MarketingIl “gioco digitale” di Original Marines

Il “gioco digitale” di Original Marines

Davide Basile, marketing specialist di Original Marines, ci ha presentato il suo lavoro e i progetti futuri sulla fase della gamification

Il “gioco digitale” di Original Marines

Durante il WebUpDate, appuntamento tanto atteso dagli appassionati di marketing e comunicazione, sono stati molteplici gli interventi che hanno attirato la nostra attenzione. Fra questi in particolare lo speech di Davide Basile (conosciuto in rete come Kawakumi), specializzato in marketing digitale presso Original Marines, che, nello specifico, si definisce come colui “che si occupa di introdurre la cultura digitale in azienda”.

La casa di Original Marines partiva inizialmente come poco funzionale e concretamente a pezzi senza solidi principi che potessero contribuire a farla diventare tale.
principi governo uk per creazione sitoPer la creazione di un sito di qualsiasi tipo ci sono infatti degli importanti principi da tenere in considerazione, fondamentalmente dieci, suggeriti dal governo UK, che li utilizza soprattutto per la creazione di siti che riguardano l’ amministrazione pubblica. Fra questi, Davide Basile cita: avere ben chiari quali sono i bisogni da soddisfare, lavorare per offrire un buon servizio digitale, usare semplicità.

Per permettere a tutti di capire in concreto in cosa consistono questi principi, Basile ha portato l’ esempio della sua azienda, Original Marines, per la quale ha operato dei cambiamenti sul sito, eliminando i problemi e trattenendo ciò che funziona. Il vecchio sito usava infatti una piattaforma flash, che causa problemi se non utilizzata in modo corretto e, in più, non è supportata da cellulari o portatili; c’ era inoltre poco spazio per i contenuti e le visite registravano una permanenza nelle pagine brevissima. Insomma: il sito non funzionava affatto nel modo giusto ed erano più che necessari dei cambiamenti. Davide Basile ed il suo staff hanno quindi cercato di cambiare le cose per rendere il sito più funzionale possibile.

Un catalogo non in flah, un’estesa sezione di prodotti, la creazione di un blog all’ interno del sito che porta il nome di “Mamma… che original”, un design responsivo, una sezione editoriale in primo piano, un’ integrazione multi-language ed un utilizzo più “presente” dei social network (con la creazione di nuovi canali, un nuovo piano editoriale e una nuova gestione dei commenti): sono stati questi i primi passi verso un sito di successo.

Tutto ciò però deve essere accompagnato a una definizione precisa dei bisogni dei clienti, come già accennato prima, e per poterlo far è necessaria una chiara individuazione del target di riferimento dell’azienda.

a chi comunica Original MarinesDal brainstorming condotto da Original Marines sono emersi dei profili specifici ed interessanti, definiti come: la famiglia media italiana (soliti fare una vacanza al mare, attenti al rapporto qualità/prezzo, frequentatori dei centri commerciali, etc.); la mamma “Anna Magnani”(alla ricerca di promo, con livello istituzionale medio-basso,etc.); i “Bridget Jones e Will Freeman” (single, vanno al cinema, attenti al risparmio, precari, soliti comprare e regalare indumenti, per lo più ai nipoti, con immagini di cartoons); i padri “Silvio Orlando” (seguono il calcio, giocano ai videogiochi, bevono Coca Cola, giocano alla lotteria, etc.); i piccoli “Annuccia e Ciccio”(“vogliono diventare come papà”, aspirano a diventare modella/calciatore, vanno col pulmino, corrono, si sporcano, etc.). La definizione di simili target aiutano l’ azienda stessa a creare dei servizi efficienti e, nel caso specifico di Original Marines, ha fatto comprendere come esprimersi al meglio nella comunicazione rivolta ai clienti, ottenendo feedback positivi.

La vera innovazione però consiste nella fase della gamification, del gioco digitale, che partirà ad Ottobre, tesa a creare relazioni più continue ed intensi con i clienti. Questa sarà articolata in tre fasi: innanzitutto le mamme si iscriveranno al sito in modo da interagire fra loro, poi si cercherà di implementare un sistema di CRM/fidelity, premiando i clienti che interagiscono con Original Marines, sia online che nei negozi, e infine si punterà alla multicanalità, pensando ad esempio di creare linee di prodotti esclusive per il canale web.

L’ attività di gamification permetterà al cliente, grazie a commenti sulla pagina Facebook, di ricevere dei premi da utilizzare in tutti i punti vendita Original Marines, permettendo così alle mamme e agli stessi piccoli di interagire col brand in maniera giocosa.

Il gioco digitale ormai si infiltra sempre di più nelle nostre vita, modificando spesso le nostre abitudini. Sarà davvero un modo di fare business che creerà una vera e propria community digitale in grado di rendere “reale” tutto questo?


A firma di: Martina Eboli Contributor
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni