Resta aggiornato:
Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
MarketingStazioni metropolitane “rebrandizzate” a tema e spettacoli di luce: le iniziative per il lancio di PlayStation 5 a Londra e Venezia

Stazioni metropolitane "rebrandizzate" a tema e spettacoli di luce: le iniziative per il lancio di PlayStation 5 a Londra e Venezia

Particolari insegne luminose sono spuntate alla fermata di Oxford Circus per il lancio di PlayStation 5 a Londra, ma non è stata l'unica iniziativa di Sony.

Lancio di PlayStation 5 a Londra: Sony ha brandizzato la metropolitana

Più di un semplice spot, più di una semplice installazione di out-of-home advertising: per il lancio di PlayStation 5 a Londra, Sony ha organizzato un vero e proprio «take over» delle stazioni della metropolitana, così lo ha definito The Verge,  trasformandole temporaneamente in una sorta di portali verso l’universo gamer.

Come Sony ha “rebrandizzato” la stazione di Oxford Circus per il lancio di PlayStation 5 a Londra

Alle quattro uscite della stazione di Oxford Circus, infatti, l’insegna di “The Tube” – il classico cerchio rosso tagliato dalla scritta “Underground” – è stata sostituita, complice la sua stessa somiglianza con il tasto “cerchio” del joypad della console, con altrettante insegne luminose dalle forme dei comandi del nuovo controller Dual Sense.

Naturalmente la scelta della fermata non è stata casuale: la stazione di Oxford Circus è la più vicina, infatti, al più grande store Microsoft della città e, nonostante ripetute voci di progetti in collaborazione, Microsoft e Sony rimangono ancora i più grossi competitor nel mercato delle console di gioco. Neanche il timing è casuale: mentre Sony ha in uscita PlayStation 5 nelle sue versioni Standard e Digital Edition, infatti, anche Microsoft è in fase di lancio della nuova Xbox Serie X. Grosse, evidenti insegne luminose, che un po’ facciano da memento a chi si sta recando in negozio per acquistare la nuova Xbox dell’esistenza di un certo rivale e un po’ insinuino il dubbio che la propria possa non essere davvero la scelta migliore, possono sembrare il tentativo di appropriarsi non solo di un luogo iconico della città come quasi sempre, anche se temporaneamente, l’ ambient marketing fa, ma anche e soprattutto di una fetta di clienti del competitor . Non si può non considerare in questo senso che, come quella di iOS o Android, anche la scelta di una o l’altra marca di console per il gioco è diventata nel tempo un segno di appartenenza e riconoscimento molto forte tra i gamer.

In altre parole? È innegabile che nella campagna per il lancio di PlayStation 5 a Londra Sony abbia puntato soprattutto sull’effetto sorpresa. Oltre a quella di Oxford Circus infatti, riporta ancora The Verge, sono state brandizzate, e questa volta per più tempo, anche altre stazioni della metropolitana di Londra. Fino al 16 dicembre si potrà salire, per esempio, a “Gran Turismo 7 Sister” e scendere a “Horizon Forbidden West Ham”: i nomi di alcune stazioni del Tube londinese – in questo caso Seven Siter e West Ham – sono stati sostituiti, infatti, con titoli di grandi classici nel catalogo di giochi e saghe Sony. Non è la prima volta che qualcosa di simile succede, non è la prima volta cioè che le società che gestiscono mezzi pubblici non si limitano semplicemente a vendere spazi pubblicitari nelle stazioni o alle fermate o pubblicità dinamica , ma permettono a un brand di impossessarsi momentaneamente delle loro strutture, dei loro locali e rebrandizzarli o gli cedono addirittura i naming rights. La stessa Transport for London, l’azienda che gestisce i trasporti pubblici londinesi, già nel 2017 aveva chiuso un accordo con Amazon perché la stazione di Westminster fosse momentaneamente ribattezza “Webminster in occasione dell’apertura del primo data center cittadino. Ancora prima, nel 2015, in occasione della maratona di Londra la stazione di Canada Water era stata ribattezzata in “Buxton Water, dal nome dell’azienda di beverage tra i principali sponsor della manifestazione sportiva. Qualcosa di simile è successo anche in Italia quando a Milano il capolinea della linea lilla, nonché la fermata più vicina allo stadio Meazza, è stato temporaneamente ribattezzato “San Siro Stadio DAZN“.

Il dubbio potrebbe semmai legittimamente riguardare l’opportunità di investire in operazioni di marketing ambientale, e più in generale in affissioni e altre forme di pubblicità out-of-home, mentre in molti paesi sono ancora in vigore alcune misure anticontagio e ora che, a casa in smart working o alle prese con la didattica a distanza, le persone si stanno muovendo molto meno. Un messaggio o anche solo un piccolo simbolo che richiamino i propri love brand possono essere dei gratificanti easter egg per chi è costretto a muoversi per lavoro o per necessità anche durante una pandemia? Possibile. Con ogni probabilità, però, il vero driver di iniziative come quella per il lancio di PlayStation 5 a Londra è la risonanza di cui le stesse e, con queste il brand, godono sui media, negli ambienti digitali e via di questo passo. Le immagini del rebranding della stazione di Oxford Circus a tema Playstation 5 sono diventate virali, infatti, e lo sono rimaste per molto più delle quarantott’ore di durata dell’installazione.

Lo spettacolo di luci a Piazza San Marco per celebrare una community che «non ha limiti»

Lo stesso è successo con i video dell’installazione luminosa a Piazza San Marco a Venezia. Sony non ha deciso infatti solo di celebrare il lancio di PlayStation 5 a Londra, ma ha scelto ventiquattro nazioni in cui farlo – tra queste c’erano Canada, Messico, Giappone, Nuova Zelanda e la città di New York – tramite uno spettacolo di luci interattivo in piazze e luoghi simbolo del paese. Per l’Italia è stata scelta, appunto, Venezia: sul campanile, sulla loggia, sulla torre dell’orologio sono state installate delle speciali telecamere che, combinate, hanno dato vita sul sagrato di Piazza San Marco a una speciale floor projection di quasi 2400 metri quadrati, raffigurante ancora i comandi del nuovo controller Dual Sense.

installazione playstation 5 piazza san marco venezia

Uno spettacolo di luci in Piazza San Marco a Venezia è stato l’evento di presentazione della nuova PlayStation 5 anche in Italia. Fonte: Gamereactor

Riappropriarsi di piazze, centri storici, luoghi simbolo delle città proprio ora che gli stessi sono svuotati dai turisti che solitamente li abitano è un messaggio piuttosto chiaro: il gioco non ha limiti o, meglio, “Play has no limits”, come recitano allo stesso tempo il titolo del video-teaser pubblicato sul canale YouTube di PlayStation Italia – contenente le immagini dell’installazione luminosa di Piazza San Marco – e l’ hashtag ufficiale legato in tutto il mondo al lancio della PlayStation 5.

Benvenuta PS5! | VENEZIA 2020 | PLAY HAS NO LIMITS
Benvenuta PS5! | VENEZIA 2020 | PLAY HAS NO LIMITS

Un invito non troppo velato, insomma, a ritenere i videogiochi come una delle poche attività che al momento non hanno avuto necessità di stop e, grazie alle quali, neanche il bisogno e la necessità di connessione con le proprie community hanno trovato limiti. Sony e Playstation si sono dimostrate del resto piuttosto attive in questi mesi in iniziative e progetti a sostegno dei gamer di tutto il mondo alle prese con la pandemia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

© Inside Marketing 2013 - 2021 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI