Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Macroambiente“Green Beauty”: l’iniziativa di Garnier per ridurre l’impatto ambientale con prodotti sostenibili

"Green Beauty": l'iniziativa di Garnier per ridurre l'impatto ambientale con prodotti sostenibili

Con l'iniziativa sostenibile "Green Beauty" Garnier lancia lo shampoo solido invitando il consumatore a prendersi cura di sé, riducendo al contempo l'impatto ambientale.

Green Beauty Garnier: l'iniziativa sostenibile del brand

A partire dal 2019 Garnier, il brand francese noto a livello mondiale per la produzione di cosmetici e prodotti per la cura del corpo e dei capelli, ha iniziato a mostrare sempre maggiore interesse e impegno verso la sostenibilità. A testimoniarlo è in particolare il lancio dell’iniziativa Green Beauty. La “bellezza verde” per Garnier corrisponde a una «strategia olistica» che comprende cinque aree di miglioramento: packaging eco-progettati; formule eco-progettate; stabilimenti più sostenibili; approvvigionamento più sostenibile; un pianeta più verde. L’iniziativa punta infatti a ridurre l’impatto che i prodotti possono avere sull’ambiente, preservando allo stesso tempo le risorse naturali, utilizzando energia pulita e rinnovabile e prevenendo gli sprechi. Tra gli aspetti più rilevanti di Green Beauty Garnier vi è per esempio il packaging: la partnership tra il Gruppo L’Oréal e Albea per la linea Garnier BIO, nel 2020, ha portato alla creazione di tubetti che integrano una parte in cartone. Ulteriori importanti step prevedono l’utilizzo di competenze e tecniche all’avanguardia per far sì che vengano tratti tutti i vantaggi che possono derivare da elementi naturali. Il brand è noto infatti per le sue formule arricchite con ingredienti naturali che derivano da frutti, fiori, semi, germogli, in grado di donare alla pelle e ai capelli numerosi benefici e al contempo proteggerli dalle aggressioni esterne, dall’inquinamento, dalle imperfezioni, dai raggi UV e dallo stress quotidiano.

CON Green Beauty GARNIER punta alla sostenibilità

Negli ultimi anni, visto il crescente interesse dei consumatori nei confronti di tematiche ambientali sta aumentando l’offerta di prodotti ecosostenibili da parte di diverse aziende. Con l’approccio Green Beauty Garnier pure sta contribuendo alla riduzione dell’impatto ambientale: nel 2020 è stato lanciato, per esempio, il primo shampoo solido della linea Ultra Dolce, simile a quello tradizionale ma senza acqua. Questo tipo di shampoo oltre a contenere ingredienti per la bellezza e la salute dei capelli è privo di conservanti, saponi e siliconi. Il prodotto in questione è stato definito una vera e propria rivoluzione dello shampoo, in quanto in grado di coniugare i tre valori fondamentali del marchio : bellezza, natura e sostenibilità. Si tratta dell’ultima novità di casa Garnier in fatto di soluzioni senza plastica e apre la strada a cosmetici senza acqua e con un minore impatto ambientale: il packaging è realizzato al 100% in cartoncino riciclabile, oltre alla composizione del contenuto che è per la quasi totalità di origine naturale.

Green Beauty Garnier

Fonte: canale YouTube Garnier.

Nel comunicare il prodotto l’azienda ha messo in risalto alcuni aspetti vantaggiosi come la consistenza schiumosa e il risultato finale, che risultano essere uguali a quelli dello shampoo liquido, nonostante si utilizzi in maniera nettamente diversa. Oltre a essere un’ottima soluzione per l’ambiente, esso pone al centro la cura e la salute del capello, rispondendo alle diverse esigenze dei consumatori. In questo modo, grazie a Green Beauty Garnier, anch’essi possono dimostrare la loro attenzione al rispetto di ambiente e animali, oltre a sostenere in maniera più generale in questo modo un commercio equo, che è tra i principali obiettivi di questa iniziativa del brand.

Green Beauty Garnier

L’immagine presenta le diverse tipologie di shampoo solido in commercio. Fonte: canale YouTube di Garnier.

Il periodo del lancio di questo prodotto è stato scelto comunque in maniera strategica, poiché mai come ora i consumatori sono orientati verso acquisti più consapevoli. Essi infatti chiedono una maggiore trasparenza alle marche e un genuino impegno nel limitare l’impatto sul pianeta che proprio durante il periodo del lockdown sembra aver ripreso a respirare.

la pianificazione media dello shampoo solido

Il media mix della campagna pubblicitaria di lancio dello shampoo solido ha coinvolto quattro principali canali ossia televisione, canale YouTube dell’azienda, Instagram e Facebook.

