MacroambienteCome investire in Rete in sicurezza anche se si è alle prime armi

Come investire in Rete in sicurezza anche se si è alle prime armi

investire in criptovalute

Se non si ha familiarità con gli investimenti online si potrebbe essere sedotti dalle forti prospettive di guadagno che promettono criptovalute e NFT per esempio: ecco a cosa fare attenzione e come evitare truffe e raggiri.

Tante sono ormai le opportunità per guadagnare in Rete e non hanno solo a che vedere con la grande varietà di professioni digitali che chiunque (o quasi) può intraprendere anche da casa e potendo fare affidamento su una buona connessione Internet. Dalle criptovalute agli NFT, molti e di diversa natura sono gli investimenti che si possono fare in Rete e, forse anche in virtù della maggiore quantità di tempo libero trascorso in casa negli ultimi due anni o della familiarità acquisita con lo svolgere da remoto ogni tipo di attività, gli investimenti online sembrano convincere soprattutto un numero sempre crescente di italiani.

Come essere sicuri, però, di investire in Rete in sicurezza? Più golose appaiono le opportunità di guadagno e più il rischio è di abbassare la guardia e, nei casi peggiori, di non accorgersi di quelle che sono vere e proprie esche seminate da chi è interessato ai propri dati o, peggio, a penetrare nei propri sistemi informatici ai più diversi scopi.

Per investire in Rete in sicurezza servono innanzitutto conoscenza e consapevolezza

Prospettare un forte guadagno a fronte di un investimento minimo è una delle tecniche – e forse la più semplice forma di social engineering – comunemente usata dai malintenzionati. La prima regola per investire in Rete in sicurezza e non ritrovarsi vittime di truffe o raggiri è quindi informarsi adeguatamente e studiare la materia in modo da poter prendere decisioni davvero consapevoli.

Una buona notizia viene da chi ha provato a realizzare un ritratto dell’investitore online “tipo”: in Italia è giovane, ha da poco compiuto i quarant’anni, per lavoro o per passione è abituato a frequentare gli ambienti digitali e per questo, a voler usare un solo aggettivo, tech-savvy, ossia ben consapevole di come funziona la Rete e di quali meccanismi operano al suo interno. Più raramente è, invece, una persona che ha studiato economia o che ha già all’attivo altri investimenti: ciò basta per capire come e perché la mancanza di alfabetizzazione finanziaria sia uno scoglio non indifferente quando si tratta di investire in Rete in sicurezza.

La regola “zero” dovrebbe essere così investire innanzitutto sulla propria educazione finanziaria: oggi, in questo senso, soggetti molto diversi tra loro hanno all’attivo programmi dedicati ai giovani o alle donne, ma non è detto che non si possa iniziare dal seguire i sempre più numerosi financial influencer che online e sulle piattaforme anche di uso più comune fanno ogni giorno divulgazione finanziaria.

Investire online con l’aiuto degli esperti: perché è essenziale all’inizio

Molto più pragmaticamente, una buona idea quando si muovono i primi passi nel mondo degli investimenti digitali è preferire alle soluzioni “fai da te” e che promettono la massima autonomia di gestione per il massimo profitto la guida di esperti del settore.

Con ogni probabilità tra le stesse soluzioni finTech della propria banca ce ne sono di specificatamente dedicate alla wealthTech e cioè a chi vuole investire parte dei propri risparmi con obiettivi di diverso tipo: il vantaggio che queste soluzioni hanno è quello di fornire una consulenza dedicata e mirata a definire il profilo dell’investitore (se di tipo dinamico, aggressivo, moderato e via di questo passo), per poter poi modulare i propri investimenti in maniera oculata e in modo da averne un ritorno concreto.

Per investire in Rete in sicurezza la parola d’ordine è diversificare gli investimenti

Uno dei primi consigli che ci si potrebbe sentir rivolgere dal proprio consulente è, esattamente come per quelli più tradizionali, diversificare il più possibile gli investimenti online. Perché è importante farlo – e non solo per continuare ad avere opportunità di guadagno anche se qualcuna delle linee di investimento scelte non si dimostrasse buona o adeguata alle proprie aspettative – lo si capisce più concretamente guardando al caso delle criptovalute: un solo wallet è decisamente più vulnerabile di più wallet in caso di attacchi informatici o furti di identità.

Certo, investire in criptovalute in sicurezza richiede altre accortezze e più specifiche: per evitare tentativi di scam è sempre meglio optare, tra le tante ormai disponibili, per le valute virtuali più note e più diffuse, anche a fronte di un investimento che può sembrare meno redditizio e meno speculativo rispetto a quello su criptovalute di recente creazione e “di nicchia”; come per ogni investimento finanziario è bene tenersi aggiornati sulle quotazioni e su come cambino nel tempo e, nonostante prospettino ancora una volta grosse e rapide opportunità di guadagno, tenersi alla larga invece da investimenti “reticolari” che non seguono altro che uno “schema Ponzi”; altre accortezze, come assicurarsi di aver impostato un sistema di autenticazione a due fattori tengono al sicuro il proprio portamonete virtuale.

Quanto detto fin qua basta a rendersi conto che investire in Rete in sicurezza spesso è complicato dal fatto che con più leggerezza, e per molti versi con più spregiudicatezza, gli utenti si muovono e muovono le proprie finanze in Rete, soprattutto quando si prospettano loro grosse e impreviste opportunità di guadagno. L’attuale e straordinario successo degli NFT nasce con ogni probabilità proprio dal fatto che nessuno si aspettava che investire sull’impronta digitale di un’opera d’arte o del primo storico tweet potesse essere concretamente remunerativo, ma per la stessa ragione qualcuno li ha già definiti una “bolla” destinata a scoppiare presto. È su questa leggerezza che a tratti si fa spregiudicatezza che, lo si è visto abbondantemente, si aprono spiragli di vulnerabilità e su cui provano a speculare i malintenzionati.

Altre notizie su:

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI