Come cambierà il mercato del lavoro nel 2017? Ecco i profili più richiesti

Che tipo di skill e competenze richiede il nuovo mercato del lavoro? A rivelarlo sono alcune professioni, tra le più richieste nel 2017.

Come cambierà il mercato del lavoro nel 2017? Ecco i profili più richiesti

Il periodo iniziale di un nuovo anno è quello dei buoni propositi in cui si fanno progetti e si pianifica l’andamento dei restanti mesi, con la speranza di non lasciar scemare a poco a poco la motivazione e l’entusiasmo iniziali. Cambiare la propria vita radicalmente sembra essere uno dei leitmotiv di questo momento. Cosa ci sarebbe di meglio del lavoro per cui si è tanto studiato? Oppure di uno maggiormente soddisfacente?

Per affrontare il mercato del lavoro del 2017, però, bisogna tener conto di alcuni necessari cambiamenti che ha subito nel corso degli anni, soprattutto in virtù della crisi economica. È diventato, quindi, sempre più difficile trovare una sistemazione stabile, mentre vi è una maggiore richiesta di lavoro flessibile. Proprio la flessibilità sembra essere diventata, infatti, la parola d’ordine di quest’ultimo decennio, non solo per quel che concerne le ore lavorative e gli spazi, ma anche per le capacità di ogni lavoratore. Quella dello smart working, ad esempio, è una realtà che ha preso piede nel mercato del lavoro internazionale ma anche italiano: non più ore fisse alla scrivania né uffici al chiuso in cui si eseguono sempre le stesse mansioni: il lavoratore del 2017 è un worksumer in grado di spaziare con libertà fra compiti di diversa natura, facendo maturare le proprie skill e alternando il lavoro a casa a quello in azienda.

Proprio queste caratteristiche sembrano venir fuori da una ricerca sulle professioni più richieste del 2017, quelle dove l’ampia domanda del mercato si sposa persino con uno stipendio soddisfacente. Secondo l’agenzia di comunicazione americana Good Call, in particolare sarebbero cinque le categorie lavorative in cui ci sarebbero nel nuovo anno maggiori possibilità di inserimento; nello specifico: Information Technology, Business and Financial Operations, Health Care, Sales, Skill Trades. Secondo la ricerca, l’IT sarebbe tra i settori con la più alta percentuale di sviluppo negli ultimi anni e, stando ad alcuni report statunitensi, continuerà a crescere costantemente almeno fino al 2024. Un’ottima prospettiva, dunque, per chi intende lavorare in quest’ambito in cui si notifica anche la più alta media retributiva oraria.

Uno dei lavori più richiesti, quindi, è sicuramente quello dell’IT security manager, un esperto di sicurezza web in grado di proteggere la privacy dei dati online e consentire un’efficace difesa dagli attacchi degli hacker. Chi lavora nel settore IT, però, deve possedere anche skill di psicologia e linguistica che consentano di migliorare l’aspetto relativo al comportamento umano.

Il 2017, quindi, prospetta grandi opportunità per chi ha più di una competenza settoriale. È il caso, ad esempio, del profilo del Senior Consultant. Si tratta di una figura con una certa esperienza alle spalle e in grado di avere una visione a 360 gradi sulle problematiche aziendali ed interaziendali oltre ad avere competenze amministrative e finanziarie.

L’analisi dei dati, poi, è un’altra skill fondamentale oggigiorno e, per questo motivo, il ruolo dell’Analista o del Business Intellingence Manager è molto richiesto. Nello specifico, si tratta di persone che hanno la capacità di destreggiarsi facilmente tra grafici, dati e informazioni di qualsiasi genere, analizzandoli ed utilizzandoli, per poi risolvere i problemi dell’azienda per cui lavorano.

Altra figura interessante è quella dell’Area Supply Manager, ovvero il responsabile della logistica, funzione richiestissima nel 2016 e che continuerà la sua ascesa anche nel 2017. Si tratta di un profilo che potrebbe essere definito ‘multitasking’, in quanto ha il compito di gestire i flussi di beni e informazioni in entrata e in uscita, ma anche di rapportarsi ad altre funzioni aziendali come la produzione, la vendita e la distribuzione.

Queste sono solo alcune delle professioni che saranno maggiormente richieste nel 2017, ma riescono a chiarire come la tendenza del mondo del lavoro anche nel prossimo anno sia quella di affidarsi a figure in grado di essere molto flessibili e al tempo stesso estremamente specializzate.


Carla Panico
A cura di: Carla Panico Autore Inside Marketing
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

VIDEO: Inbound Strategies 2017

Inbound Strategies 2017
Ivan Cutolo | La SEO per l'eCommerce
Ivano Di Biasi | Acquisire informazioni per il web semantico
Matteo Zambon | Google Tag Manager e gestione dei referral
Andrea Saletti | Usare il neuromarketing per ottimizzare i siti web
Inbound Strategies | Giovanni Le Coche e Pierfrancesco Rizzo
Inbound Strategies | Alex Cannava e Franz Amalfitano
Inbound Strategies | Valentina Viganò
Inbound Strategies | Christian Baraldo
Inbound Strategies | Fulvia Viglione
Inbound Strategies | Mirko Nevi
Inbound Strategies | Elisa Gerardis
Valentina Turchetti | Quali sono i contenuti che convertono?
Antonella Apicella | eCommerce: come creare una scheda prodotto efficace
Eleonora Rocca | Content marketing per le strategie B2B
Le vostre Opinioni
MacroambienteCome cambierà il mercato del lavoro nel 2017? Ecco i profili più richiesti
Iscrizione Newsletter Settimanale

Vuoi essere sempre aggiornato su ciò che avviene nel mondo del marketing e della comunicazione? Iscriviti alla newsletter di Inside Marketing

Acconsento ed ho letto Privacy Policy

Grazie per esserti registrato!

A breve riceverai una mail di conferma per attivare la tua registrazione.

Se non ricevi la mail di conferma, controlla nella cartella "posta indesiderata" ed aggiungi insidemarketing.it ai mittenti attendibili

In caso di problemi puoi contattarci all' indirizzo redazione[at]insidemarketing.it