Mercoledì 27 Maggio 2020
MarketingLa banana di Maurizio Cattelan “accende” la creatività sul web: dalle pubblicità dei brand ai post degli utenti

La banana di Maurizio Cattelan "accende" la creatività sul web: dalle pubblicità dei brand ai post degli utenti

La banana di Maurizio Cattelan ha ispirato diversi brand e utenti che hanno proposto delle "versioni alternative" dell'opera, sui social.


Raquel Baptista
A cura di: Raquel Baptista Autore
La banana di Maurizio Cattelan

La scorsa settimana l’artista Maurizio Cattelan ha esposto all’Art Basel di Miami la sua opera d’arte, ovvero una banana incollata al muro con uno spesso strato di nastro adesivo, vendendola per 120mila dollari (circa 108mila euro). Sebbene l’opera stessa fosse già abbastanza provocatoria da generare conversazione in Rete, l’8 dicembre la banana di Maurizio Cattelan è stata mangiata da un altro artista (David Datuna), alimentando le comiche reazioni non solo degli utenti ma anche delle aziende, che hanno così deciso di riproporre il soggetto a modo loro, con molte iniziative di instant marketing che negli ultimi giorni hanno fatto il giro del web.

“Comedian”: la banana di Maurizio Cattelan che è diventata virale in rete

«Un simbolo del commercio globale, un doppio senso, nonché un classico dispositivo di umorismo», così Emmanuel Perrotin, fondatore della galleria che ha presentato l’opera, ha definito la banana di Maurizio Cattelan, spiegando che l’artista «trasforma oggetti mondani in veicoli di gioia e di critica». E se “Comedian” è stato appunto un diletto per gli appassionati e per i critici di arte, l’opera è diventata anche fonte di ispirazione per gli utenti sui social media .

banana di maurizio cattelan mangiata social

“Comedian” di Maurizio Cattelan (a sinistra); foto di David Datuna mentre mangia la banana (a destra). Fonte: MeteoWeb

Nello specifico, diverse aziende e utenti hanno colto l’opportunità per pubblicare dei post divertenti; tale reazione alla fine non stona con lo stile generale dell’artista, noto per le opere che puntano alla comicità e all’ironia (come, per esempio, America“, il water fatto di 103 kg d’oro che poi è stato rubato dal Blenheim Palace).

banana di maurizio cattelan

“America” di Maurizio Cattelan. Fonte: Corriere della Sera

Dopo il water rubato, è stata mangiata la sua ultima opera, anche se, come ha ricordato Cattelan, «ciò che conta è solo l’idea» (nonché, chiaramente, la firma dell’autore) e, infatti, la banana è stata subito sostituita da un’altra all’interno della galleria.

Su Internet, però, essa è stata “sostituita” tante altre volte dai più svariati oggetti e prodotti che sono stati incollati con il nastro adesivo al muro – proprio come la banana – e pubblicati sulle varie piattaforme.

pubblicità e #bananachallenge: Taffo, Carrefour, Burger King e tanti altri

In Italia non sono stati pochi i brand che hanno cavalcato questo trend: non solo multinazionali ma anche piccole e medie aziende hanno colto l’occasione per far sorridere i consumatori.

Taffo

Con la solita ironia, Taffo ha sostituito la banana con una bara, ricordando in maniera scherzosa che quest’ultima «costa molto meno di 120.000 $ ed è eterna».

Costa molto meno di 120.000 $ ed è eterna.

Pubblicato da Taffo Funeral Services su Venerdì 6 dicembre 2019

Babberia Ai Tre Pini

Con una «base d’asta di 2 euro», la Babberia Ai Tre Pini ha proposto invece un’opera dal «valore inestimabile»: un babà, sempre incollato al muro con il nastro adesivo argentato.

Antica pizzeria Da michele

C’è chi al posto del babà ha proposto invece la pizza, invitando a una riflessione su un’altra forma di arte, come ha fatto l’Antica Pizzeria Da Michele.

Is this art?#pizzeriadamichele#micheleintheworld #mitw #damichele

Pubblicato da L'Antica Pizzeria Da Michele in the World – MITW su Lunedì 9 dicembre 2019

Durex

Non volendo perdere l’opportunità di giocare sul doppio senso, Durex ha ricordato in un post su Facebook che la banana «va protetta, sempre».

Per una protezione ad arte.#cattelan #banana #comedian

Pubblicato da Durex su Lunedì 9 dicembre 2019

Carrefour

Una versione simile a quella originale è stata proposta dalla catena Carrefour, che non solo ha presentato una nuova versione della banana di Maurizio Cattelan ma ha anche messo in mostra diversi altri prodotti, seguendo lo stile dell’opera, accompagnati dal prezzo di vendita nei supermercati in questione.

Avec nos produits bio, l’art culinaire est à portée de tous.

Pubblicato da Carrefour su Lunedì 9 dicembre 2019

Burger King

Con il solito umorismo, Burger King Francia ha invece sostituito la banana con un altro alimento di colore giallo: una patatina fritta, al costo di 0,01 €.

Lego

Lego ha invece costruito una simpatica banana in mattoncini, condivisa poi in una Story sull’account Instagram.

La banana di Maurizio Cattelan ha anche dato vita a una nuova sfida sui social con hashtag ad hoc: il #BananaChallenge è partito ed è diventato un nuovo trend, ispirando la pubblicazione di diversi post da parte di utenti che, dai Nutella Biscuits all’Oki, hanno trasformato tutto in un “capolavoro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Iscriviti alla newsletter! Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e recensione libri
Potrai anche usufruire di offerte esclusive per libri, eventi e corsi.

Iscriviti

Altre notizie

© Inside Marketing 2013 - 2020 è un marchio registrato ® P.iva 07142251219
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI