documento pubblicato non rappresenta la versione finale delle linee guida dei quality rater, soprattutto in virtù del continuo perfezionamento dei parametri di valutazione che vengono adottati. Ciononostante, rappresenta un utile vademecum per chi intende comprendere come i valutatori di Google giudicano la qualità di un sito e quali caratteristiche devono possedere i contenuti pubblicati per ottenere un buon posizionamento online.

La caratteristica essenziale di un motore di ricerca è la sua capacità di offrire una risposta utile alla domanda dell’utente: la qualità è quindi direttamente correlata alla capacità interpretativa del sistema e alla pertinenza della risposta rispetto alle reali esigenze dell’utente. L’attenzione di  Google per il “fattore umano” si traduce nell’aggiornamento costante degli algoritmi sulla base dei cambiamenti sociali e ambientali, soprattutto in direzione semantica: per questo le linee guida saranno aggiornate periodicamente, rendendo pubblici i cambiamenti di maggiore impatto.

Accanto all’usabilità mobile, punto focale delle nuove linee guida per il Quality Rating di Google è la qualità dei contenuti che un sito web è in grado di dare agli utenti. Un sito si può definire davvero di qualità quando è in grado di offrire un valore aggiunto all’utente mediante i suoi contenuti, fornendo informazioni accurate, presentate in modo chiaro e attraverso un’interfaccia che ne faciliti la fruizione da qualsiasi piattaforma. In sintesi, creare contenuti utili, originali e tratti da fonti affidabili per ottenere un più alto punteggio di qualità che aiuterà il sito a posizionarsi meglio sul motore di ricerca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Potrebbe interessarti

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.