Lo spot, della durata di 20 secondi, è stato diffuso su questi media. Esso è ambientato in un contesto completamente naturale. Le donne presenti all’inizio dello spot hanno caratteristiche molto diverse tra loro, soprattutto per il tipo di capelli, elemento che sottolinea la capacità del prodotto di adattarsi a chiunque. La delicatezza e la mancanza di aggressività del prodotto vengono trasmesse invece attraverso la presenza di un bambino che utilizza lo shampoo. Infine, per coinvolgere un target ancora più ampio viene mostrata l’immagine di un’intera famiglia. Per quel che riguarda i termini utilizzati nello spot, è possibile notare all’inizio due importanti riferimenti all’ecosostenibilità: «zero rifiuti di plastica» e «94% di origine vegetale»; successivamente è presente una contrapposizione rappresentata dall’accostamento dell’aggettivo “solido” – che in teoria potrebbe avere una connotazione negativa, attribuita alla difficile conservazione del prodotto, ma che in realtà simboleggia la rivoluzione determinata non solo dalla consistenza ma da tutte le innovazioni in termini di sostenibilità – e aggettivi positivi come “schiumoso”, “nutriente”, “ricostituente” e “rivitalizzante”. Infine, viene presentato il claim dell’intera campagna “Partecipa anche tu alla rivoluzione”: quest’ultimo invito viene esteso tramite tutti i canali del media mix a tutte le persone. Quindi, partendo dall’approccio Green Beauty Garnier fornisce a tutti l’opportunità di contribuire a un cambiamento positivo.

L’ATTENZIONE DI GARNIER ALL’AMBIENTE

Shampoo solido a parte, Garnier è sempre stata sensibile alle tematiche ambientali. Infatti, come riportato nel “Progress Report sulla Sostenibilità 2019“, tra le principali politiche di corporate social responsibility vi sono:

  • attivazione di collaborazioni con ONG come Ocean Conservancy per ridurre la plastica presente negli oceani e sensibilizzare contemporaneamente alla pulizia di mari e spiagge, incoraggiando dipendenti e consumatori a partecipare all’annuale “International Coastal Cleanup Di Ocean Conservancy”. Inoltre, sono state attivate altre collaborazioni a livello globale con alcune ONG per contribuire all’empowerment delle comunità con programmi di CSR;
  • affiancamento alle associazioni europee contro il cancro (ECL) per prevenire i rischi associati a una scorretta esposizione al sole. Dal 2006 Garnier Ambre Solaire ha contribuito, assieme all’ECL, a sensibilizzare sull’importanza di proteggere la pelle dai possibili danni del sole a partire dalla giovane età;
  • supporto all’istruzione e alla formazione, portato avanti nel corso del triennio 2017-2019 attraverso la promozione di un progetto di corporate social responsibility a favore della formazione dei bambini delle scuole primarie sul tema della raccolta differenziata e del riciclo degli imballaggi in collaborazione con Carrefour Italia, MOIGE (associazione di promozione sociale per la protezione dei minori e per la tutela dei diritti dei genitori) e con il supporto e il patrocinio dell’Istituto Italiano Imballaggio;
  • supporto all’ambiente e politiche di ecosostenibilità, entrando a far parte di Loop™️, un’innovativa piattaforma circolare di shopping. Mediante quest’iniziativa e attraverso questa piattaforma i prodotti vengono spediti direttamente ai consumatori, per poi essere restituiti e nuovamente riempiti. Il sistema riunisce i maggiori brand e retailer con l’idea di promuovere la transizione da un packaging a perdere a uno “circolare”. Ogni confezione inclusa nel sistema viene infatti riutilizzata, mentre l’eventuale scarto del prodotto viene riciclato o riutilizzato.

Le politiche future di Garnier

Per un futuro più sostenibile, con Green Beauty Garnier ha predisposto una serie di politiche da portare a termine nei prossimi anni: entro il 2022 il brand ha l’obiettivo di realizzare in maniera più sostenibile l’approvvigionamento di tutti gli ingredienti di origine naturale; entro il 2025 si propone di ridurre o annullare completamente l’impatto ambientale nel settore packaging, eliminando la plastica vergine e risparmiandone 37mila tonnellate all’anno; entro lo stesso anno i siti industriali utilizzeranno solo risorse rinnovabili, considerando che attualmente le emissioni di CO2 dei siti industriali sono già state ridotte del 72%.

Si tratta sicuramente di obiettivi ambiziosi, ma con la strategia Green Beauty e soprattutto attraverso prodotti sempre più sostenibili – dalla composizione al packaging – come lo shampoo solido, Garnier punta a incoraggiare il consumatore a prendersi cura di sé, nel rispetto dell’ambiente e della natura, ma anche a raggiungere nel contesto aziendale un livello superiore di responsabilità sociale, contribuendo a ridurre l’impatto ambientale del marchio in ogni fase della catena del valore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

© Inside Marketing 2013 - 2021 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI