MacroambienteIl supporto di sistemi informativi al Performance Management

Il supporto di sistemi informativi al Performance Management

Ancora poche le aziende che sanno sfruttare la leva digitale in associazione al Performance Management; quelle che lo fanno ottengono prestazioni superiori.

Il supporto di sistemi informativi al Performance Management

Uno degli strumenti più utilizzati per la valutazione delle risorse umane in un’azienda insieme all’MBO, il Performance Management trova oggi applicazione soprattutto in due aree funzionali aziendali, nella forma di procedure codificate e soluzioni informatiche:

  1. La prima di queste due aree funzionali aziendali è l’area HR (Personale).
    Il Performance Management è in questa area uno degli strumenti più usati per motivare e/o allineare le persone, attraverso un’incentivazione economica pari al grado di raggiungimento degli obiettivi individuali e/o del team di lavoro.
  2. L’altra è l’area AFC (Amministrazione, Finanza e Controllo).
    Il Performance Management è per questa seconda area funzionale aziendale uno strumento che serve a trasformare gli obiettivi economico-finanziari di vertice in obiettivi operativi così da permettere un controllo puntuale e continuativo e, nel caso sia necessario, anche un intervento tempestivo.

Sono di supporto al Performance Management per l’area HR strumenti di controllo di gestione, sistemi informatizzati di accesso ai dati e di monitoraggio, che permettono di valutare in tempo reale l’andamento delle attività, di tracciare i risultati delle singole persone in modo preciso e di velocizzare eventuali misure correttive da prendere.
L’attenzione ai supporti informativi per il Performance Management, ma anche per l’MBO, sta crescendo sempre più, tanto che le aziende (le multinazionali in particolare modo) stanno sempre più facendo uso dei “dashboard“, strumenti che permettono di avere un quadro completo delle correlazioni tra strategie, piani operativi e risultati effettivi.

Stando ad una ricerca dell’Osservatorio HR Innovation Practice del Politecnico di Milano del 2014, la gestione e lo sviluppo dei talenti è una delle sfide delle Direzioni HR (come ha dichiarato il 55% -più della metà-, di 101 direttori del personale che sono stati intervistati): valutazione delle performance e relativa definizione delle politiche retributive (due aspetti che hanno avuto una particolare accelerazione negli ultimi cinque anni), sono, anche in Italia, al primo posto tra gli ambiti prioritari dell’ innovazione, insieme con formazione, analisi e sviluppo delle competenze. Gli strumenti più utilizzati dalle aziende italiane sono quindi proprio quelli del Performance Management e dell’MBO.

La valutazione delle prestazioni aziendali è in crescita e si stanno facendo spazio in questo campo, seppur molto lentamente, anche l’utilizzo del cloud, del mobile e del social.
Le soluzioni cloud, ad esempio, sono ancora poco utilizzate nell’area HR, tanto che oltre due terzi delle aziende ancora non le considerano, ma hanno un notevole potenziale di applicazione per i costi contenuti, l’utilizzo flessibile e on demand.
Ad oggi però le nuove frontiere della valutazione si estendono soprattutto al Social, strumento digitale più maturo in ambito HR. Un’azienda su due infatti usa il Social per la ricerca e la selezione del personale (basti pensare all’ultilizzo di un social network come LinkedIn), il 37% delle aziende ne fa utilizzo per la comunicazione interna e il 29% per la gestione della conoscenza e lo sviluppo della collaborazione.

Concludendo, associando l’uso dell’ICT ai processi HR si possono registrare più accuratamente le performance, superiori a chi non sa ancora sfruttare appieno la leva digitale. Riportando le parole di Franco Gementi, Regional Sales Manager per lItalia di  Cornerstone OnDemand:”In questo contesto, i sistemi informativi possono dare un contributo importante per completezza, velocità e attendibilità dei dati. Se saranno usati opportunamente, infatti, giocheranno un ruolo sempre più attivo nelle attività HR legate al performance management, allattività di compensation e allo sviluppo di carriera“.


Pina Meriano
A cura di: Pina Meriano Autore Inside Marketing
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni