MacroambienteGravidanza 2.0: il supporto alle future mamme tramite app

Gravidanza 2.0: il supporto alle future mamme tramite app

Gravidanza rivoluzionata? Consigli, esercizi pre e post parto, alimentazione e simpatiche curiosità a portata di app per le donne in attesa.

Gravidanza 2.0: il supporto alle future mamme tramite app

La tecnologia fa continuamente passi da gigante e cerca, attraverso svariati mezzi ed idee geniali, di regalare agli utenti novità strabilianti in qualsiasi campo, dalla sicurezza alla salute e al benessere. L’innovazione tecnologica sembra aver trovato applicazione anche in una fase bella e allo stesso tempo delicata come quello della gravidanza: l’obiettivo in tal senso è quello di regalare a futuri genitori quante più soluzioni e risposte possibili ad ogni tipo di richiesta. Così sono nate diverse app a prova di donna incinta, in grado di offrire supporto nei nove mesi di attesa: dai calendari, alle agende, agli esercizi, fino a foto e video-book; insomma di tutto per accontentare qualsiasi esigenza, affidandosi soltanto al proprio smartphone.

Tra le applicazioni più scaricate in Italia c’è iMamma – disponibile gratuitamente su Android e iOS – che si occupa del supporto della gravidanza e della comunicazione fra la donna e il ginecologo. L’app è stata creata da OBScience in collaborazione con un team di medici qualificati a livello internazionale e permette di monitorare a distanza il feto e la madre, tra esami a cui sottoporsi, controlli, ecografie che mancano, controllando addirittura le contrazioni, ma non solo: funge anche da consigliera riguardo a diete, shopping ed esercizi fisici. Sembra fantascienza ed invece è realtà: in pratica, un promemoria a portata di mano che dispensa consigli e aggiorna la donna in attesa su qualsiasi aspetto della gravidanza, da quello salutare a quello più ludico. L’app risulta utile, però, anche semplicemente per consultare il calendario della fertilità quando si ha la volontà di avere un bambino. L’utilizzo è molto semplice: basta effettuare il login, scegliere il proprio profilo (mamma o medico, donna incinta o no) e inizia l’avventura.

Simile ad iMamma è Gravidanza – Sprout, agenda per le visite, di cui è disponibile negli store Google e Apple una versione gratuita ed una premium. Questa app risulta essere un vero e proprio diario digitale nel quale la futura mamma potrà aggiungere informazioni, foto e video per monitorare il nascituro. Compariranno sul display dello smartphone le foto del bambino, in 3D e a colori, il mese o le settimane raggiunte ed inoltre è possibile esportare in formato PDF tutto ciò che è stato condiviso sull’applicazione.

La varietà delle app in questo settore è davvero impressionante: non solo, quindi, consigli ed esami clinici, ma anche gioco e divertimento. Ve ne sono, infatti, alcune da utilizzare se si vuole giocare ad indovinare il sesso del bambino oppure scegliere il nome del nascituro o, ancora, eseguire esercizi di fitness e yoga per migliorare i movimenti ed evitare un eccessivo aumento di peso.

Tra queste Gravidanza mia – disponibile per Android e iOS – che, oltre ad aiutare la madre durante il parto con informazioni generiche sul concepimento, permette anche al padre di essere quanto più coinvolto possibile, provando ad indovinare, ad esempio, il sesso del bambino. L’app, infatti, effettua un calcolo statistico dopo l’inserimento della data dell’ultimo rapporto precedente all’ovulazione.

Sulla stessa scia vi è La mia gravidanza – Doctissimo che, però, aiuta a scegliere il nome del neonato. Un lunghissimo elenco di nomi con i rispettivi significati ed origini metterà in seria difficoltà i futuri genitori. L’app offre anche la possibilità di monitorare, tra le altre cose, il peso del bambino, il numero e la frequenza delle contrazioni.

CineMama, invece, consente di registrare tutti i cambiamenti della pancia nei nove mesi di gravidanza, attraverso fotografie con cui verrà realizzato, alla fine della gestazione, un video per rivivere le emozioni del periodo.

Tante sono, poi, le applicazioni che suggeriscono esercizi ginnici adatti alla gravidanza: ginnastica pre e post parto, yoga o allenamenti trimestrali. iMamma Workout, Pregnancy Workout Advisory (disponibile solo in inglese), Yoga Prenatale, Prenatal Pilates sono, infatti, tutte guide disponibili su iOS e Android che aiutano le future mamme ad eseguire facili allenamenti stando comodamente a casa.

Un altro importantissimo aspetto da tenere in considerazione durante questo percorso di nove mesi è quello dell’alimentazioneFish4Health, ad esempio, spiega l’utilità di mangiare pesce, inserendo tabelle sui vantaggi dell’Omega3 ed invitanti ricette da preparare.

Non solo salute e alimentazione: fra le donne americane, infatti, è molto utilizzata un’app che propone una playlist di musiche rilassanti che aiutano ad eliminare lo stress. Si tratta di Noisli. 

L’offerta in questione, dunque, consente di soddisfare molte richieste e dimostra come le donne anche per momenti così intimi e personali si lascino andare all’utilizzo della tecnologia e, sempre di più, dei dispositivi mobile. Inoltre, tutte le applicazioni a disposizione sono facilmente utilizzabili e in pochi semplici passi, ovunque. Ovviamente esse non sostituiscono le figure professionali (e necessarie) di riferimento: sono un comodo e, perché no, simpatico di più.


A firma di: Martina Eboli Contributor
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni