Domenica 14 Ottobre 2018
MacroambienteImprese italiane: Europa investe fino a un miliardo

Imprese italiane: Europa investe fino a un miliardo

Piccole e medie imprese (PMI) italiane vedono stanziati a proprio sostegno un miliardo di euro. Gli accordi di garanzia sono InnovFin e Cosme.


Francesca Paola Esposito

A cura di: Francesca Paola Esposito Autore Inside Marketing

Imprese italiane: Europa investe fino a un miliardo

Piccole e medie imprese (PMI) italiane vedono stanziati a proprio sostegno un miliardo di euro. A finanziarle, nello specifico, ci sono il Fei (Fondo europeo per gli investimenti di appartenenza della Banca europea degli investimenti), la Cassa depositi e prestiti e una delle sue società, la Sace (gruppo assicurativo-finanziario). Il 21 dicembre, alla presenza del Ministro dell’economia e delle finanze, Pier Carlo Padoan, hanno firmato due accordi di garanzia: InnovFin e Cosme.

Con l’InnovFin, sulla scia di una controgaranzia fornita dal Fei per l’Horizon 2020 (il programma dell’UE per la ricerca e l’innovazione) verranno premiate prima di tutto le imprese innovative, che vedranno due anni di garanzie sui prestiti bancari. La previsione è che tra il 2016 e il 2017 vengano garantiti finanziamenti per 600 milioni di euro a favore di oltre 300 imprese. Con la Cosme, invece, la controgaranzia prevista interesserà Cassa depositi e prestiti e Sace, perché il gruppo aumenti i volumi garantiti e vengano sostenute le imprese italiane scarsamente servite a livello finanziario. Circa 500 imprese, in questo modo, potrebbero avere diritto a 400 milioni di euro in prestiti.

Il presidente del consiglio di amministrazione del Fei e vicepresidente della Banca europea degli investimenti, Dario Scannapiego, afferma che «con queste due operazioni il piano di investimenti per l’Europa passa all’azione dando pieno sostegno alle PMI italiane», mentre «la proficua collaborazione con Cdp si estende ora al piano di investimenti per l’Europa a favore di oltre 800 Pmi italiane».

Il piano di investimenti per l’Europa (piano Juncker) dà pieno sostegno alle piccole e medie imprese italiane. Persino il direttore esecutivo del Fondo europeo degli investimenti, Pier Luigi Gilibert, si è mostrato entusiasta, auspicando che possano venire così integrati efficacemente anche «le attività di Cdp e Sace a vantaggio di un numero molto maggiore di Pmi in Italia». Una vera e propria «pietra miliare», per il direttore esecutivo, la cooperazione con la Cassa dei depositi e prestiti e la sua società assicurativo-finanziaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Potrebbe interessarti

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.