campagna Rakuten
Domenica 16 Dicembre 2018
ComunicazioneMulte e danni alle auto a Cava de’ Tirreni? No, solo guerrilla marketing!

Multe e danni alle auto a Cava de' Tirreni? No, solo guerrilla marketing!

A Cava de' Tirreni una giovane azienda ha sperimentato un'azione di guerrilla marketing per far conoscere ai cittadini la propria realtà.


Pina Meriano
A cura di: Pina Meriano Autore Inside Marketing
Multe e danni alle auto a Cava de' Tirreni? No, solo guerrilla marketing!

Se al ritorno alla propria automobile, dopo averla parcheggiata in un posto sicuro, si finisce col trovare una multa sotto al proprio tergicristallo o il parabrezza rotto, per quanto tempo si continua a pensare e ripensare alla spiacevole sorpresa? Nel migliore dei casi lo si fa almeno per l’intera giornata, anche perché, in modo naturale, si tende a rimuginare sulle cose negative e spiacevoli. Come si può, allora, sfruttare questa naturale predisposizione del cervello a tornare spesso su una stessa cosa togliendone però l’amara sensazione che normalmente lascerebbe?
Probabilmente è quanto si sono chiesti i creativi e i responsabili marketing di Oneprint – azienda di stampa digitale di grande formato del gruppo Grafica Metelliana – che nella mattinata del 21 giugno 2016 hanno realizzato un’azione di guerrilla marketing a Cava de’ Tirreni, nel salernitano.

I proprietari delle automobili sostate nella zona centrale della città si sono così ritrovati nella situazione che ogni automobilista eviterebbe più che volentieri e cioè proprio quella di trovarsi il parabrezza scheggiato e, come se non bastasse, una multa sotto al tergicristallo.

azione di guerrilla marketing a cava

Una delle multe lasciate sotto al tergicristallo durante l’azione di guerrilla marketing di Oneprint a Cava de’ Tirreni.

Finti danni e multe fittizie hanno ovviamente spaventato gli automobilisti che – come ci raccontano da Grafica Metelliana – sono rimasti «sbigottiti e preoccupati» e solo dopo essersi soffermati con attenzione sul ritrovamento hanno compreso di essere stati coinvolti in un’attività promozionale. «Qualcuno ha chiesto spiegazioni e una volta svelato l’arcano ne abbiamo riso insieme», aggiungono da Grafica Metelliana. E così l’intento della prima azione di guerrilla marketing della giovane azienda Oneprint è perfettamente riuscito: la città, infatti, ha conosciuto in questo modo la nuova società, stabilitasi nell’area industriale di via Gaudio Maiori.

Di certo l’azione di guerrilla marketing non avrà coinvolto un gran numero di cittadini, ma va tenuto conto dell’effetto passaparola che simili azioni sono solite generare e così, se sarà stato limitato il numero di automobilisti protagonisti o degli sbalorditi passanti che ne sono stati casuali spettatori, va considerato l’impatto che questa iniziativa ha avuto su di loro. Se è vero quanto specificato prima in merito alla memoria persistente degli eventi spiacevoli, ci sono ottime probabilità che nel corso della giornata il ripensare più volte all’accaduto – complice l’impatto negativo dato dallo scontrarsi con l’incubo multa/danno, subito sostituito dal “senso di sollievo” della spiegazione – abbia portato le persone coinvolte a condividere l’esperienza con altri, raccontandola.

Quest’azione di guerrilla marketing potrebbe sembrare apparentemente slegata alle dirette attività di business dell’azienda, ma in realtà non lo è del tutto: i parabrezza scheggiati, infatti, sono stati simulati con degli adesivi che replicano il vetro frantumato; questi adesivi rimovibili che non lasciano traccia o residui rappresentano alcuni dei prodotti venduti da Oneprint. Va evidenziato, inoltre, che sulle finte multe è stato ben posizionato il logo dell’azienda.

In una città come Cava de’ Tirreni, non nuova ad azioni di guerrilla marketing (ne è un esempio la decorazione floreale sulle strisce pedonali fatta in occasione de “La settimane dell’Architettura e del Design” dalla MTN Company), probabilmente questo espediente ha contribuito a creare un effetto sorpresa più efficace.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Potrebbe interessarti

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI